Una settimana con un festival della cultura ebraica a Grodzisk. Consulta il programma dell’evento: Grodzisk News


Notizie di Grodzisk


Una settimana con un festival della cultura ebraica a Grodzisk.  Controlla il programma dell'evento - Grodzisk News

Nella seconda metà di agosto, Grodzisk sarà il centro degli eventi del terzo Festival della cultura ebraica. L’evento dura una settimana ed è ricco di arti diverse. L’edizione di quest’anno tratta del ruolo delle donne nel simbolismo, nella cultura, nell’arte, nella letteratura e nelle tradizioni ebraiche e israeliane. Lo sponsor mediatico dell’evento è GrodziskNews.pl.

La New Culture and Education Association e la casa editrice Taurus Edukacja i Kultura vi invitano da tre anni a Grodzisk Mazowiecki per un festival di cultura ebraica di una settimana. Per sette giorni, 19.-25. Ad agosto ci saranno incontri letterari, laboratori culinari, didattici e audio, proiezioni di film organizzate in collaborazione con il Warsaw Jewish Film Festival, conferenze e panel di esperti, nonché mostre e concerti. Un punto importante per preservare l’identità ebraica della città è soprattutto il concerto del Bastarda Trio, mostra dedicata alla famiglia Frejdlich e Ewa Partum, un incontro con i discendenti delle famiglie ebree di Grodzisk provenienti da Belgio, Francia e Israele. , e l’apertura di un’installazione all’aperto per commemorare la famiglia Gerecht e gli ebrei belgi assassinati durante l’Olocausto.

ANNO DOMINI

Pubblicità per Grodzisk Mazowiecki

–Quest’anno Grodzisk Mazowiecki Festival della cultura ebraica: di FROJ | La donna si esibisce in 4 location: nel tendone del festival (un parco intitolato al conte Skarbek), nella galleria JCF alla stazione ferroviaria, nella Biblioteca pubblica (edificio Mediateka, ul. 3 Maja 57) e nel ristorante The Park ( costruzione). Mediateca, ul. 3 Maja 57), dove la settimana della cucina israeliana è organizzata durante tutto il festival, affermano gli organizzatori del festival.

LETTERATURA
Ci saranno quattro incontri di libri quest’anno. Agata Tuszyńska, autrice di libri come Oskarżona Wiera Gran, Żongler, si esibirà a Grodziski il giorno di apertura del festival. Romain Gary o Mama torna sempre. L’incontro si svolgerà attorno a quest’ultimo titolo che Two Sisters ha pubblicato. Sabato 20 agosto incontreremo Mariusz Szczygieł, domenica, durante il picnic di famiglia, la dott.ssa Agnieszka Szurek di Discovering Close Stories parlerà della cucina di Grodzisk. Zofia Zięba e Krzysztof Modelski, che hanno tradotto libri di Ester Kreitman Singer e Izrael Joszuy Singer per la casa editrice Fame Art, si esibiranno anche a Grodziski durante il JCF. L’intervista è condotta da Roman Kurkiewicz. A metà settimana, c’è un incontro d’autore con Karolina Sulej, l’autrice del libro best-seller Affari personali. Il partner della parte letteraria del festival è la biblioteca pubblica del comune di Grodzisk Mazowiecki. Incontri con Agata Tuszyńska, Karolina Sulej e Mariusz Szczygł ospitati da Magdalena Żerek (Biblioteca pubblica / sito ReadamTo).

RELIGIONE
Conigli? Naturalmente, ma… rabbini? SI! Nel giorno di apertura del festival – prima dello Shabbat – Małgorzata Kordowicz della comunità ebraica di Varsavia racconta come le donne possono diventare rabbini. Il rabbino Icchak Rapoport della comunità ebraica di Varsavia parla del ruolo delle donne nell’ebraismo. Un incontro con il rabbino Małgorzata Kordowicz si terrà il 19 agosto alle 17 (prima dello Shabbat) Un incontro con il rabbino Icchak Rapoport il 24 agosto presso la Biblioteca pubblica.

MUSICA
Il trio guidato da Paweł Szamburski Bastard prepara una versione da concerto dei nigunas della famosa dinastia chassidica Grodziski Shapiro per ordine speciale del festival. Elimelech Szapiro fondò la dinastia nel 19° secolo, i suoi membri erano Kalonimus e Izrael Szapiro. Grazie al lavoro intensificato in Israele, gli organizzatori sono riusciti a trovare registrazioni e registrazioni dei nigun, che saranno presentate dal vivo il 21 agosto.

Prima di Bastarda, Kapela Timingeriu esegue il repertorio di Gadzie i Goje. I rappresentanti di Karrot Kommando sono una fusione esplosiva di musica ebraica e gitana.

