I prezzi del cartone stanno aumentando, l’e-commerce deve passare agli imballaggi riutilizzabili

Dopo il periodo di test, InPost e la piattaforma Modivo implementeranno una versione di produzione del sistema di confezionamento a circuito chiuso EkoBox InPost. È il concetto di imballaggio ecologicamente riutilizzabile e il primo sistema di riciclaggio di imballaggi online in Polonia. Le scatole EkoBox sono state prodotte in collaborazione con l’azienda danese ReZIP.
Thomas Fugl, Presidente di ReZIP, ci racconta come il giusto imballaggio può aiutare a combattere gli sprechi nell’e-commerce.

InPost e Modivo sono pionieri in Polonia nella circolazione degli imballaggi per e-commerce. Che aspetto ha questo argomento in Europa?

TF: Molto spesso il riciclaggio degli imballaggi si limita alla gestione dei rifiuti. Questo approccio è evidente anche in altri paesi europei, con cui non sono d’accordo. Le azioni devono essere efficaci e reali, non scontate, come dimostra la nostra collaborazione con InPost e Modivo, che sono socialmente impegnati e si battono inequivocabilmente per soluzioni eco-compatibili. Secondo il rapporto “ReShaping Plastics”, le operazioni per i prossimi cinque anni saranno fondamentali. Si valuterà quindi se il sistema europeo di utilizzo e impatto della plastica raggiungerà zero emissioni nette entro il 2050. C’è un cambiamento positivo davanti ai nostri occhi, che mira a raggiungere il prima possibile emissioni zero in molte aree, ad es. Acquisti online. La politica europea è sempre più focalizzata sul rallentamento del cambiamento climatico in corso. Tuttavia, abbiamo ancora molta strada da fare in questo senso.

Quali risparmi può fare l’e-commerce con tali soluzioni?

TF: Il settore dell’e-commerce è in piena espansione e lascia dietro di sé molti rifiuti. Nel 2020 sono stati spediti più di 131 miliardi di pacchi in tutto il mondo, il che significa potenzialmente 131 miliardi di unità di imballaggi usa e getta. E il numero sta crescendo rapidamente. Gli imballaggi riciclabili standard hanno scarso effetto sulla riduzione delle emissioni di CO2 a causa del trattamento intensivo e continuano a finire nella spazzatura dopo un singolo utilizzo, causando seri problemi ambientali.

Ecco perché RE-ZIP ha progettato la sua soluzione per essere completamente ecologica e genuinamente rispettosa dell’ambiente. Il nostro imballo brevettato è un imballo in cartone, con la differenza che può essere rimontato dopo che l’acquisto è stato ritirato, restituito e riutilizzato. molte volte. Grazie al riciclo multiplo degli imballaggi RE-ZIP, è possibile risparmiare il 70-80% delle emissioni di CO2. Un altro aspetto importante è il lato finanziario. Quando il cliente restituisce il pacchetto RE-ZIP, riceverà una carta regalo nel negozio online per gli acquisti successivi, il che aumenterà la stabilità in negozio e allo stesso tempo fornirà al consumatore ulteriori opportunità di acquisto. Dopotutto, sia il negozio online che il cliente sono felici di supportare il cambiamento ambientale.

In quali ipotesi può essere redditizio?

TF: È difficile stimare la scala in questo momento. Attualmente offriamo la nostra offerta alle più grandi unità nel settore dell’e-commerce sia in Polonia che in Europa. I nostri prodotti sono apprezzati perché le tendenze ecologiche non sono solo slogan vuoti, ma soprattutto una vera esigenza. Vogliamo implementarlo il più possibile. Abbiamo fatto solo il primo passo in Polonia, ma le prospettive sono molto promettenti per noi. Le aziende coinvolte nella protezione del clima sono costantemente alla ricerca di soluzioni che ottimizzino le consegne, l’ultimo miglio o le pratiche di restituzione. La redditività dipende dalla scelta e dal fatto che il cliente restituisca l’imballaggio. È una novità per il mercato e quindi richiede un’adeguata formazione: è un processo a lungo termine. Attualmente ci stiamo concentrando sulla promozione dei nostri valori e buone pratiche. La redditività arriva con il tempo. La chiave è aumentare la consapevolezza delle soluzioni ecologiche.

Un pacco di reso è una delle tendenze “più calde” dell’e-commerce oggi? Sei coinvolto in tali progetti con altri attori in Polonia?

TF: Queste non sono solo tendenze “calde”, ma soprattutto soluzioni tanto necessarie. Prendiamo lo sviluppo in modo olistico. La prima pietra miliare in Polonia è già stata raggiunta. Abbiamo già molti altri progetti in Europa e abbiamo le risorse per andare avanti in questo settore. Abbiamo adottato una prospettiva a lungo termine. Certo, vogliamo concludere i negoziati che sono già iniziati nei prossimi mesi, ma, come ho detto prima, la chiave è una prospettiva quinquennale per trarre conclusioni in un senso molto più ampio.

È possibile per l’industria utilizzare tali iniziative per anticipare possibili soluzioni normative in questo settore?

TF: La responsabilità estesa del produttore è già in atto nell’Unione Europea e dovrebbe essere introdotta nei paesi dell’UE entro il 2025. Pensiamo al futuro, ma dobbiamo concentrarci sul qui e ora. Tuttavia, vale la pena prepararsi per la futura tassazione degli imballaggi per il trasporto. Pertanto, la domanda continua a crescere, ma l’aumento dei prezzi del cartone indica anche una direzione per il riutilizzo prima del riciclaggio.

Thomas Fugl – Presidente del Consiglio di RE-ZIP

Leave a Comment