Katowice. È stata istituita la Giornata Nazionale della Rivolta della Slesia. Il presidente ha firmato




Autore: Ufficio del maresciallo di Katowice


Il giorno dell’insurrezione della Slesia è ufficialmente diventato una festa nazionale. A Katowice, il presidente Andrzej Duda ha firmato solennemente una legge che ci permette di celebrare il 20 giugno la Giornata nazionale della rivolta della Slesia. In precedenza, ha deposto fiori su un monumento alle rivolte della Slesia.

A Katowice, il presidente Andrzej Duda ha dichiarato il 20 giugno Giornata nazionale dell’insurrezione slesiana. La cerimonia si è svolta nell’auditorium dell’Accademia di Musica, dove 100 anni fa si tenne la prima sessione del Parlamento slesiano.

– Viva la Slesia. Viva l’Alta Slesia. Viva la Polonia! Lo ha detto il presidente Andrzej Duda subito dopo la firma.

In precedenza, nel suo breve discorso, ha ricordato le circostanze in cui parte dell’Alta Slesia si trovava entro i confini della Polonia e della Lituania.

– Abbiamo due nuove festività nazionali legate alle rivolte vittoriose: la rivolta della Grande Polonia e la rivolta della Slesia. Non solo sono vincolati dal tempo, ma sono anche eccezionalmente importanti e fondamentali per la rinascita dello stato polacco. La seconda repubblica di Polonia non avrebbe tale grandezza o progresso senza le opportunità offerte dall’Alta Slesia e dalle sue risorse e dai grandi patrioti che hanno lavorato per la Polonia, ha affermato il presidente Andrzej Duda.

– Possiamo tranquillamente affermare che se non fosse per questi grandi atti militari, se l’eroismo della Wielkopolska, se non l’eroismo dei Slesiani, che volevano far parte della rinata Repubblica di Polonia, volessero vivere nella Repubblica di Polonia . La Repubblica, voleva vivere e lavorare a beneficio della repubblica, forse questa repubblica non sarebbe sopravvissuta, nemmeno da sola, per poco più di 20 anni, durante i quali è esistita tra le due guerre – ha detto il presidente dopo la firma della legge.

Il presidente Duda ha anche affrontato la controversa questione della scelta di una data per una nuova vacanza.

– C’è stata una piccola polemica: dovrebbe essere il 16 luglio – il giorno in cui la Polonia ha firmato parte dell’Alta Slesia, o il 20 giugno. Alla fine abbiamo scelto quest’ultimo quando le truppe polacche sono arrivate a Katowice, ha detto il presidente.

Il presidente Andrzej Duda a Katowice ha rispettato i ribelli e ha incontrato i bambini. Vedi le immagini

Giornata Nazionale della Rivolta della Slesia. Quale giorno?

Pochi sanno che l’iniziatore della Giornata nazionale dell’insurrezione della Slesia è Iwona Szoka, presidente della Galleria dell’Opus Unicus. È un’autoproclamata donna slesiana che ha scritto la legge sul primo giorno dei ribelli e ha raccolto firme tra i residenti. È interessante notare che ha scelto la data per essere il 16 agosto, perché era solo il 16-17. ad agosto scoppiò la prima rivolta slesiana, provocando rivolte armate. È anche un giorno dopo la festa dell’esercito polacco, una festa che renderebbe più facili le celebrazioni non solo in Slesia ma anche in tutto il paese.

– Ricordo perfettamente di aver letto la relazione sull’anniversario dell’insurrezione della Grande Polonia. E poi mi sono stupito che anche i ribelli slesiani meritino una festa nazionale. Abbiamo scritto il disegno di legge rapidamente e abbiamo interessato le autorità del voivodato – afferma Iwona Szoka.

Alla fine, è nato un altro disegno di legge: il disegno di legge presidenziale. Ha ricevuto sostegno politico e approvazione dal Sejm e dal Senato. Differisce dall’originale principalmente in termini di data. Infine, il 20 giugno si celebra la Giornata Nazionale della Rivolta della Slesia. È anche una data simbolica. Lo stesso giorno del 1922, l’esercito polacco arrivò ufficialmente a Katowice. Sul ponte di Szopienice, le truppe polacche hanno accolto la folla, tra cui Józef Rymer, un voivodato della Slesia, e Wojciech Korfanty, un attivista nazionale e dittatore della Terza rivolta della Slesia.

Le unità della cavalleria polacca, guidate dal generale Stanisław Szeptyck, hanno marciato per diversi chilometri in una parata in piazza Katowice. Lungo il percorso furono eretti quasi 30 cancelli di benvenuto solenni decorati. Una fiera solenne si è tenuta nella piazza del mercato di Katowice.

Iwona Szoka non è stata invitata alla cerimonia della firma della legge che istituisce la Giornata nazionale della rivolta della Slesia.

Leave a Comment