Samsung supporta i pagamenti per il progetto #SamoDZIELNI – Edukacja

Entrare nella vita adulta e sviluppare le competenze professionali necessarie è una bella sfida per i giovani. Soprattutto per coloro che crescono in affido e che possono incontrare ulteriori difficoltà fin dall’inizio. Pertanto, per la terza volta, Samsung ha deciso di sostenere il progetto #SamoDZIELNI creato dalla Fondazione Fondo di Sviluppo Polacco. Nell’ambito dell’iniziativa, l’azienda ha offerto ai partecipanti dei tablet e organizzato un incontro con i finalisti del programma Solve for Tomorrow.

#SamoDZIELNI è il progetto originale della Fondazione PFR, fondata tre anni fa. Ha lo scopo di aiutare i giovani che crescono in affido a entrare nel mercato del lavoro e iniziare a lavorare. Nell’ambito del progetto, la Fondazione PFR fornisce ai giovani dai 16 ai 19 anni consigli pratici e suggerimenti su come funziona il mercato del lavoro e consente il confronto con esperti in diversi settori del mercato: risorse umane, buste paga, diritto e finanza. Ad oggi, oltre 80 giovani hanno preso parte al progetto.

Abbiamo creato il progetto SamoDZIELNI per consentire ai bambini adottivi di iniziare una fase molto importante della loro vita in modo responsabile e consapevole. L’opportunità di diventare indipendenti e prepararsi al lavoro professionale è un passo importante per loro nell’età adulta. Credo che ognuno di loro trarrà vantaggio dalle conoscenze acquisite in workshop molto intensivi con professionisti ed esperti e che la loro motivazione e volontà di agire rimarranno con loro per molto tempo. – afferma Sebastian Mackiewicz, coordinatore del progetto, Fondazione PFR.

Oltre al trasferimento di abilità e competenze adeguate, attrezzature speciali sono molto importanti per consentire ai giovani di realizzare i loro sogni. A tal fine, ogni partecipante riceverà un cosiddetto Development Voucher, ovvero l’intero finanziamento del corso o della formazione da te prescelto. Inoltre, Samsung ha fornito a tutti i partecipanti tablet che sono strumenti all’avanguardia che consentono lo sviluppo dell’apprendimento e dei punti di interesse, compresi quelli professionali.

Esperienze dai finalisti di Solve for Tomorrow

Anche il supporto tra pari è molto importante in tali progetti. Pertanto, durante il terzo incontro di giugno, i partecipanti al progetto #SamoDZIELNI hanno incontrato i finalisti del programma Solve for Tomorrow, ovvero studenti delle scuole superiori e studenti del primo anno della scuola primaria. Il progetto #SamoDZIELNI e il programma Solve for Tomorrow hanno molto in comune: sono rivolti agli studenti delle scuole superiori alla vigilia dell’età adulta e alla scelta del proprio percorso professionale. L’obiettivo di entrambi i progetti è aiutare i giovani ad acquisire le competenze del futuro e incoraggiarli a essere attivi e trovare il loro potenziale.

Siamo felici di supportare ancora una volta i giovani nelle start-up nel mercato professionale. Questa attività è in linea con la mission della nostra azienda, che mira a facilitare l’accesso dei giovani all’istruzione moderna ea sviluppare le competenze del futuro. Ci auguriamo che l’incontro dei membri della Fondazione PFR con i finalisti del programma Solve for Tomorrow abbia ispirato entrambe le parti a scambiare esperienze e ad affrontare nuove sfide. – ha affermato Magdalena Olborska, CSR Manager presso Samsung Electronics Polska.

All’incontro hanno partecipato due squadre sotto la responsabilità della Fondazione PFR. La squadra vincitrice del 1° liceo Tadeusza Kościuszko di Bielsk Podlaskie ha creato un prototipo dell’innovativa applicazione “Pathfinders” ei finalisti della Poznań School of Economics, che hanno presentato l’applicazione “Safeback”. Le idee di entrambi i gruppi erano basate sulla garanzia della sicurezza degli utenti durante il loro ritorno a casa tardivo. I team hanno presentato le loro soluzioni e discusso il loro lavoro sul progetto, dal brainstorming al targeting e all’analisi approfondita dei problemi.

Partecipare al programma Solve for Tomorrow è un’esperienza interessante e in sviluppo. Vediamo e apprezziamo gli effetti positivi dell’attuazione del progetto in questo programma e siamo lieti di poterli condividere con le persone assistite dalla Fondazione. Siamo in grado di lavorare in modo più efficace come una squadra, sviluppare capacità interpersonali, utilizzare gli strumenti utilizzati nel lavoro a progetto e sapere cosa ci limita, cosa ci rafforza e motiva ad agire. – concludono Karolina Pakuła e Agata Polus, Studentesse di Qualità e Sviluppo del Prodotto presso la Scuola di Economia di Poznań.

Entrambi i team hanno anche condiviso le loro esperienze con il moderno metodo del Design Thinking. È un processo eccezionale che ti consente di organizzare i tuoi schemi di pensiero, sviluppare la tua creatività o dare forma alle abilità chiave del futuro: collaborazione, comunicazione o pensiero critico, ovvero abilità apprezzate nel mercato professionale.

Newser non è responsabile del contenuto dell'”Ufficio Stampa” e di altro materiale (es. infografiche, fotografie) creato da utenti registrati come agenzie di pubbliche relazioni, aziende o agenzie governative.

Leave a Comment