Cosa aspetta l’e-commerce nel nuovo anno? Scopri le sorprendenti tendenze del 2022 in grado di dominare e rivoluzionare l’e-commerce

foto: freepik.com

L’ingresso nei mercati esteri, la personalizzazione dei prodotti, lo shopping online senza fine, l’aumento dell’importanza dell’omnicanale: sono solo alcune delle tendenze che domineranno il nuovo anno dell’e-commerce. Quali sono le tendenze nel 2022?

Lo shopping online è notevolmente accelerato negli ultimi due anni. Secondo il rapporto Gemius “E-commerce in Polonia 2021”, già il 77%. I polacchi (utenti di Internet) acquistano online. Secondo il rapporto, il 33 per cento. i consumatori sono molto più propensi a fare acquisti online.

Lo sviluppo del commercio elettronico crea nuove esigenze. I rapidi cambiamenti fanno sì che le piattaforme di trading e i negozi online cerchino soluzioni che supportino le vendite. È così che emergono le nuove tendenze nel commercio elettronico. Quali sono le tendenze dell’e-commerce nel 2022? Ecco le previsioni di IdoSell, uno dei leader dell’e-commerce polacco.

Superare i confini

Vendite transfrontaliere o internazionali. Questa è la direzione in cui stanno andando sempre più negozi online. Il mercato locale è già troppo piccolo per molti imprenditori. Ecco perché i commercianti iniziano a vendere all’estero. Sempre più piattaforme di trading e vendita soddisfano questa esigenza. Il facile accesso a nuovi mercati è supportato, ad esempio, dall’integrazione con mercati, corrieri o società che offrono servizi di consegna, il che consente le vendite sui mercati europei e globali. Nel negozio online polacco, quest’anno sono particolarmente apprezzate le vendite in Repubblica Ceca, Slovacchia, Ungheria, Romania e Grecia.

Personalizzazione dei prodotti

L’adattamento dell’offerta alle esigenze del cliente è una delle tendenze che dominano il moderno shopping online. Esistono sul mercato piattaforme di trading che consentono ai venditori di creare configuratori (uno strumento per creare prodotti che possono essere personalizzati). A loro volta, consentono ai consumatori di personalizzare i prodotti del negozio online in base alle loro esigenze. Questo tipo di procedura è popolare, ad esempio, nei negozi dell’interior design e dell’industria della moda. La personalizzazione del prodotto continuerà nel 2022. Per adattare al meglio la merce alle esigenze dei clienti, Verkkokaupats crea sondaggi, quiz e campagne di domande e risposte.

E-commerce senza fine

Fino a poco tempo, il pieno controllo del livello grafico di un negozio online era impossibile. Finora. Sempre più operatori globali utilizzano l’e-commerce headless e offrono ai propri clienti un’esperienza di acquisto personale e senza sforzo. Cos’è l’e-commerce senza testa? Si tratta di negozi online con front-end e back-end separati collegati tramite un’API. Questo, a sua volta, significa che le modifiche apportate al livello grafico del negozio non devono causare modifiche al core, ovvero al sistema in background. Per i commercianti, ciò significa che hanno il pieno controllo dell’esperienza utente e dell’interfaccia utente del proprio sito Web su più canali. L’e-commerce senza testa ti dà anche un maggiore controllo sui tuoi contenuti e offre un’esperienza di acquisto molto fluida. In Polonia è utilizzato dai più grandi siti di aste e dalla piattaforma di negozi IdoSell.

L’importanza dell’omnicanale è in aumento

L’omnichannel è un modello che ha guadagnato molto durante la pandemia. I consumatori sono abituati a muoversi liberamente tra negozi online e offline. Omnichannel amplia gli orizzonti e dà la possibilità di scelta – e questo fa aumentare la fiducia dei clienti del marchio. Questa tendenza continuerà nel 2022, quando Verkkokaupats cercherà nuovi clienti da luoghi diversi. Un canale non basta più. L’aiuto nel collegare tutti i canali di vendita è molto importante qui. Ecco perché vale la pena prestare attenzione alle piattaforme di e-commerce (es. IdoSell) che aiutano a pianificare e implementare una strategia multicanale.