Poiché il tema del festival sono le donne, la selezione musicale non poteva mancare. Anna Riveiro, il primo punto di cambio valuta in Polonia, e l’artista norvegese Bente Kahan presentano i loro programmi originali.
Il primo giorno del festival, Grodzisk ospiterà anche un DJ di Łódź, il proprietario dell’iconico club P29 Blumenthal con canzoni femminili (discoteca/house).
La parte musicale del festival si svolgerà dal 19 al 21. Agosto.

PICNIC
Il terzo giorno della festa (domenica) è letteralmente dedicato alle famiglie. Ci sarà un picnic in famiglia, durante il quale ci saranno laboratori di tessitura dei cottage (guidati da Hanna Kossowska della comunità ebraica di Varsavia), laboratori educativi con la dott.ssa Halina Postek del Museo del ghetto di Varsavia e giochi all’aperto per bambini. Ai partecipanti sarà offerto un rinfresco garantito dai partner del Festival, dal ristorante The Park e dal panificio Putka. Durante il picnic, l’associazione Discovering Bliskie Historie raccoglie le ricette di famiglia di Grodziski. Le piantine di erbe Baziółka aspettano come ricompensa.

È ANCHE LA NOSTRA TRADIZIONE
Per centinaia di anni Grodzisk è stata abitata da una comunità ebraica e per molti anni la percentuale di ebrei ha costituito la maggioranza di tutti i residenti. Pertanto, un punto importante nel ricordare la storia ebraica è l’introduzione delle famiglie che hanno aiutato la città. L’anno scorso è stata presentata una mostra dedicata alla famiglia Gerecht. Quest’anno, con il sostegno dell’Ambasciata belga in Polonia e della Fondazione PZU, verrà realizzata un’installazione all’aperto tutto l’anno dedicata alla famiglia Gerecht e agli ebrei belgi assassinati nella Shoah. L’installazione sarà situata in via Harcerska. Inoltre, Nowa Kultura i Edukacja e Taurus Edukacja i Kultura ry pubblicano la rivista Bronisława (Brandli) Gerecht nel 1915-1917. L’installazione sarà annunciata il 20 agosto. L’evento sarà arricchito dall’artista, attrice e performer Maja Luxenberg, che leggerà estratti dal mio diario di Bronka Gerecht.

Il 19 agosto verrà inaugurata la galleria FKŻ presso la stazione ferroviaria di Grodzisk Mazowiecki (ul. 1 Maja 4), dove potrete conoscere la storia della famiglia Frejdlich. I Frejdlich erano associati a Grodziski dal 20° secolo e vivevano a Willa Niespodzianka. Maurycy Frejdlich, il nonno di uno dei più famosi artisti polacchi contemporanei, Ewa Partum, era un consigliere locale e presidente dei vigili del fuoco volontari di Grodzisk. Jerzy Matczak e Piotr Zegarski dei vigili del fuoco volontari di Grodziski hanno aiutato a preparare la mostra.

Com’era la storia ebraica di Grodziski? Finora abbiamo conosciuto solo frammenti, ricordi, fatti brevi e asciutti. Ma nel 1936 Salomon Neuhaus decise di scrivere la storia della città e presentarla in termini ebraici. La traduzione della storia scritta in yiddish è stata preparata dalla dott.ssa Martyna Steckiewicz. Ora, grazie al testo di Salomon Neuhaus, possiamo scoprire come funzionava la città e se fosse davvero una stetl.

Il 20 agosto appariranno a Grodzisk anche i discendenti e i discendenti delle ex famiglie ebree di questa città. All’incontro Eravamo di Grodzisk, potrete ascoltare le storie delle famiglie Rozenblum (Francia), Fogiel (Francia/Israele) e Gerecht (Belgio). La storia della città è presentata da Janusz Sobieraj, storico cittadino e cittadino onorario di Grodzisk. Durante l’incontro sarà presentata in anteprima la pubblicazione By We z Grodziska dedicata alle famiglie ebraiche di Grodziska.

Il 25 agosto è dedicato al cimitero ebraico di Grodzisk. In primo luogo, Maciej Wirmański (etichetta Szara Reneta) condurrà seminari di registrazione sul campo (registrazioni sul campo) e poi incontrerà Magdalena Buda e Krzysztof Bielawski nella Biblioteca pubblica, dove esperti e specialisti del festival discuteranno il significato e la storia dei simboli scolpiti nel matzevot. Dal cimitero di Grodziski. Durante l’incontro sarà presentata una cartella con il simbolismo matzevot.

Ogni anno, il festival si propone di presentare le storie di ebrei di altre città. Nel 2021 hanno parlato di ebrei di Konstancin, Jeziorna, Skolimów e Łódź. Quest’anno verrà presentata la storia dell’ebraico Brwinów. Domenica 21 agosto un incontro con il sig. Grzegorz Przybysz della Società degli amici di Brwinów e dell’Istituto Jakub Bendkowski di storia ebraica.

L’intero programma lo trovate QUI

Leave a Comment