Grecia e Bulgaria – destinazioni di vendita per le vacanze nell’e-commerce – Consumer

Ci sono molti mercati nel continente europeo che sono spesso molto diversi. Questo può essere visto anche nel campo in rapida crescita dello shopping online. Quali sono le caratteristiche dei singoli mercati elettronici? Che differenze ci vedi? A cosa dovresti prestare attenzione quando entri nel mercato? È la stagione estiva – Diamo un’occhiata alle particolarità dell’e-commerce in Grecia e Bulgaria – destinazioni di vacanza spesso scelte dai polacchi, ma anche un mercato in crescita per l’e-commerce, a cui l’e-commerce polacco sta guardando sempre più.

Commercio elettronico in Grecia

Solo nel 2019, i consumatori greci hanno acquistato online prodotti e servizi per un valore totale di 7,5 miliardi di euro. L’e-commerce del paese è cresciuto del 25% in quel momento, rendendolo uno dei paesi in più rapida crescita in Europa. Questo settore rappresenta il 3,91 per cento del PIL della Grecia. È uno degli indicatori E-PIL più alti in Europa[1].

Clienti greci che acquistano online

Dal rapporto sull’e-commerce europeo 2022[2] mostra che il 71% della popolazione greca era cliente di acquisti online nel 2021. Tra i greci che hanno effettuato acquisti online nei tre mesi precedenti il ​​sondaggio, il 27% ha effettuato acquisti online una o due volte. Al contrario, il 35% ha ordinato online da tre a cinque volte e il 38% almeno sei volte.

La maggior parte dei clienti dei negozi online greci nel 2021 ha acquistato prodotti da rivenditori nazionali (91%). Ogni quarto ordine da venditori di altri paesi dell’UE (25%) e tre su dieci dall’estero (ovvero da altri paesi dell’UE o al di fuori dell’UE – 35%).

Come fanno la spesa i greci

Nei negozi online, il prezzo più basso del prodotto è ovviamente un criterio importante, come afferma il 40% dei consumatori. Tuttavia, la selezione del negozio online stesso è effettuata da una combinazione dei seguenti fattori[3]:

– motivi economici (prezzo più spedizione gratuita): 51%

– caratteristiche del prodotto (caratteristiche del marchio e specifiche del prodotto): 31%

– altre esperienze da shopping online (il cosiddetto “bending” del negozio): 18%

È interessante notare che più della metà dei clienti online (58%) valuta la qualità della consegna dei prodotti consegnati con 9 o 10 punti su una scala di dieci punti. Solo il 7% di loro ha valutato la propria soddisfazione per la consegna al di sotto di 5 punti.

Consumatori online bulgari

Secondo l’European E-commerce Report 2022[4] Il 44% dei bulgari era cliente di negozi online nel 2021. Nei tre mesi precedenti il ​​sondaggio, il 56% dei clienti che hanno effettuato acquisti online ha effettuato acquisti online una o due volte. Il 35% ha acquistato qualcosa online da tre a cinque volte e il 9% almeno sei volte.

Nel 2021, invece, in Bulgaria, ben il 96% degli acquirenti online ha scelto prodotti da venditori nazionali, il 30% da venditori di altri paesi dell’UE (30%) e 1/3 da venditori dall’estero (ovvero di altri paesi dell’UE paesi o paesi extra UE). Al di fuori dell’UE – 36 per cento.

Mercato online in Bulgaria – regole di pagamento

La maggior parte dei clienti dei negozi online bulgari (60-70%) preferisce il servizio di contrassegno, il cosiddetto contrassegno (contrassegno). È di gran lunga il metodo di pagamento più popolare nell’e-commerce bulgaro. Poi ci sono le carte di credito (circa il 20%) e ePay / EasyPay (5-10%)[5].

Tendenze nel settore dell’e-commerce in Bulgaria

Un fatto interessante è che oltre il 40% dei bulgari più anziani ha riferito nel rapporto che, come bulgari più anziani nel 2021, facevano acquisti online almeno una volta al mese, rispetto al 60% nell’Europa occidentale. Inoltre, la quota dei dieci negozi online più sviluppati della Bulgaria sul fatturato nazionale totale è stata leggermente superiore al 20% nello stesso periodo. Dimostra che il futuro dell’e-commerce appartiene sicuramente alle aziende con la capacità di investire in una maggiore innovazione[6].

In Grecia e Bulgaria… con Packeta

– La Grecia e la Bulgaria non sono solo destinazioni di vacanza spesso scelte dai polacchi, ma anche buoni mercati di vendita per l’e-commerce polacco. Quando si inseriscono, però, vale la pena conoscere fin dall’inizio la loro specificità, che spesso si discosta dal mercato interno di un determinato negozio online. Certamente, il prezzo e i tempi di consegna sono importanti ovunque, ma il pagamento è importante, ad esempio in Bulgaria principalmente in contrassegno o il metodo di ritiro del pacco può variare. Vale la pena avere questo tipo di informazioni quando si pianifica l’espansione all’estero. E questo è ciò che offre Packeta: non solo consegniamo in modo efficiente spedizioni transfrontaliere, ma aiutiamo anche i negozi online ad avviare la loro attività all’estero, ad es. fornisce informazioni sulle particolarità dell’economia di un determinato paese. Sapendo questo, il negozio online ottiene un vantaggio competitivo fin dall’inizio – afferma Justyna Andreas, CEO di Packeta Poland

Greci e bulgari scelgono molto spesso i punti di ritiro dei pacchi e la consegna a un indirizzo come forma di consegna. Packeta offre entrambe queste formule. L’azienda ha anche una vasta esperienza nell’assistenza ai negozi online nell’avvio di attività all’estero. Oltre a consegnare pacchetti ai clienti finali, può offrire assistenza nella costruzione di relazioni con partner commerciali locali o nell’organizzazione di campagne di marketing.

***

Packeta è una piattaforma di e-commerce digitale globale che offre servizi logistici completi con una propria rete di corrieri. Fondata da Simona Kijonkova nel 2010 nella Repubblica Ceca come Zásilkovna, si è trasformata in un decennio in una holding chiamata Packeta Group, che unisce 14 unità. L’azienda ha rapidamente raggiunto una posizione di leadership nel settore offrendo servizi logistici completi per i negozi online. Attualmente, Packeta opera in 6 paesi, consegna in 34 paesi, ha più di 11,5 mila. propri punti di raccolta, 92 mila. punti partner e collabora con più di 32 mila. negozi online. Nel 2021 ha gestito oltre 73 milioni di spedizioni. L’azienda aiuta anche i suoi partner a sviluppare i loro affari all’estero adattando in modo flessibile il servizio alle loro esigenze.


[1] https://ecommercenews.eu/ecommerce-in-europe/ecommerce-in-greece/

[2] https://eizba.pl/wp-content/uploads/2022/07/CMI2022_FullVersion_LIGHT_v2.pdf

[3] https://www.greekecommerce.gr/ereynes-gia-ellada/ereyna-katanaloti-poia-einai-i-epomeni-mera-gia-ta-eshops/

[4] https://eizba.pl/wp-content/uploads/2022/07/CMI2022_FullVersion_LIGHT_v2.pdf

[5] https://ecommercenews.eu/ecommerce-in-europe/ecommerce-in-bulgaria/

[6] https://eizba.pl/wp-content/uploads/2022/07/CMI2022_FullVersion_LIGHT_v2.pdf

Newseria non è responsabile del contenuto e di altro materiale (es. infografiche, foto) dell'”Ufficio Stampa” realizzato dagli utenti registrati come agenzie di pubbliche relazioni, aziende o istituzioni governative.

Leave a Comment