Al college sono “donne dell’ufficio del preside” e dopo il lavoro? Viaggiatori, amanti dei libri, ciclisti…

Le donne nel lavoro di preside presso la Facoltà di Ingegneria Ambientale e Geodesia aiutano gli studenti a completare con successo gli studi e dopo il lavoro continuano le loro passioni, che includono ad es. viaggi, libri e persino passeggiate a cavallo.

Il team di impiegati del preside comprende sia donne con molti anni di esperienza lavorativa sia coloro che vi sono entrati di recente. L’attuale direttore, Iwona Wenda-Zając, ha iniziato a lavorare presso la Facoltà di ingegneria ambientale e geodesia poco prima dello scoppio della pandemia di covid-19 nel 2020. Katarzyna Gajewska, che attualmente lavora come assistente alla regia e gestisce i servizi amministrativi per le facoltà, ha iniziato la sua avventura all’Università Rurale più di 20 anni fa come messaggera e poi ha lavorato per gli studi. .

Ha lavorato a lungo anche Hanna Houszka, la coordinatrice di facoltà del programma Erasmus. Essendo sempre stato particolarmente legato al suo lavoro, dopo il pensionamento ha deciso di diventare coordinatore dipartimentale del programma Erasmus, che gli permette di continuare ad essere in costante contatto con i giovani e di utilizzare quotidianamente l’inglese. Indipendentemente dall’età lavorativa, tutte le donne sottolineano all’unanimità che lavorare con gli studenti, che spesso possono essere molto creativi, è pieno di sfide, ma allo stesso tempo dà loro molte soddisfazioni.

– La comunità scientifica ha le sue abitudini e abitudini che bisogna saper ritrovare. Sono stato fortunato che ogni preside e vice preside con cui ho lavorato, così come molti altri membri dello staff, ha fatto sì che, nonostante le mie molte responsabilità, il mio lavoro è sempre stato molto divertente e spero che rimanga tale. Tuttavia, gli studenti sono sempre il valore più grande dell’università per me – sottolinea Katarzyna Gajewska e aggiunge di essere molto felice che alcuni dei suoi laureati siano rimasti all’università per un dottorato, ad esempio, e abbiano nuovamente l’opportunità di partecipare i loro successivi successi accademici, prendendosi cura di loro.

Iwona Wenda-Zając, Direttore del Preside della Facoltà di Ingegneria Ambientale e Geodesia

– Come a Roma, tutte le strade portano all’ufficio del preside, ride Wioletta Młotek, specializzata in geodesia e cartografia.

L’ufficio del preside ha il compito di prendersi cura di molte cose, non solo per gli studenti, ma anche per i dipendenti, dottorandi, laureati e outsider. Ci sono molte persone che vogliono fare qualcosa ogni giorno, quindi il multitasking diventa una seconda natura nel “Dean’s Office”. Questo lavoro richiede molte abilità, come la risoluzione creativa dei problemi, la conoscenza dei cambiamenti nei programmi, i regolamenti e la legislazione o la conoscenza della lingua inglese.

– Lavoro con persone da tutto il mondo. Attualmente, i valutatori delle dissertazioni sono ricercatori di diversi paesi, tra cui Giappone, Australia e Stati Uniti. Fortunatamente, sono una filologa inglese di formazione – afferma Iwona Wenda-Zając.

Oltre alla sua conoscenza dell’inglese, Hanna Houszka deve dimostrare la capacità di introdurre gli studenti stranieri alla realtà della Polonia.

– Cerco di estendere la mia attenzione agli studenti, cosa questo comporta dalle mie mansioni lavorative, perché so che non è facile per tutti trovarsi in un paese, cultura, costumi o lingua straniera diversi. Quindi organizzo incontri all’inizio del semestre, dove gli studenti Erasmus possono scoprire non solo dove andare a pranzo o acquistare le cose necessarie, ma anche raccontare loro i diversi usi e costumi polacchi che possono aiutarli ad adattarsi – afferma il coordinatore Erasmus. .

Tuttavia, come sottolineano le signore dell’ufficio del preside, tutto questo duro lavoro sta dando i suoi frutti. – Siamo molto felici quando gli studenti finiscono gli studi con successo. Questo è il momento in cui, al termine della loro avventura universitaria, portano, ad esempio, una torta fatta in casa come ringraziamento. Uno degli studenti ci ha preparato una deliziosa crostata. Non sapevamo allora che lo spettacolo “MasterChef” avrebbe vinto in futuro! Era Mateusz Zielonka – racconta Agnieszka Raczyńska, che studia architettura del paesaggio. – Dopo tanti anni, capita anche che quando si trovano nelle vicinanze dell’università, visitino l’ufficio del preside per verificare cosa sta succedendo con noi e vantarsi dei loro successi professionali e anche dei loro figli – aggiunge.

