Comprare un appartamento in costruzione in un’ex villa tedesca o forse una casa in affitto? Coinvolgi un designer d’interni in questo

Il design dal punto di vista del mercato primario

Quando scegli un nuovo appartamento e decidi di supportare un interior designer, vale la pena distinguere due prospettive proprio all’inizio. La prima riguarda gli appartamenti indipendenti. Spesso sono solo nelle fasi iniziali della progettazione o della costruzione, cioè in un momento in cui abbiamo diverse opzioni di sistemazione.

– Mi capita abbastanza spesso di essere avvicinato da clienti che non hanno ancora fatto un acquisto o che hanno acquistato un appartamento unifamiliare, ma si tratta di appartamenti che sono cosiddetti buchi nel terreno – il committente sta costruendo questo edificio o l’edificio deve ancora essere costruito – afferma Natalia Malarska – Il vantaggio della conversazione precedente con l’interior designer è che di solito possiamo apportare alcune modifiche allo sviluppo – aggiunge.

Cosa significa in pratica? Prima che i muri vengano installati nei locali, viene presentato l’elettricista o l’idraulico, lo sviluppatore consente le modifiche entro il budget limitato. Ora è il momento giusto per proporre tramezzi mobili, riorganizzando i punti elettrici e idraulici.

– A questo punto dovresti parlare con un interior designer, perché lui o lei può consigliare se, ad esempio, la disposizione delle pareti proposta dal committente è adattata alle esigenze di un determinato cliente, se vale la pena abbandonare o modificare . una delle pareti. In questo modo, i costi che sorgerebbero se queste modifiche costruttive fossero attuate solo in una fase successiva possono essere notevolmente ridotti – suggerisce Malarska

Naturalmente, lo sviluppatore aumenta le modifiche rendendo abbastanza il prezzo finale dell’intero. Tuttavia, vale la pena tenere presente che – soprattutto – c’è sempre un insieme di fondi da cui attingere e proporre le nostre soluzioni. In secondo luogo: è più facile ed economico pianificare lo spazio prima che smantellare e rimuovere le rovine dopo l’intera costruzione.

Come progettare in uno specifico mercato degli accessori?

Un altro aspetto della collaborazione con un interior designer è legato all’aftermarket. Ed è un mercato dei ricambi molto specifico: case in affitto, vecchie ville, ex case tedesche.

È un tipo di proprietà unico che ora è molto popolare e continua a crescere. Tali spazi sono unici e di solito si trovano nei centri cittadini e nei vecchi quartieri. Inoltre, possono essere classificati come immobilizzazioni che, a differenza di alcuni investimenti di sviluppo, non si deprezzano nel tempo.

Sono inoltre caratterizzati da meravigliose possibilità di sistemazione, motivo per cui dovresti rivolgerti anche a un professionista nel mercato della pietra.

– Ci possono essere molte sorprese nei condomini – sottolinea Natalia Malarska – Quindi vale la pena assumere fin dall’inizio un esperto in questo campo, che può mostrarti e dirti cosa deve essere conservato, ristrutturato e cosa deve essere fatto. monitoraggio della conservazione e sarà costoso, e forse richiederà cambiamenti strutturali e la partecipazione del costruttore e l’approvazione, ad esempio, della comunità.

La collaborazione con un arredatore d’interni durante la fase di selezione dell’appartamento offre al cliente l’opportunità di prendere la decisione giusta in merito alla scelta dell’appartamento che gli si addice e apre la strada che lo attende in relazione a questo acquisto. Dopotutto, le case in affitto offrono incredibili possibilità di sistemazione.

Tuttavia, ci sono diverse cose coinvolte nell’estrazione della loro bellezza. In primo luogo, coinvolgere le persone giuste con le competenze e l’esperienza giuste per questo tipo di progetto. Inoltre, ristrutturazioni di successo sono una questione di tempo e, naturalmente, la consapevolezza dei costi da parte dell’investitore.

Antiche ville o case in affitto: la storia del luogo incontra l’individualismo del proprietario

Il supporto di un interior designer facilita l’acquisto di un appartamento. Come può aiutarci una persona del genere nel caso di ville e villette a schiera?

– Si tratta di servizi accessori – spiega Malarska – Il primo incontro per una valutazione preliminare delle opzioni di sistemazione per un determinato spazio costa solitamente circa 500 zloty. Il prezzo dipende dalle dimensioni dello spazio e dallo studio dell’architetto. L’aumento delle competenze, ad esempio un incontro con un costruttore o un consulente per la conservazione della natura, comporta costi aggiuntivi. Gli architetti d’interni sono solitamente in contatto con persone reali che lavorano in una specifica area di mercato.

I mercati di Varsavia, Breslavia e Poznań sono diversi. Nonostante questo, un architetto con esperienza in questo tipo di interior design può consigliarci su questioni tecniche già al primo incontro. Racconta cosa può essere conservato, come aprire un determinato sistema, come apportare modifiche all’installazione o se possiamo introdurre condivisioni o connessioni aggiuntive, ad esempio, per espandere questo spazio e dargli un po’ di vita.

Entro nella stanza, vedo le possibilità di sistemazione e so cosa si può fare con lo spazio per renderlo più attraente – dice Natalia Malarska e aggiunge – Ma la cosa più importante è che la casa rifletta la vita dei residenti: i luoghi in cui hanno viaggiato a, oggetti e idee che li ispirano. L’uomo è il centro dello spazio! Durante tutto il processo di progettazione, il nostro approccio dovrebbe essere personale, intuitivo e ponderato. Compito dell’architetto è soprattutto capire queste esigenze, affinché i futuri visitatori possano sentirsi a proprio agio e allo stesso tempo eccezionali nel nuovo spazio.

Ci sono anche altri problemi stilistici. Già al primo incontro, l’architetto può consigliare cosa fare e cosa davvero non dovrebbe essere fatto, nonché quali attività conserveranno la bellezza naturale di questi edifici e gli interni dei condomini.

L’interior designer aiuta anche con le procedure delle autorità competenti. Inizialmente ci informa su possibili restrizioni legate alla futura ristrutturazione. Questi sono ad es. vincoli strutturali o legati alla conservazione della natura. Valuta e segnala gli elementi che devono essere preservati: si tratta di elementi strutturali, dettagli in stucco, vecchie porte o pavimenti che devono essere ricreati.

Grazie alla sua esperienza e ai progetti che ha realizzato, l’interior designer ha solitamente un’ottima fantasia spaziale. E dovresti assolutamente approfittare di questa caratteristica prima di acquistare l’appartamento dei tuoi sogni nel cosiddetto mercato della pietra.

Comunicato stampa: Lensomai

Valuta la qualità del nostro articolo:

Il tuo feedback ci aiuta a creare contenuti migliori.

Leave a Comment