Il commercio su Internet è leggermente diminuito. I negozi fissi tolgono il fiato

shopping, donna, foto: gonghuimin468, Pixabay

Le vendite online sono leggermente diminuite, quindi è la fine del boom dell’e-commerce? Questo è un chiaro abuso, ma un numero crescente di dati mostra che il commercio tradizionale sta guadagnando un altro spirito pandemico. Ci sono sempre più negozi di piedi in pietra, ma stanno anche aumentando le vendite online.

Un anno fa, il mondo si è stropicciato gli occhi per lo stupore quando Mark Zuckerberg ha abbracciato una visione del mondo digitale di Metaverse. Perché ciò sia vero, dobbiamo dotarci di occhiali VR. Ecco perché la casa madre di Facebook ha aperto il primo Meta Store fisso in California, dove è possibile acquistare le attrezzature necessarie per spostarsi nel mondo virtuale.

Amazon è recentemente diventato il più grande rivenditore di abbigliamento negli Stati Uniti. Ciò ha spinto Jeff Bezos ad aprire un negozio Amazon Style in California. Un anno fa, Google (Alphabet) ha seguito un percorso simile e ha aperto un negozio a New York. Ad esempio, possiamo acquistare telefoni Pixel o Chromebook. Forse in futuro Google, come Apple oggi, avrà negozi in ogni grande città. Centinaia di piccole società di e-commerce stanno seguendo le loro orme. Perché le aziende scelgono di farlo e in che modo questa tendenza influenzerà il mercato?

Migliori prospettive per il trading fisso

Le prospettive per il reddito fisso sono migliorate dopo la revoca delle restrizioni. Ciò è evidente dal rapporto di maggio di Mastercard SpendingPulse secondo cui le vendite di negozi con piedi di pietra stanno crescendo nella maggior parte dei mercati europei. Questo a sua volta incoraggia gli investimenti. Uno studio del consulente EMEA Retail Occupier Survey di CBRE mostra che il 57% delle catene di vendita al dettaglio prevede di aumentare il numero di transazioni immobiliari nel 2022.

Ancora più importante, tuttavia, il 64% degli intervistati afferma che la presenza di negozi con piedi di pietra aumenta le vendite online locali.

– Le buone previsioni per le vendite fisse sono un segnale per gli imprenditori di prepararsi all’espansione. Questa è un’opportunità di sviluppo speciale per le persone che finora hanno fatto trading solo su Internet. Ora, ponendo fondamenta in pietra, possono soppiantare i tradizionali rivenditori indeboliti dalla crisi precedente. Questo apre una finestra di cosiddette opportunità, ovvero meno pressione da parte della concorrenza per un breve periodo, commenta Tomasz Cincio, amministratore delegato di Droplo.

I polacchi sono attualmente divisi nello shopping online. Uno studio della piattaforma analitica di UCE Research mostra che scegliamo negozi di rete fissa per la spesa quotidiana (solo il 14% delle persone preferisce lo shopping online). Internet sta guadagnando un vantaggio rispetto ai prodotti più costosi e meno frequentemente acquistati. Secondo il rapporto ARC Rynek i Opinia “Problemi dei polacchi durante lo shopping online”, il 57% degli intervistati preferisce lo shopping online per comodità e risparmio di tempo, e uno su cinque lo fa più di una volta alla settimana. Secondo un rapporto di Gemius, nel 2021 il 77% dei polacchi ha effettuato acquisti online. Tuttavia, secondo Statistics Finland (GUS), l’e-commerce rappresentava l’8,9% ad aprile, mezzo punto percentuale in meno rispetto a marzo.

Come si combinano i vantaggi di entrambe le forme di vendita?

Il commercio del piede di pietra consiste in costi di noleggio, attrezzature e personale. A volte il suo lavoro è lasciato alla prova dei vestiti o all’attrezzatura per testare, e l’acquisto stesso viene infine effettuato tramite Internet, dove il cliente può confrontare i prezzi e scegliere un’offerta competitiva. Questo si chiama showrooming, per cui alcuni rivenditori di moda si sono battuti introducendo una tassa di prova. I negozi online che operano nel modello B2C (business to customer) bypassano i broker, consentendoti di offrire prezzi migliori. Tuttavia, continuano a sostenere costi di manutenzione e logistica del sito Web. La combinazione di entrambi i formati di vendita è un modello multicanale (noto anche come “brick and click”).

