Le vendite di e-commerce di Amazon sono diminuite nel secondo trimestre

Sebbene le vendite dell’e-commerce di Amazon siano diminuite nel secondo trimestre, la direzione dell’azienda ha lasciato intendere che le cose potrebbero essere migliori di quanto sembrano inizialmente. I risultati sono migliori rispetto all’anno precedente e nettamente superiori alle aspettative. Secondo i dirigenti di Amazon, non subirà un calo della spesa dei consumatori causato dall’inflazione.

Le vendite del negozio online di Amazon sono in calo

Amazon nel secondo trimestre si è registrato un fatturato complessivo di 121,23 miliardi di dollari. Si tratta di un aumento del 7% rispetto all’anno precedente e ben al di sopra dei 119,09 miliardi di dollari che gli analisti si aspettavano. Ma Vendita negozio online Amazon il calo è continuato, in calo del 4% anno su anno, suggerendo che lo shopping online potrebbe aver raggiunto un limite. Servizi Web Amazon (AWS) nell’ultimo trimestre è stato registrato un fatturato di 19,7 miliardi di dollari, che è più del previsto Wall Street 19,56 miliardi di dollari.

AWS, che fornisce piattaforme di cloud computing on-demand e un’API”commissioni di distribuzione“, è diventata la vacca da mungere dell’azienda. Come mostrato nei dati Gruppo di ricerca sulla sinergia, AWS attualmente il 34 per cento. dal mercato dei servizi di infrastruttura cloud da quasi 55 miliardi di dollari. Advertising Services, la prossima vacca da mungere dell’azienda, ha visto le entrate crescere del 14% a 8,76 miliardi di dollari. I risultati hanno sorpreso e deliziato gli analisti.

Un risultato migliore del previsto per il secondo trimestre e previsioni di vendita ottimistiche per il terzo trimestre mostrano che Amazon è più preparata a resistere alle pressioni inflazionistiche e a beneficiare di una base di clienti più ricca. Questo è il contrario walmart, i cui consumatori appartengono alla categoria marginale inferiore, ha affermato Dico a Goyal, Analista di vendita al dettaglio senior con Intelligenza Bloomberg.

Leggi anche: Amazon spende cinque volte di più in ricerca e sviluppo rispetto all’intera Polonia

Buone previsioni sul futuro

Sebbene le vendite dell’e-commerce di Amazon siano diminuite, il team di gestione dell’azienda ha suggerito che la situazione potrebbe essere migliore di quanto sembri. In una conversazione telefonica con gli analisti, il CFO Brian Olsavsky Amazon ha affermato che non sta vivendo un calo della spesa dei consumatori guidato dall’inflazione. Un approccio ottimista Amazon l’inflazione contrasta con gli avvertimenti di rivali come Walmart nelle ultime settimane.

Abbiamo assistito a un aumento della domanda durante il trimestre e abbiamo avuto un giugno molto forte, ha affermato Olsavsky.

Nel primo quarto Amazon ha aumentato il prezzo del suo servizio Amazon Prime negli Stati Uniti. Ha anche aumentato i prezzi nel secondo trimestre Primo in tutta Europa e ha imposto un supplemento del 5% su carburante e inflazione ai venditori che utilizzano il suo servizio Riempimento Da Amazon. Olsavsky ha difeso queste decisioni nelle discussioni con gli analisti.

Abbiamo aggiunto con riluttanza questa commissione a maggio per compensare alcune delle pressioni inflazionistiche che stiamo assistendo. Non voglio dire che nessuno di questi aumenti sia vicino ai nostri costi, ha detto.

Gli osservatori del settore hanno affermato che l’aumento dei prezzi era prevedibile.

Marcatura Amazon Prime In Europa, non sorprende dopo l’inflazione e la carenza di manodopera dell’anno scorso. Sebbene sia inevitabile che alcuni acquirenti possano annullare la propria iscrizione dopo un aumento di prezzo, mi aspetto che la maggior parte dei membri Primo espandere l’ordine. Nella nostra ricerca precedente, il 75% dei consumatori ha affermato che la spedizione più rapida e gratuita era il motivo principale per aderire al programma Primo. È stato anche il motivo principale per espandere l’adesione Primo – Egli ha detto Matt Kates, vicepresidente senior Claro Commercio, fornitori di soluzioni fedeltà.

Leggi anche: Amazon aumenta i prezzi. Costi logistici sempre più elevati

Acquista con Prime

Una delle iniziative chiave di Amazon nel secondo trimestre è stata “Acquista con Prime“, che consente ai rivenditori di vendere i prodotti che scambiano con il gigante dell’e-commerce direttamente dai propri siti Web. La funzione è vista come parte di uno sforzo più ampio per soffocare lo slancio del rivale. Shopify. Quando parli con gli analisti, Dave Fildes, direttore delle relazioni con gli investitori in amazzone, ha affermato che i rivenditori sono soddisfatti del programma e si aspettavano che più persone ne trassero vantaggio.

Amazon ha detto che si aspetta buoni risultati per il trimestre in corso. Si stima che il fatturato crescerà del 13-17% nel terzo trimestre. Ciò spingerebbe le entrate di questo trimestre da $ 125,0 miliardi a $ 130,0 miliardi, ovvero dal 13% al 17% rispetto al terzo trimestre del 2021. L’utile operativo dovrebbe variare dal pareggio a 3,5 miliardi di dollari. In confronto, nel terzo trimestre dello scorso anno è stato di 4,9 miliardi di dollari.

Nel trimestre terminato il 30 giugno 2022 Amazon le vendite registrate in Nord America sono state di 74,43 miliardi di dollari, con un aumento di circa il 10,2% rispetto ai 67,55 miliardi di dollari dell’anno precedente. Le vendite nette internazionali sono diminuite per il secondo trimestre consecutivo a 27,07 miliardi di dollari. Questo è l’11,9% in meno rispetto a un anno prima a $ 30,72 miliardi. La perdita netta è stata di $ 2,0 miliardi, mentre l’utile netto dell’anno precedente è stato di $ 7,8 miliardi. La società ha attribuito la perdita a una svalutazione di 3,9 miliardi di dollari al lordo delle imposte degli investimenti nel produttore di veicoli elettrici. Rivian Automotive.

Leggi anche: una svolta nella logistica Amazon grazie al servizio “Compra con Prime”.

Amazon ha riportato una perdita di $ 3,8 miliardi

Leave a Comment