I negozi di alimentari devono lottare per la loro competitività

  • Autore: comp. QUELLO
  • Data: 1 agosto 2022, 10:43

Per rimanere competitivi, i rivenditori di prodotti alimentari online devono, tra le altre cose, ridurre i costi di consegna – spiega Krzysztof Heyda, consulente di prodotti digitali di Future Mind.


I negozi di alimentari devono lottare per la loro competitività. Foto di shutterstock

Cresce la quota di vendite alimentari del canale online

– Secondo ASM Sales Force Agency, gli ordini dai negozi oscuri sono dell’11% più costosi. come fare la spesa nelle catene tradizionali. I rivenditori si rimborsano a vicenda le spese di spedizione. Per rimanere competitivi, i negozi online devono ridurre i costi di consegna, entrare in partnership tecnologiche o creare un buon motore di ricerca dei prodotti, afferma Krzysztof Heyda, consulente di prodotti digitali presso Future Mind.

Cerchi uno spazio commerciale in affitto? Vedi le offerte su PropertyStock.pl

– Cresce la quota del canale online nelle vendite di prodotti alimentari. Si stima che nel 2021 il mercato della spesa elettronica in Polonia valesse 5 miliardi di zloty lordi. Le previsioni di Strategy & Polska indicano che entro il 2027 raggiungerà un valore lordo fino a 13 miliardi di zloty. La crescita della popolarità dello shopping online, che ha acquisito un ritmo dinamico durante la pandemia, è il risultato dell’evoluzione delle aspettative dei clienti, dell’accelerazione della digitalizzazione dei servizi e dell’aumento della concorrenza – aggiunge.

Sottolinea che l’interesse per i negozi di alimentari online è influenzato anche dall’ampia gamma di prodotti, dalla possibilità di usufruire di offerte interessanti e dalle consegne a domicilio veloci. Nonostante stiano diventando sempre più popolari in Polonia, c’è ancora molto lavoro da fare in questo settore.

– In Polonia, stiamo sviluppando i nostri servizi logistici solo nell’area delle consegne di cibo. Secondo uno studio condotto da ASM Sales Force Agency, il carrello medio in un negozio online è attualmente di 160,10 zloty e circa 25 zloty in più rispetto a un negozio fisico. Quindi le società di commercio alimentare si compensano a vicenda con i costi di trasporto, il che aumenta i prezzi dei prodotti. In questa situazione, il vantaggio del rivenditore nei prossimi mesi può essere assicurato con costi di consegna inferiori – suggerisce.

L’esperienza del cliente è una priorità in tutti i mercati

L’esperto ricorda che il successo del trading dipende in gran parte dall’esperienza del cliente. Quando non sono soddisfatti di un prodotto o servizio, se ne vanno. Nei prossimi mesi, le catene alimentari potranno ottenere un vantaggio competitivo investendo in applicazioni mobili e garantendo così la migliore esperienza. Le soluzioni offerte sul mercato attualmente mancano di un modo efficiente per cercare un ampio catalogo di prodotti. Richiede lo sviluppo e la personalizzazione di una strategia adeguata.

– Quando acquistiamo cibo, di solito abbiamo i nostri prodotti preferiti e acquistiamo una selezione molto simile. Allo stesso tempo, pochi motori di ricerca suggeriscono ai consumatori cosa è stato recentemente nel loro carrello. Secondo l’esperto, l’implementazione di tali servizi porta un risultato immediato – migliora l’esperienza del cliente e aumenta la conversione del negozio – spiega.

Meno prodotti locali nel carrello

– La consapevolezza nutrizionale e l’attenzione alla qualità del prodotto da parte dei consumatori ha iniziato a crescere negli ultimi due anni. Nei prossimi sei mesi di quest’anno, l’inflazione elevata potrebbe indurre gli acquirenti a stringere la cinghia e limitare la spesa a determinate categorie di prodotti. Secondo i dati dell’Istituto economico polacco, il 40 per cento. i consumatori si assicurano di acquistare cibo a buon mercato. Tuttavia, ci sarà ancora un gruppo pronto a pagare di più per i prodotti locali, ad esempio quelli provenienti direttamente dagli agricoltori. Secondo il produttore di alimenti biologici Earthbound Farm, ogni quinta generazione Z e il consumatore Millennial acquista regolarmente prodotti sani, afferma Krzysztof Heyda.

– Inoltre, quasi la metà di loro è pronta a pagare di più per alimenti rispettosi dell’ambiente, perché sono rispettosi dell’ambiente. Pertanto, le aziende che operano nel mercato dell’e-grocery dovrebbero includere questo tipo di selezione nella loro offerta. Questa è una buona opportunità per distinguersi sul mercato e offrire ai clienti un’ampia scelta – sottolinea l’esperto.

Le partnership come ricetta per il successo

– Nel mercato della spesa elettronica sta crescendo il ruolo delle partnership e degli ecosistemi, il che consente una scalabilità più rapida e l’introduzione di nuove opportunità, spesso con investimenti di capitale minori. Un esempio di tale cooperazione è la partnership tra Biedronka e Glovo, che fornisce ai clienti prodotti ordinati con uno sconto. Possiamo aspettarci che nei prossimi sei mesi le catene di generi alimentari seguiranno l’esempio e fiorirà la cooperazione con le aziende tecnologiche, il che può influire sull’efficienza dell’elaborazione degli ordini, riassume Krzysztof Heyda.

Leave a Comment