– Più canali: utilizzando i servizi tradizionali, online e telefonici, il venditore raggiunge più consumatori e li serve in modo più completo, ad esempio ricevendo reclami in loco. Inoltre, usano il cosiddetto “Cross-selling” quando visiti un negozio fisico per ritirare un prodotto acquistato online, incoraggiandoti ad acquistare accessori, afferma Tomasz Cincio di Droplo.

È difficile conciliare rete fissa e vendita online in parallelo. Le piccole imprese potrebbero avere difficoltà a coprire un’area sufficientemente ampia con i loro negozi. Questo vale anche per gli showroom Meta, Google e Amazon citati all’inizio, che attualmente hanno una funzione decorativa e di prova.

– Senza negozi di pietra, alcune aziende non saliranno mai a un livello più alto. Ecco perché possiamo già trovare molti marchi polacchi in aziende che hanno già deciso di supportare le loro vendite online attraverso negozi fissi. Il negozio di pietra non deve essere redditizio, può essere utilizzato come vetrina e centro logistico. La presentazione dell’azienda online è un sito web o un’applicazione mobile, ma i negozi fissi vengono valutati, ad esempio, per la qualità del servizio e degli interni. L’apertura di un tale negozio metterà alla prova l’efficienza, le capacità organizzative e finanziarie dell’azienda. È anche un’ulteriore opportunità per costruire relazioni. Il cliente può controllare i prodotti in loco e ottenere aiuto, il che ispira fiducia – afferma Tomasz di Cincio Droplo

Un negozio scuro invece di un negozio fisso

Lo sviluppo dell’e-commerce causato dalla pandemia ha messo a dura prova le scorte. Secondo il rapporto di aprile “E-Commerce and Inventories Included” della società di consulenza Cushman & Wakefield, un terzo dello spazio di inventario della Polonia serve il mercato dell’e-commerce, con un aumento dell’84%. Rispetto al 2019. Inoltre, un tasso di utilizzo così elevato del magazzino motiva i venditori online a farsi carico di parte della logistica: l’apertura di negozi fissi o i cosiddetti negozi oscuri.

I negozi bui sono piccoli centri di distribuzione da cui i corrieri consegnano i prodotti immediatamente alle case dei clienti. In questo modello distribuito, il negozio funziona come un piccolo magazzino in cui il corriere effettua gli acquisti ordinati su Internet. Questo risolve il problema della logistica dell’ultimo miglio, ovvero la consegna del prodotto al consumatore finale.

I primi negozi neri furono aperti nel Regno Unito, dove ad es. Bolt estone, gorilla tedeschi, Zapp britannico o Getir turco. I negozi scuri sono popolari anche in Francia, Spagna e Stati Uniti. Nel 2020, Amazon ha lanciato il suo negozio scuro con il marchio Whole Foods. In Polonia, nelle città più grandi, abbiamo diverse applicazioni per lo shopping nei negozi bui: Lisek, Jush (Żabka) e BOLT Market.

– Con lo sviluppo dei servizi dei negozi neri, è più probabile che i clienti preferiscano l’e-commerce, anche per prodotti in rapido movimento come prodotti alimentari o per l’igiene. È più difficile per i negozi oscuri qui che all’estero. Il mercato polacco è unico per i distributori automatici. In Occidente, dove questa innovazione è meno popolare, è stata introdotta una soluzione “click and collect”, in cui la merce ordinata online viene ritirata in un punto vendita fisso. Naturalmente, soluzioni simili funzionano qui, ma su scala ridotta, più di Tomasz Cincio Droplo.

Scarica l’eBook – Marketing sui motori di ricerca utilizzando un’agenzia SEO

Pubblicità su Google - eBook

68847_download-report.png

Leave a Comment