Un lussuoso hotel dell’epoca della Repubblica popolare polacca è ora un edificio residenziale. Gli spazi comuni sono stati progettati da MIXD

Gli architetti dello studio MIXD hanno trasformato lo spazio di proprietà di uomini d’affari e ospiti della fiera in un luogo dedicato agli studenti. Guardiamo all’interno del magazzino degli studenti a Poznań.

  • I designer di MIXD hanno progettato gli spazi comuni di un dormitorio studentesco privato, Student Depot Poznań.
  • Il dormitorio si trova nell’edificio dell’ex Polonez Hotel a Poznań, uno degli investimenti alberghieri di punta degli anni ’70, costruito per celebrare il 30° anniversario della Repubblica popolare polacca.
  • Gli architetti hanno creato uno spazio che, da un lato, mostra il design di quel decennio; d’altra parte, è attraente per i giovani studenti.
  • Gli elementi conservati degli interni antichi, come il rivestimento in granito, sono combinati con insegne al neon e murales moderni.

Il design degli interni in una proprietà esistente con un’architettura e una storia interessanti è allettante per preservare il più possibile il carattere precedente. Ma come conciliare lo stile monumentale di un hotel di lusso comunista con la freschezza, l’energia e il dinamismo di un moderno appartamento per studenti? I designer MIXD sono riusciti a unire entrambi i mondi e combinare i migliori elementi durante la progettazione degli spazi comuni del dormitorio studentesco privato, Student Depot Poznań.

Il Polonez Hotel di Poznań è stato uno degli investimenti alberghieri di punta degli anni ’70. È stato costruito in onore del 30° anniversario della Repubblica popolare polacca per servire i visitatori della Fiera di Poznań. Questo edificio monumentale (408 stanze!) è rifinito secondo gli alti standard del suo tempo: c’erano pavimenti in marmo, rivestimenti in granito e pannelli in legno. Il tutto è dotato di mobili appositamente progettati. Non c’è da stupirsi che sia stata per molto tempo un’oasi di lusso in un hotel. Già dopo il 1989 qui si tennero i primi balli “capitalisti”, per un po’ qui operò il primo casinò di Poznań.

Aggiungi contrasto

Quando è diventato chiaro che gli studenti avrebbero sostituito uomini d’affari e visitatori di fiere, questo colorato passato si è rivelato una fonte inesauribile di ispirazione per il team di progettazione MIXD, ma anche una sfida.

– D’altra parte, abbiamo voluto presentare questi interni degli anni ’70, salvare e utilizzare materiali nobili e il design di quel decennio. D’altra parte, stiamo cercando un forte contrasto, una svolta e qualcosa di attraente per i giovani residenti del dormitorio di Opiskelijavarikko. Cerchiamo ispirazione da balli, discoteche, playground nei dintorni – racconta Anna StachiAssociato, MIXD.

– L’abbiamo fatto in diversi modi. La grafica è apparsa nella hall, incluso un murale nell’area TV progettato da Katarzyna Bogucka, alias la popolare Nioska. Il rivestimento in granito preservato delle colonne è completato da luci al neon a LED incastonate nella pietra, che non solo illuminano l’interno, ma consentono anche di cambiarne colore e atmosfera grazie ai controller RGB. Abbiamo sostituito le lampade con il soffitto lamellare originale. Abbiamo rivestito il pavimento di marmo in punti selezionati con un tappeto per riscaldare l’interno. Abbiamo introdotto materiali moderni come lamiere trapezoidali, acciaio spazzolato o laminati. E tanti tessuti che aiutano a costruirne l’atmosfera e l’intimità – racconta.

Una lobby, molte funzioni

Oggi, la spaziosa hall dell’hotel è suddivisa in diverse zone più piccole riservate a varie attività per i giovani.

– Non abbiamo cambiato gli interni – abbiamo usato tessuti e rivestimenti per pavimenti per separare le zone. Nei luoghi più utilizzati sono pavimenti in vinile, in luoghi meno frequentati – pavimenti in moquette – descrive Anna Stachi.

Di fronte all’ingresso, abbiamo un simbolico “parco giochi”, una zona di incontro e informazione, dove puoi rilassarti mentre aspetti i tuoi amici o provare gli esercizi sul “custode” e sulle strutture per l’arrampicata. Sul lato destro si trova la reception – realizzata nello spirito del #riutilizzo del bellissimo marmo rosso recuperato durante la ristrutturazione. Di fronte c’è un caffè – con mobili Fameg contemporanei di ispirazione vintage, un pianoforte e un ukulele. I motivi dei piani dei tavoli sono ispirati al terrazzo.

Accanto alla reception c’è un alto tavolo da coworking costruito sulla base dell’ex reception dell’hotel. Qui, gli studenti possono incontrarsi sia per conversazioni casuali che per lavorare in gruppo su progetti di classe. Sempre dalla stessa parte, abbiamo una sala giochi: sia per i giochi da tavolo che per i giochi per playstation. Questa zona si distingue per un rilassante colore turchese e un accento divertente sotto forma di una vasca da bagno piena di palline, perfetta per fare un #selfie felice con gli amici.

Display con Popcorn

Nell’area TV opposta, abbiamo due hit: i divani Notin King spaziosi e comodi e una macchina per fare… i popcorn. Grazie a questa prelibatezza, ogni spettacolo è come andare al cinema. E quando giocheranno i nostri giocatori? Quindi le tende in tessuto che separano i salotti e la caffetteria possono essere spostate di lato e tutti coloro che sono interessati al dormitorio del deposito studentesco possono incoraggiare.

E cosa resta a coloro che hanno solo bisogno di concentrarsi sull’apprendimento? All’estremità opposta della lobby, lontano da intrattenimenti rumorosi, c’è uno studio tranquillo, l’unica stanza separata in modo permanente in cui è possibile concentrarsi sugli esami e sulla preparazione degli esami su una grande tavola rotonda.

In tutto l’interno, troviamo molti accenti che rimandano al passato dell’hotel. Un’autentica lampada del reparto mobili dell’hotel illumina la zona giorno e un tavolo rinnovato con gambe tornite è utilizzato dai giocatori di bordo. Accanto alla reception c’è un carrello dell’hotel per i bagagli – se qualcuno vuole portare in camera valigie molto pesanti. “Sappiamo che ai giovani utenti piace questo arredamento e che sono ansiosi di invitare i loro amici a mostrare le loro vite. Anche il fatto che qui c’era un hotel, che questo luogo ha una storia unica che vale la pena conoscere.” L’eredità dell’hotel è anche una posizione molto comoda: vicino all’Università di Adam Mickiewicz, Park Cytadela, comodo accesso alla stazione ferroviaria e il centro storico di Poznań.

Ti è piaciuto l’articolo? Ghiaccio!

Leave a Comment