Fare acquisti in chat. Negozio parlante

Poiché le catene di vendita al dettaglio creano casse self-service, c’è una tendenza inversa su Internet. Nei negozi online, puoi chiedere consiglio a un chatbot oa un venditore direttamente tramite Messenger o effettuare un ordine in questo modo. Come il commercio conversazionale cambierà le abitudini di acquisto – prevedono gli esperti di SMSAPI.

Il tasso medio di abbandono del carrello durante gli acquisti online è del 70%. Le e-mail di abbandono del carrello sono diminuite del 7%. Per i clienti SMS, questo risultato è del 21%. Il canale per la comunicazione bidirezionale cliente-venditore può essere un chatbot, un assistente vocale, una chat sul sito web del negozio o una conversazione tramite Messenger o SMS

I clienti che possono godere di una buona esperienza di acquisto online spendono di più. Un componente di tale esperienza oggi dovrebbe essere l’utilizzo di una chat veloce, un messaggio o un messaggio di testo invece di chiamare una hotline.

Devi chiarire rapidamente i tuoi dubbi

Un cliente online ha bisogno di una risposta rapida quando i dubbi lo affliggono appena prima di effettuare una transazione. Ci si può preoccupare se ha ordinato la taglia giusta o se può restituire la merce se l’acquisto si è rivelato sbagliato – afferma Maja Wiśniewska, responsabile marketing di SMSAPI. – I carrelli abbandonati sono uno svantaggio dell’e-commerce. Attualmente, un efficace antidoto è contattare il cliente in negozio tramite chat o sms.

Lo ha dimostrato uno studio del 2020 da un rapporto congiunto di SMSAPI e Shoper solo un acquirente su cinque di solito non abbandona il carrello. Altri lo fanno per una serie di motivi e l’8 percento. ammette addirittura che non smette di fare acquisti apposta nella speranza che il venditore li contatti con un’offerta più allettante.

Che cos’è il trading conversazionale?

A proposito, la pubblicità conversazionale è marketing conversazionale o commercio tramite chat. Si basa su utilizzando i canali SMS per scopi di vendita. Siamo già abituati a questa idea con messaggi di testo, chat e messaggi istantanei. Lo shopping è sempre stato una conversazione tra venditore e cliente, ma l’e-commerce con il suo self-service ha leggermente disturbato questo rapporto. Ora assume di nuovo un carattere a due facce. Il cliente chiede e riceve consigli personali. Alcune app di messaggistica ti consentono di affrontare insieme l’intero percorso di acquisto.

Il canale di comunicazione bidirezionale può essere un chatbot, un assistente vocale, una chat dal vivo sul sito Web del negozio o una conversazione tramite applicazioni di messaggistica popolari come WhatsApp o Messenger. Un’altra opzione è lasciare un numero di telefono e attendere che il negozio ti contatti, tramite telefono o SMS.

Il 54 percento degli utenti di Internet ha utilizzato i chatbot durante gli acquisti, il 28 percento. con il loro aiuto, ha segnalato un errore o un reclamo – segnala l’ufficio di Symetria UX. Si prevede che queste cifre aumenteranno.

Nel suddetto sondaggio SMSAPI e Shoper “Comunicazione dei negozi online”, la metà degli intervistati ha dichiarato di voler ricevere notifiche tramite il canale di propria scelta sui prodotti che ha precedentemente aggiunto al carrello.

SMS restituisce cestini

Al giorno d’oggi, la comunicazione dei negozi online è solitamente supportata dalla posta elettronica. Tuttavia, gli utenti sollevano il telefono molto più spesso per motivi diversi dalla posta elettronica in arrivo e reagiscono anche in modo diverso ai messaggi di testo rispetto alle notifiche delle app. Il tasso di apertura dei messaggi di testo è del 98% e il tasso di risposta è del 45%, mentre i valori corrispondenti sono del 20%. e il 6 per cento per e-mail – afferma Gartner. Pertanto, un canale di sms creato appositamente per i dispositivi mobili può rivelarsi più efficace nel contattare o convincere i clienti indecisi.

Stanchezza nelle applicazioni

Mentre le e-mail di abbandono del carrello si convertono del 7%, i messaggi di testo si convertono del 21%, secondo LiveRecover. In pratica, può essere ancora di più se ti occupi della qualità del database dei contatti.- Secondo la nostra ricerca, il 69 percento degli SMS Mobile viene letto dai destinatari in 5 minuti e il 91 percento. in un’ora. Ecco perché il marketing basato su SMS consente di comunicare con i consumatori in modo più diretto e aumenta la loro partecipazione – afferma Maja Wiśniewska, Marketing Manager di SMSAPI. E aggiunge – Stiamo guardando fenomeno della fatica dell’applicazione (stanchezza delle app) causato dalla necessità di scaricare più programmi per risolvere il problema.

In attesa di RCS

Clienti e aziende sono in attesa di una nuova soluzione, che combini la funzionalità multimediale della chat con emoticon e messaggi di testo. Questa tendenza è stata definita dallo standard RCS (Rich Communication Services), che è ancora in fase di sviluppo. Allo stesso tempo, è una tecnologia nativa per smartphone che alla fine sarà disponibile per tutti i dispositivi. Ha anche una propria API per le aziende, che consentirebbe la comunicazione di massa con i clienti. Come oggi con i messaggi di testo.

I canali di messaggistica di testo sono in aumento, ma nessuno ha impostato la propria soluzione come standard. Anche le piattaforme non hanno iniziato a integrarsi tra loro. In effetti Alcune aziende si avvicinano ai comunicatori a distanza perché non possono utilizzarli per raggiungere tutti i clienti – afferma Maja Wiśniewska – Tuttavia, ci si può aspettare che con la diffusione di RCS, i venditori su Internet vedranno rapidamente i vantaggi dell’utilizzo di questo nuovo messaggio di testo più multimediale. Grazie a lui, il negozio di chat, che è attualmente una tendenza in aumento, diventerà la “attrezzatura di base” di ogni negozio online – prevede l’esperto di SMSAPI.

Fonte: SMSAPI

Leave a Comment