Piotr Uszok diventa cittadino onorario di Katowice? Marcin Krupa ha presentato la domanda

Il sindaco di Katowice ha annunciato che Piotr Uszok, ex governatore della città, avrebbe ricevuto il titolo di “cittadino onorario della città di Katowice”. I membri del comitato organizzatore hanno sostenuto questa idea.

Nel comitato organizzativo del consiglio comunale di Katowice di mercoledì, i consiglieri hanno deciso di sostenere il presidente del consiglio comunale di Katowice, che era stato precedentemente nominato da Marcin Krupa. Il governatore della città sta cercando di concedere il titolo di “Cittadino onorario della città di Katowice” a Piotr Uszok, che è stato presidente di Katowice dal 1998 al 2014.

La richiesta è stata avanzata dal leader del consiglio comunale di Katowice e contestualmente dal presidente del comitato organizzativo, Maciej Biskupski, che ha poi annunciato sul suo profilo Facebook che i consiglieri all’unanimità hanno sostenuto l’iniziativa.

Piotr Uszok è cittadino onorario di Katowice? Marcin Krupa ha presentato la domanda

L’ex sindaco di Katowice quest’anno diventerà cittadino onorario di Katowice, seguendo la tradizione di cittadino onorario nell’anniversario della concessione dei diritti di città a Katowice l’11 settembre 1865. Quest’anno, la sessione cerimoniale durante la quale Uszok riceve il il titolo si terrà il 12 settembre.

Marcin Krupa sostiene nella motivazione della domanda che durante il regno del suo predecessore – che lo ha sostenuto anche nelle elezioni comunali del 2014 – “Katowice, nata come città del carbone, è diventata la capitale di una metropoli con più di due milioni di abitanti , che puntava sulla cultura”.

Katowice, come molte città post-industriali, ha dovuto far fronte a progressivi cambiamenti socio-economici. L’allora presidente di Katowice, Piotr Uszok, presumeva nei suoi audaci piani che la cultura imprenditoriale e il turismo avrebbero svolto un ruolo importante nello sviluppo di città come la nostra in futuro. Credeva che fosse un’opportunità unica per Katowice, che allora stava cercando la sua particolarità sulla mappa polacca ed europea. Dopo alcuni anni, si è scoperto che la decisione di Piotr Uszok di fondare una zona culturale è diventata la forza trainante dell’intera trasformazione di Katowice. Grazie alla decisione, Katowice ha potuto impegnarsi per organizzare gli eventi più importanti, tra cui il Summit delle Nazioni Unite sul clima e il World City Forum, oltre a candidarsi con successo per il titolo di Città della musica dell’UNESCO – ha spiegato.

Ha anche ricordato che la presidenza di Piotr Uszok durante tutti i suoi mandati dal 1998 è stata caratterizzata dal trascendere i partiti e le sovra-istituzioni. Non si può negare che per anni l’ex presidente abbia goduto di grande sostegno pubblico e rispetto anche da parte dei suoi oppositori, che tuttavia non hanno mancato di criticare ripetutamente le sue azioni. A molte persone non piaceva concentrarsi su pesanti investimenti a scapito degli interessi dei residenti, la creazione di un “adulatore” politico attorno alla loro posizione politica o il sovraccarico della città di pubblicità. Tuttavia, è difficile togliere a Uszok il fatto che aveva quasi 16 anni nella storia di Katowice.

Egli stesso credeva che lo sviluppo sostenibile della città richiedesse la collaborazione di tutte le parti, dalla scienza alla vita imprenditoriale fino al comune. Un buon esempio di politica intesa in questo modo è stata la stretta collaborazione dei comuni con le università e gli imprenditori privati. Come risultato della cooperazione, sono state prese decisioni non solo sulla costruzione di edifici per uffici, centri commerciali, edifici universitari, edifici residenziali o la costruzione di spazi pubblici amichevoli, ma anche sul mercato del lavoro comune. Queste azioni hanno influenzato lo sviluppo di Katowice e quindi i residenti, che hanno trovato molti nuovi lavori, che erano fondamentali al momento del cambiamento. Oggi stiamo sviluppando questa politica con un focus sulla cultura, l’industria del tempo libero, ma anche facendo coraggiosamente ulteriori investimenti che daranno alla miniera nuove funzioni – intendo il Gaming and Technology HUB, che implementeremo nei locali dell’ex Wieczorek il mio. – ha spiegato Marcin Krupa.

Piotr Uszok si è laureato presso la Facoltà di Ingegneria Elettrica, Automazione ed Elettronica dell’Università di Scienza e Tecnologia AGH di Cracovia. Ha lavorato per anni alla miniera di carbone di Murck. Dopo il cambiamento politico, iniziò quasi subito a lavorare nel governo locale: divenne consigliere, in seguito fu nominato vicepresidente di Katowice e infine presidente (fu nominato per la prima volta a questa posizione dal consiglio comunale, e il suo la candidatura è stata presentata dalla solidarietà delle attività elettorali).

Successivamente – a causa dei cambiamenti nella legge elettorale – Piotr Uszok ha partecipato tre volte alle elezioni locali, vincendo ogni volta. Nel 2014 ha rassegnato le dimissioni e ha nominato Marcin Krupa come suo successore.

Durante la presidenza di Piotr Uszok, Katowice fece notevoli progressi e divenne una delle principali metropoli polacche. La città ha avuto una prospettiva di sviluppo adeguata, è diventata più attraente per gli investitori e si è aperta alla tecnologia moderna. Gli indicatori in rapida crescita della qualità della vita dei residenti di Katowice sono stati apprezzati non solo nelle graduatorie professionali, ma anche dagli stessi residenti, che hanno confermato la loro alta fiducia nelle politiche attuate dal presidente. Tutto questo, sostenuto da molti anni di impegno per la Polonia delle piccole patrie, fa di Piotr Uszok uno dei rappresentanti più importanti dell’autogoverno nazionale dopo la sua restaurazione. È in gran parte grazie a lui che l’odierna Katowice – la capitale della Metropolis GZM – è considerata una delle città più moderne della Polonia, ha affermato Marcin Krupa, ex presidente di Katowice.

Leave a Comment