Questa mostra cambierà il tuo modo di pensare alla moda e al design del tuo spazio ufficio a casa!

Presenta la mostra “A New Beginning. Modernism in the Second Polish Republic”. dinamica e carattere originale Il modernismo polacco nel periodo tra le due guerre, utilizzando a questo scopo vari reperti: dalle opere d’arte alle invenzioni tecniche, dall’architettura ai motivi dei tessuti, dai mobili agli oggetti di uso quotidiano. Puoi vedere “A New Beginning. Modernism in the Second Polish Republic” dal 29 luglio nell’edificio principale del Museo Nazionale di Cracovia.

L’approccio pratico odierno alla gestione del proprio spazio, alla sua progettazione creativa o all’assemblaggio di un guardaroba funzionale e minimalista sembra ovvio e molti lo considerano un’invenzione moderna. Allo stesso tempo, proprio alla fonte del modernismo, c’era il desiderio di rifiutare radicalmente tutto ciò che non era necessario per le funzioni. Ciò non significa che il lato visivo sia rimasto nel progetto definitivo: è rimasto comunque una parte importante del design, ma in alcuni ambiti della creatività, come l’architettura, ha significato abbandonare l’ordine classico e lasciare il posto a soluzioni più plastiche.

Il modernismo polacco era spesso speciale: fu allora che la gente iniziò a pensare intensamente al lato pratico del miglioramento della qualità della vita. È stata attivamente presa in considerazione la pianificazione di una cucina funzionante, città più utili e amichevoli e la pianificazione di sanatori e centri termali in modo che potessero godere di una crescente popolarità e attirare folle di pazienti. La risposta sono stati innovativi programmi di modernizzazione.

Allo stesso modo nell’arte: la pittura della giovane Polonia è entrata nelle pagine della storia come una forma d’arte con le più grandi realizzazioni. Fiorirono il simbolismo, l’espressionismo, l’art nouveau e l’espressionismo, si affrontava il tema dello stato mentale umano, si catturava la fugacità del momento e nel tempo la pittura fu lasciata essere arte per l’arte.

Leon Chwistek “La città”
Fonte: imaxtree

Molto è cambiato anche in termini di abitudini. Una vera rivoluzione nell’aspetto e nel vestire delle donne Era la metà degli anni 1920. Le donne iniziarono a truccarsi con impazienza: le loro labbra erano illuminate di rosso sangue, creavano un occhio fumoso con ombre scure e saturate, fumavano sigarette e si incontravano nei caffè senza l’aiuto di un uomo.

Il primo concorso internazionale di danza artistica solista al NAC di Varsavia (1)
Il primo concorso internazionale di danza artistica solista a Varsavia
Fonte: mat. comunicati stampa

E sono proprio questi aspetti di un cambiamento di pensiero su larga scala che hanno ispirato i creatori della mostra “Nuovo inizio”. La mostra affronta un periodo unico della storia polacca con informazioni trasversali: in una prospettiva più ampia, toccando gli aspetti più importanti di processi complessi come la costruzione di un nuovo stato o le riforme sociali, e più da vicino esempi di come la vita quotidiana cambiamenti sotto l’influenza dello sviluppo tecnologico. Questi fenomeni sono presentati sullo sfondo di discussioni filosofiche e filosofiche sui meccanismi di modernizzazione e sui loro effetti sull’identità europea.

Raduno automobilistico femminile sulla rotta Varsavia - Gdynia - Varsavia 1937 NAC
Raduno automobilistico femminile sulla rotta Varsavia-Gdynia, Varsavia, 1937.
Fonte: mat. comunicati stampa

Presentato come parte di una mostra Esempi di siti architettonici, concetti urbani ed elementi di interior design riflettono gli sforzi modernisti per razionalizzare lo spazio abitativo. D’altra parte, esempi tratti da pittura, fotografia e esperimenti tipografici mostrano gli sforzi per approfondire e rinnovare la visione umana.

Progetto anonimo (15)
Tuta per la difesa del dottorato di ricerca
Fonte: mat. comunicati stampa

D’altra parte, i dispositivi tecnici selezionati e le loro immagini testimoniano il desiderio di tecnologia dei modernisti. Foto di nudo, gare sportive e strutture termali incarnano la politica del corpo modernista, mentre gli echi della tradizione artistica rivelati nelle opere testimoniano la ricerca modernista di fonti di ispirazione creativa.

Studenti della scuola di ginnastica moderna Stanisława Pohlówna a Leopoli
Studenti della scuola di ginnastica moderna Stanisława Pohlówna a Leopoli
Fonte: mat. comunicati stampa

Gli artisti, come molti altri riformatori delle sfere della vita umana, che hanno vissuto l’accelerazione dell’età moderna, sono giunti alla conclusione che l’arte dovrebbe partecipare attivamente alla grande riparazione del mondo moderno e aiutare a ricrearlo, ma senza ripetere gli errori. dal passato.

La mostra è esposta nell’edificio principale del Museo Nazionale di Cracovia dal 29 luglio 2022 al 12 febbraio 2023.

Leave a Comment