Come ottimizzare il tuo negozio in modo che Google lo ami?

Contenuti unici o link esterni tematici di alta qualità sono senza dubbio fattori di successo molto importanti nei risultati di ricerca organici. C’è ancora un elemento fondamentale per la felicità: l’ottimizzazione tecnica, che svolge un ruolo enorme nell’e-commerce. Come adattare il tuo negozio online ai requisiti di Google? Cercheremo di discutere le questioni più importanti nell’esempio della piattaforma di e-commerce Shopware 6.

Indirizzi URL

Un URL è uno dei primi elementi che un utente vede quando visita una determinata pagina. Pertanto, è importante che sia leggibile e strutturato in modo logico. Da un punto di vista SEO, anche gli URL amichevoli sono un must indica ai bot l’argomento della pagina. Tra le migliori pratiche per la creazione di URL si possono citare, ad esempio, utilizzare solo lettere minuscole, evitare parametri, utilizzare un trattino come separatore o aggiungere parole chiave.

Nel caso di molte piattaforme di e-commerce, è necessario installare un plug-in aggiuntivo che può essere utilizzato per ottimizzare la struttura degli URL per la SEO. Fortunatamente, Shopware 6 ha questa funzionalità integrata nel nucleo del sistema. Ciò ti consente di personalizzare completamente la struttura URL di categorie, sottopagine di prodotto o pagine di destinazione da un’unica vista.

Reindirizzamenti

Dovresti prestare particolare attenzione ai reindirizzamenti, ad esempio quando sposti il ​​tuo negozio su un nuovo motore o quando l’offerta di prodotti del tuo negozio online cambia dinamicamente. Con i reindirizzamenti, puoi evitare di perdere visibilità e ridurre la frequenza di rimbalzoperché il robot del motore di ricerca è indirizzato al nuovo equivalente della vecchia sottopagina. Grazie a ciò, le posizioni raggiunte nella sottopagina cancellata vengono trasferite alla nuova controparte.

Le sottopagine di categorie o prodotti rimossi in Shopware 6 reindirizzano automaticamente alla prima pagina. Tuttavia, una soluzione migliore è impostare un reindirizzamento a una pagina più pertinente all’argomento dell’URL inesistente. A tale scopo è necessario installare un modulo aggiuntivo, ad esempio SEO Professional a pagamento o reindirizzamento SEO gratuito (301/302).

Velocità di caricamento della pagina

Probabilmente sai per esperienza personale che quando una pagina impiega troppo tempo a caricarsi, probabilmente non aspetti che si carichi completamente, la lasci e basta. Una buona velocità di pagina è un fattore molto importante per l’esperienza dell’utente, ma non solo. Negli ultimi anni, Google ha apportato diverse modifiche al suo algoritmo (incluso Core Web Vitals) che aumentano l’importanza dell’ottimizzazione della velocità del negozio e dell’esperienza della pagina di localizzazione a un posto importante tra i fattori di ranking.

Cosa puoi fare per velocizzare il tuo negozio online? Innanzitutto, assicurati di ridurre al minimo le risorse JavaScript, comprimere i file e rimuovere le risorse che impediscono il rendering. Notare anche il tempo di risposta iniziale del server. Dal punto di vista dell’ottimizzazione della velocità, anche la scelta della piattaforma di e-commerce è importante. Quali opzioni offre Shopware in questo contesto? In primo luogo, l’uso del framework Symfony o l’uso di modelli Twig, ovvero soluzioni note per le loro elevate prestazioni. Puoi anche utilizzare i plug-in disponibili che supportano, ad esempio, un processo di caricamento lento (ad es. Modulo di caricamento lento). Questo elemento richiede sicuramente supporto tecnico, quindi consigliamo la collaborazione con una società di software (es. Smartbees) o un libero professionista.


Fonte: pagespeed.web.dev

Ottimizzazione grafica

Quando si parla di velocità della pagina, è impossibile dimenticare i file grafici. Spesso sono proprio quelli che vengono inseriti nel negozio di dimensioni troppo grandi che influiscono chiaramente sul caricamento della pagina. Non è tutto. Dal punto di vista SEO, anche il titolo del file e il testo alternativo sono importanti e aiutano i bot dei motori di ricerca a definire l’oggetto della grafica che incontrano.

È molto importante che la piattaforma di e-commerce disponga di strumenti integrati per ottimizzare i file di immagine o la possibilità di installare plug-in aggiuntivi. Questo vale anche per Shopware 6. Per impostazione predefinita, puoi modificare il titolo dell’immagine e il testo alternativo. Tuttavia, utilizzando opportuni plugin è possibile ottimizzare le dimensioni dei file immagine (es. Ottimizza immagini con Imagify) o i nomi dei file (es. nomi immagine SEO), che è un grosso problema per molte piattaforme di e-commerce.