– È bello incontrare ex studenti, ea volte succede in posti sorprendenti, come su un aereo. Uno dei miei laureati è un capo assistente di volo! La cosa più bella è che ricordano con affetto gli anni trascorsi nell’ufficio del preside: Iwona Wenda-Zając segue la sua amica.

Lavora con il lavoro, ma…

Tutte le donne ammettono che a causa del loro grande impegno lavorativo, spesso pensano al lavoro nel tempo libero, durante il quale perseguono anche le proprie passioni e hobby.

– La sera mi piace leggere libri, soprattutto reportage. Leggo anche biografie, libri di viaggio e di montagna, oltre a guide e libri di cucina, che sono una combinazione della mia passione per i viaggi e la cucina – sottolinea il capo dell’ufficio del preside, aggiungendo che pianificare i propri viaggi può assorbirlo completamente. – Sono entusiasta di incontrare aspettative e idee con la realtà e di conoscere posti nuovi, vicini e lontani. Amo la nostra Bassa Slesia, che io e mio marito abbiamo viaggiato dappertutto – dice.

Viaggiare è anche una passione di Monika Ilnicka, che mentre era ancora studentessa ha dato alla penisola balcanica, sia la sua parte slava che quella greca, un amore e un sentimento unici. – Il sole locale, i sapori e il temperamento e lo stile di vita dei residenti hanno un posto speciale nel mio cuore – afferma il direttore regionale e aggiunge che oltre a viaggiare, gli piace trascorrere del tempo attivamente in bicicletta ea piedi nei centri storici. ammirando l’architettura prebellica della città.

Hanna Houszka, invece, ama andare in bicicletta invece del ciclismo, di cui si è innamorata al liceo. Per questo si iscrisse all’UPWr per studiare, perché qui aveva sede solo l’Academic Equestrian Society con i propri cavalli. – Questi animali sono sempre presenti nella mia vita. Alcuni dei miei compiti di insegnamento erano legati ai cavalli. I miei studenti hanno pianificato, tra le altre cose, lo sviluppo dell’area dell’ippodromo di Partynice – sottolinea con orgoglio Hanna Houszka.

Donne dell'ufficio del rapinatore di Vikśig
Le donne dell’ufficio del preside di WIKŚiG aiutano gli studenti a completare con successo gli studi sul lavoro e, dopo il lavoro, continuano le loro passioni, che includono ad es. viaggi, libri e persino passeggiate a cavallo.

Dopo il ritiro, decise di acquistare il proprio cavallo e invece di giudicare, iniziò ad allenarsi seriamente e a gareggiare nelle competizioni occidentali. I suoi successi includono diverse medaglie vinte ai campionati polacchi, inclusi i campionati accademici polacchi, dove ha rappresentato l’Università di scienze della vita.

Wioletta Młotek ammette di avere spesso delle domande nella parte posteriore della sua mente dopo il lavoro e, sebbene le piacciano le lunghe passeggiate nel tempo libero, non riesce sempre a fermarsi del tutto ea non pensare alle questioni professionali.

– Siamo sempre pronti ad aiutare gli studenti. Ci sforziamo di creare un’atmosfera amichevole nell’ufficio del preside, soprattutto perché gli studenti spesso vengono da noi non solo per problemi legati all’università, ma anche per problemi di salute, vita o finanziari, come quando si richiede il congedo del preside, le prestazioni sociali o le borse di studio – riassume Katarzyna Szydłowska, responsabile dell’ingegneria ambientale, dell’ingegneria della sicurezza e dell’ingegneria e dell’approvvigionamento idrico dai campi.

Lavorare nell’ufficio del preside, come fanno le persone, porta con sé sfide quotidiane, sia soddisfacenti che, purtroppo, deludenti.

– Sono sempre felice quando riusciamo ad aiutare a risolvere un problema e lo studente ci lascia sorridenti, ma ci sono anche momenti in cui l’entusiasmo scompare. Siamo consapevoli che ci sono varie voci sull'”ufficio del gallo” e anche se a noi piace il buon caffè, contrariamente all’opinione diffusa tra gli studenti, non lo beviamo tutto il giorno, ride Monika Ilnicka.

È

Leave a Comment