Pagamenti ancora più veloci

Il pagamento espresso è molto importante per lo shopping online. Il proprietario del negozio online deve offrire ai clienti il ​​modo più rapido possibile per pagare la transazione senza modificare la piattaforma o la registrazione. Tale procedura aumenta le possibilità di un’operazione di successo. Nel 2022 i negozi semplificheranno il percorso di pagamento del prodotto. È molto più probabile che i clienti utilizzino l’opzione di acquisto con un clic.

Vendite mobili

L’M-commerce è una tendenza valida dal 2020. Tuttavia, continuerà a crescere nel 2022. Soprattutto perché già oltre il 50 percento. Tra i consumatori europei, fanno acquisti con i loro telefoni cellulari. Durante il nuovo anno, le aziende di e-commerce migliorano costantemente la propria esperienza di acquisto sui dispositivi mobili. Innanzitutto le novità riguardano la semplificazione delle modalità di pagamento.

Sviluppo sostenibile

Ogni anno i consumatori sono sempre più consapevoli del tema della tutela ambientale. Sanno che possono cambiare il loro comportamento di acquisto per essere più ecologici. Ecco perché cercano negozi ecologici. Un eccellente esempio di un tale negozio online è Mr. Pablo, dove una scheda “sostenibile” separata ha meno e zero rifiuti, carbon neutral o commercio equo. L’integrazione della sostenibilità nel tuo modello di business ti aiuterà a raggiungere un nuovo segmento di clienti.

Fare acquisti sui social

Il social commerce è una branca dell’e-commerce la cui popolarità sta crescendo sempre più velocemente. Molti consumatori prendono decisioni di acquisto durante la navigazione sui social media. Alcuni di loro acquistano il prodotto direttamente tramite Facebook o Instagram. Ad esempio, Instagram Shop e Instagram Checkout stanno diventando sempre più popolari in quanto consentono di effettuare pagamenti tramite Instagram senza dover visitare il sito Web o l’app di un marchio specifico.

Intelligenza artificiale e machine learning

L’intelligenza artificiale è sempre più utilizzata nell’e-commerce. Aiuta a personalizzare l’esperienza di acquisto del cliente. Grazie all’intelligenza artificiale (AI), meccanismi automatizzati e intelligenti apprendono il comportamento dei consumatori e adattano l’offerta ai singoli utenti. L’intelligenza artificiale può dare suggerimenti in base alla cronologia delle ricerche, agli acquisti passati e al sesso. Secondo gli esperti, i consigli intelligenti (come Google Ads di IdoSell) sono solo l’inizio dell’utilizzo dell’intelligenza artificiale nell’e-commerce.

Ricerca vocale

Nei paesi di lingua inglese, Siri, Alexa e Okay Google stanno diventando sempre più popolari. Gli assistenti vocali non fanno ancora “appello” ai consumatori polacchi. Tuttavia, secondo le previsioni degli esperti, in futuro gli ordini nei negozi online con comandi vocali diventeranno sempre più popolari. Questo perché velocizza il processo e diversifica il percorso di acquisto, consente di pulire o guidare e allo stesso tempo fare la spesa. Tuttavia, ci vorrà del tempo prima che gli assistenti diventino dominanti nell’e-commerce.

Chatbot e robot vocali

La maggior parte dei negozi online utilizza già i chatbot. Tuttavia, si prevede che crescano ancora di più nel 2022. Innanzitutto perché in essi si sviluppa il livello di personalizzazione. Salutano i clienti, li aiutano, li guidano. Il consumatore ha l’impressione di parlare con una persona reale. In un negozio online, i chatbot possono rispondere alle domande più frequenti, risolvere i problemi dei clienti e offrire prodotti su misura per le esigenze del consumatore.