Campi di descrizione del contenuto

Il meta titolo e la meta descrizione sono due tag molto importanti per gli utenti e i bot dei motori di ricerca. Il meta titolo è il titolo della pagina che appare nella scheda della finestra del motore di ricerca e nei risultati della ricerca. La meta description, invece, è la descrizione della pagina che compare nei risultati di ricerca appena sotto il titolo. Il tag title è particolarmente importante per la SEO perché indica l’argomento della pagina ai bot. La descrizione gioca un ruolo più importante dal punto di vista degli utenti: li incoraggia ad accedere al tuo sito dalle SERP.

Nonostante il fatto che Google possa modificare il valore del titolo e della descrizione visualizzati nei risultati di ricerca, dovresti assicurarti di scrivere tag di titolo e descrizione univoci per il tuo negozio online. Prestare attenzione alle buone pratiche durante la creazione di questi elementi. La lunghezza del titolo non può superare i 60 caratteri e la lunghezza della descrizione non può superare i 120-155 caratteri. Ricorda di utilizzare il linguaggio dei vantaggi in entrambi i luoghi e di inserire le parole chiave in modo naturale. Soprattutto nel caso del titolo, le frasi sono molto importanti.

La maggior parte dei sistemi di eCommerce dispone di un meccanismo integrato per l’aggiunta di meta tag titolo e descrizione. Non è diverso in Shopware 6. Grazie alle funzioni predefinite, puoi modificare tu stesso il titolo e la descrizione e impostare le formule corrispondenti per la loro creazione utilizzando variabili, ad esempio su una scheda prodotto nella forma: {Nome prodotto} | {Nome del negozio}. Ciò facilita notevolmente l’ottimizzazione delle singole parti.

Mappa del sito

Una mappa del sito è un file che contiene un elenco di tutte le sottopagine del tuo negozio online. Per i robot dei motori di ricerca è una fonte molto importante di informazioni sulla struttura del sito web. Dà loro accesso a tutti gli URL di cui vuoi che esegua la scansione. La creazione di una mappa del sito faciliterà sicuramente il processo di indicizzazione del tuo negozio online e accelererà l’indicizzazione di nuovi contenuti.

Come per altre funzioni, anche in questo caso è possibile compilare l’opzione di creazione della mappa del sito integrata, nonché l’opzione per installare un plug-in aggiuntivo che amplia le funzioni di base, a seconda della piattaforma di e-commerce scelta. In Shopware 6, la mappa del sito viene creata automaticamente. È importante sottolineare che la piattaforma supporta anche un grande negozio online grazie alla suddivisione della mappa del sito in diversi file più piccoli. Puoi anche specificare l’ora di aggiornamento della mappa del sito.

Etichetta robot

Tag Robots è molto utile per gestire la scansione delle sottopagine del sito web. Grazie a lui puoi decidere quali sottopagine del sito web vengono indicizzate e quali robot guardare durante l’indicizzazioneche corregge automaticamente il budget di indicizzazione. Con il parametro “noindex” è possibile escludere ad esempio l’indicizzazione. pagine con poco contenuto, risultati di ricerca dal motore di ricerca interno, carrello o sottopagine di registrazione. Tuttavia, utilizzando il valore “nofollow”, si impedisce al robot di passare alla sottopagina successiva.

In Shopware 6, puoi impostare valori di tag robot univoci, ad esempio con il plug-in SEO Professional a pagamento di cui abbiamo parlato in precedenza. Esistono anche soluzioni gratuite con meno opzioni di configurazione.

Dati strutturati

I dati strutturati (Rich Snippet) sono frammenti di codice che aiutano i robot di ricerca a comprendere meglio il contenuto del tuo sito. Contrassegnare i singoli elementi con il loro aiuto, aiuti i bot a classificare i contenuti pubblicati sul sito web. In questo modo potrai contrassegnare, tra l’altro: prodotti (obbligatori nel negozio online), materiale video, percorso di navigazione, opinioni, sezione FAQ.

Praticamente ogni piattaforma di e-commerce conosciuta ha diversi plugin che ti permettono di aggiungere informazioni strutturate. In Shopware 6, questo include un professionista SEO, menzionato più volte. Puoi anche aggiungere singoli Rich Snippet tramite plug-in separati, ma sappiamo per esperienza che vale la pena concentrarsi su soluzioni complete che semplifichino il processo di gestione del negozio.

Queste sono solo domande selezionate nel campo dell’ottimizzazione tecnica per l’e-commerce. Ci sono molti altri elementi a cui dovresti prestare attenzione, ma non avremmo abbastanza spazio per descriverli tutti. Ricorda che solo una combinazione di molti elementi come contenuti, link building e ottimizzazione tecnica consentirà al tuo negozio online di essere posizionato in modo efficace. Anche la scelta di un motore di e-commerce è un fattore molto importante. Scegli una soluzione che offra un’ampia gamma di modifiche tecniche e non limiti il ​​ridimensionamento della tua attività in futuro, come Shopware 6.

L’articolo è stato preparato dagli esperti di Smartbees, specializzata in implementazioni di e-commerce.

Leave a Comment