Agenda 2030: Educare! Modificare! Finanza! Azienda che affronta le sfide del cambiamento climatico – Ministero dello Sviluppo e della Tecnologia

Agenda 2030: Educare! Modificare! Finanza! Un’azienda che affronta le sfide del cambiamento climatico

22 giugno 2022

– Al Ministero dello Sviluppo e della Tecnologia sosteniamo obiettivi e soluzioni che possono aiutare ad accelerare la transizione dell’economia verso un modello a basse emissioni. Lo sviluppo di tecnologie a basse emissioni è un’opportunità per portare soluzioni tecnologiche innovative all’economia polacca e può rappresentare un’opportunità per le aziende polacche di ottenere un vantaggio competitivo rispetto alle società non UE. L’impronta di carbonio dell’economia è anche un’opportunità per nuovi posti di lavoro basati su investimenti verdi e per la ripresa economica della Polonia dopo la pandemia di COVID-19, ha affermato il viceministro Kamila Król nella quinta versione del Forum nazionale delle parti interessate del 2030. Agenda.


Il motto del forum di quest’anno è “Educate! Change! Finance! Un’azienda che affronta le sfide del cambiamento climatico”.

L’attuazione dell’ambiziosa politica climatica dell’Unione Europea non deve portare a una riduzione della disponibilità di beni e servizi di base, ostacolare la trasformazione delle società energetiche o aumentare la povertà energetica e della mobilità per le famiglie e le imprese, comprese le PMI. nel campo.

– ha affermato il viceministro Kamila Król.

E ha aggiunto:

A causa della pandemia di COVID-19 o della crisi causata dalla guerra in Ucraina, le aziende devono rendersi conto che per essere pienamente competitive, devono muoversi verso lo sviluppo sostenibile. Istruzione, cambiamento e finanziamento: questi sono i tre elementi che segneranno una svolta chiara per le aziende polacche negli anni a venire. Il cambiamento è impossibile senza formazione e finanziamenti adeguati.

La Polonia è uno dei paesi leader a livello mondiale nella realizzazione dell’Agenda per lo sviluppo sostenibile 2030. Nell’ultimo Bilancio di Sostenibilità, la Polonia è passata dal 15° al 12° posto su 163 paesi nel mondo.

I partecipanti hanno discusso della trasformazione della comunità imprenditoriale alla luce delle sfide dello sviluppo sostenibile. Hanno discusso le sfide dell’attuazione dell’Agenda 2030 e degli obiettivi di sviluppo sostenibile nelle aziende, tra cui l’istruzione, la trasformazione verde e il finanziamento dello sviluppo sostenibile.

Solo attraverso sforzi congiunti e partenariato – nel settore pubblico e privato – saremo in grado di raggiungere gli Obiettivi di sviluppo sostenibile (SDG) in tempo e attuare efficacemente il cambiamento climatico in Polonia.

Cos’è l’Agenda 2030? Quali sono gli obiettivi e i compiti?

L’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile è un piano di sviluppo globale che definisce un modello per lo sviluppo sostenibile a livello globale. Si concentra sull’eliminazione della povertà in tutte le sue forme, perseguendo obiettivi economici, sociali e ambientali.

Si tratta di un documento adottato da 193 Stati membri delle Nazioni Unite (ONU) in una risoluzione adottata dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 25 settembre 2015 a New York.

Le modifiche all’Agenda 2030 sono incluse nel Principio 5P (Persone, Pianeta, Benessere, Pace, Partenariato):

  • Persone – l’opportunità per tutte le persone di godere dei diritti umani universali e dei risultati economici; parità di accesso alle risorse economiche e naturali, ai servizi di base, alla terra, alla tecnologia e alla finanza,
  • Planet – costruire un modello di sviluppo per la crescita economica e una maggiore inclusione sociale; l’uso razionale delle risorse naturali per una migliore qualità della vita e l’eliminazione della povertà,
  • Prosperità: creare posti di lavoro e garantire uno sviluppo inclusivo; l’uso delle nuove tecnologie e del potenziale imprenditoriale, compresa la garanzia dell’accesso a una buona istruzione, assistenza sanitaria, facilitando l’avvio di imprese o gli investimenti,
  • Pace: costruire istituzioni efficaci, eque, trasparenti e responsabili che rafforzino il ruolo dello Stato di diritto, dell’inclusione sociale,
  • Partnership – una partnership globale basata su solidarietà, cooperazione, responsabilità e trasparenza; ciò include partenariati tra governi, enti locali e regionali, università, imprese e tutte le parti interessate e gruppi.

Leave a Comment