Disastro ecologico nel fiume Oder. “C’è una piaga delle acque reflue nei fine settimana.”

Solo un rigoroso controllo delle acque reflue e reazioni immediate al superamento degli standard possono prevenire situazioni come il fiume Odra – afferma Dominik Dobrowolski, ecologista e turista. – La maggior parte delle emissioni illegali, comprese quelle legali, avviene nei fine settimana, quando l’ispezione di protezione ambientale non è in corso. Tutti lo sanno e tutti i responsabili non fanno nulla al riguardo – ha detto su TVN24.

Dominik Dobrowolski è un ecologista e viaggiatore che lavora per la protezione e la pulizia dell’ambiente da oltre 30 anni. Ha organizzato la pulizia del fiume Odra dalla Repubblica Ceca a Zalew Szczeciński a cavallo tra maggio e giugno.

– C’erano più di 15.000 volontari, 150 modelli per l’intera lunghezza dell’Oder. Ora tutte queste persone mi mandano centinaia di foto delle acque reflue che defluiscono ininterrottamente nell’Oder ogni giorno. Il disastro con cui abbiamo a che fare in questo momento è la punta dell’iceberg, dice. E sottolinea che se non affrontiamo immediatamente gli attuali scarichi fognari nel fiume Odra, non salveremo mai questo fiume.

– In questa fase, la questione chiave è ovviamente prevenire e reagire a questo evento, ad esempio ripulire questi animali morti. Ma a causa degli affluenti del fiume Odra, le acque reflue continuano a fluire da impianti di trattamento delle acque reflue mal funzionanti, impianti di trattamento delle acque reflue mal funzionanti, sottolinea.

Polizia: abbiamo ricevuto 72 segnalazioni su possibili inquinatori del fiume Odra.

Come dice lui, ci sono molte ipotesi sull’inquinamento del fiume Odra. – Si parla di una bomba di sale che potrebbe sfociare nel fiume Odra dalla Slesia attraverso il Canale di Gliwice. Ma abbiamo anche molti composti che finiscono nel fiume solo a causa di impianti di trattamento difettosi.

I veleni passano attraverso la catena alimentare

A suo avviso, nella situazione attuale, l’intero ecosistema del fiume è in pericolo. – La dimensione del cosiddetto il sistema trofico è minacciato: invertebrati, anfibi, rettili, uccelli, mammiferi. Questi sono gruppi di animali, uno dei quali mangia l’altro, quindi se c’è del veleno in un animale, viene trasferito all’altro. Questi animali si muovono, si disperdono, quindi anche questo veleno può diffondersi, spiega.

E attira l’attenzione su un problema di cui non pensa si parli affatto. – In molti luoghi, l’acqua del fiume Odra è condotta a stagni di riproduzione dove vengono allevati i pesci. Questi pesci di laghetto possono anche essere velenosi, spiega.

Disastro ecologico nel fiume Oder. Quello che sappiamo finora.

E questa non è la fine delle minacce. – L’acqua arriva ai pozzi, i fori di presa dell’acqua attraverso l’acqua sotto la pelle. Abbiamo molti tipi di cose qui che dobbiamo investigare, dobbiamo monitorare, sottolinea.

In Polonia è necessario un rigoroso controllo dell’acqua

A suo avviso, tutte le fonti di inquinamento dovrebbero essere controllate in Polonia. – Perché sono sempre lì. Non è che abbiamo un disastro e le acque reflue non defluiscono. Il canale Gliwice trasporta da diversi anni le acque reflue nell’Oder. In primavera c’è stato un grande scandalo a Kędzierzyn-Koźle: molti pesci sono morti lì. VIPP non ha fatto nulla in questa materia. Rilasci regolari di fenolo a Brzeg nell’Odra e il dramma dei pescatori si è ripetuto ogni mese per diversi anni. Questi sono i problemi che dobbiamo affrontare per salvare il fiume – liste Dobrowolski.

Crede che l’acqua dovrebbe essere costantemente monitorata in tutte le parti. – Puoi farlo proprio come monitori le stazioni di aspirazione dell’acqua. Controllando che quest’acqua soddisfi solo i requisiti, dice.

Il controllo è una cosa, le conseguenze un’altra. – Se un’azienda o una struttura ha un permesso per scaricare le acque reflue nel fiume Odra e si scopre che le acque reflue superano gli standard, gli ispettori della protezione ambientale dicono: “Ho queste informazioni, ti daremo un anno per migliorare la situazione”. No! Non esiste un anno per migliorare! In questa fase, una tale azienda porta le acque reflue nei serbatoi d’acqua e le consegna all’impianto di trattamento delle acque reflue. Questa soluzione è utilizzata in tutto il mondo! Le aziende, l’agricoltura, i caseifici e gli stabilimenti chimici non devono scaricare acque reflue che hanno superato gli standard. Più tardi porta a tali tragedie – sottolinea.

Rimozione di pesci morti dal fiume Odra a Krajnik DolnyPAP / Marcin Bielecki

Avveleniamo i fiumi nei fine settimana

Un altro problema su cui attira l’attenzione è il funzionamento degli impianti di monitoraggio dell’acqua. – La maggior parte delle emissioni illegali, comprese quelle legali, avviene nei fine settimana, quando l’ispezione di protezione ambientale non è in corso. Dopo le 16:00 di venerdì e le 7:00 di lunedì, abbiamo a che fare con il flagello delle emissioni di liquame in Polonia. È così semplice e praticato. Tutti lo sanno e tutti i responsabili non fanno nulla al riguardo, tuona Dobrowolski.

GUARDA ANCHE: Questa è la fine del fiume Odra come lo conosciamo. Stiamo effettivamente lottando con questa estate, stiamo parlando di decenni qui.

A suo avviso, ci sono ancora alcuni compiti da svolgere per salvare il fiume Odra. – Che sono noti per avere una certa capacità di autopulizia. Ecco perché i fiumi dovrebbero essere ripristinati, i laghi ripristinati, le curve ripristinate, in modo che ci sia più acqua filtrata naturalmente – dice.

Fonte immagine principale: PAP / Marcin Bielecki

Leave a Comment