Realtà aumentata e virtuale

La realtà virtuale e aumentata elimina uno dei punti deboli dell’e-commerce: l’impossibilità di verificare l’aspetto reale del prodotto. Grazie alla VR, l’acquirente può posizionare una grafica/foto del prodotto nei propri locali. e ottenere un’immagine di come appare l’oggetto nel mondo reale. La realtà virtuale è già utilizzata, ad esempio, da Ikea.

Consegna con droni

La consegna dei pacchi con i droni sembra un’idea dei film di fantascienza. Tuttavia, questo è un metodo che si vede sempre di più nelle offerte dei più grandi marchi. Soprattutto perché è molto redditizio, soprattutto per le consegne locali. Amazon, Fed Ex e Alibaba stanno già utilizzando droni in alcune aree del mondo. Un altro problema sono le capacità e lo sviluppo tecnologico insufficiente dei droni. Tuttavia, la pandemia e la necessità di distanziamento sociale stanno costringendo i negozi online a cercare opzioni di consegna contactless. I droni, d’altra parte, si adattano perfettamente a questa esigenza. Oltre ai motivi di sicurezza, i droni richiedono meno soldi e non lasciano l’impronta di carbonio delle auto. Inoltre, raggiungono anche luoghi molto difficili da raggiungere. I droni sono la canzone del futuro, ma l’interesse dei giganti per questa forma di consegna fa sì che possa essere ascoltata sempre di più nel prossimo anno.

Imballaggio insolito del pacco

La personalizzazione e la creatività delle confezioni dei prodotti è una tendenza che giocherà un ruolo chiave nel 2022. I consumatori prestano sempre più attenzione a come vengono realizzate le loro confezioni. Tengono conto dell’ecologia, dell’estetica, dell’elemento sorpresa e della personalizzazione. Per rendere l’esperienza di acquisto ancora migliore, i consumatori si aspettano qualcosa che attiri la loro attenzione, sia rivolto solo a loro ed evochi emozioni positive. Se l’imballaggio è originale, è semplicemente più probabile che il cliente torni al negozio.

Consultazione video

Questa è un’altra tendenza causata dalla pandemia di Covid-19. I consumatori non potevano visitare i negozi, quindi alcuni venditori hanno deciso di mostrare le loro offerte non solo attraverso foto e registrazioni, ma anche attraverso videoconferenze. Di conseguenza, il cliente guadagna più fiducia nel venditore e chiude l’affare più spesso. La conferenza viene utilizzata ad es. negozi del settore moda.

2021

L’anno scorso, l’e-commerce ha visto non solo un aumento delle vendite, ma anche un enorme tasso di sviluppo. Le piattaforme dei negozi hanno iniziato a introdurre servizi che prima non c’erano. I commercianti possono includere nei loro negozi, ad esempio, leasing, pagamenti dilazionati, consegne facili e veloci in altri paesi o cooperazione con servizi di vendita in tutto il mondo. L’anno 2021 è anche un periodo di cambiamenti nel comportamento di acquisto dei consumatori. Secondo il rapporto “Omni-commerce. Comprerò comodamente nel 2021” (creato dalla Camera di Economia Elettronica) all’inizio della pandemia di COVID-19, i clienti di shopping online hanno ridotto la spesa ed evitato maggiori investimenti, ma ora questo ha cambiato. È molto più probabile che acquistino online, si abbonino a piattaforme di streaming o acquistino più prodotti dell’industria alimentare. Lo sviluppo dell’e-commerce è stato significativamente influenzato anche dallo sviluppo del web, dalla crescente fluidità di Internet (soprattutto sui dispositivi mobili) e dalla crescente importanza dell’intelligenza artificiale. In sintesi, si può affermare che nel 2021 è aumentata la soddisfazione di fare affari nei negozi online, le abitudini sono state rivalutate e lo shopping online ha portato molti servizi sia ai consumatori che ai venditori.

Leave a Comment