Radio polacca Katowice News | Il consiglio dell’esperto: come prendersi cura di un gatto anziano





foto: Mateusz Franczyk / Radio Katowice

Cambiamenti nel comportamento, scarsa attività, gravidanza, sonno prolungato, problemi a denti e gengive, cambiamenti nelle abitudini alimentari, perdita di peso, insufficienza viscerale sono alcuni dei sintomi dell’invecchiamento nei gatti. I gatti più anziani richiedono molta più cura e attenzione da parte dei loro proprietari. Ewelina Pałys-Jasiurkowska, veterinaria presso la Pupil Clinic di Katowice, consiglia come prendersi cura di un gatto che è cresciuto nel corso degli anni e cosa prestare attenzione.

I gatti vivono più a lungo dei cani. Possiamo parlare del processo di invecchiamento quando ha 12-13 anni. Alcuni vivono fino a 20-24 anni. La vecchiaia inizia quando gli organi si consumano. Un problema comune nei gatti è l’insufficienza renale, il gatto beve molto, fa molto pipì ed è caratteristico l’odore di acetone che gli esce dalla bocca. Il gatto è molto magro e non ha appetito. Allora sappiamo che sta succedendo qualcosa ai reni.

Ai gatti più anziani viene somministrato cibo cotto a basso contenuto di proteine ​​e carboidrati e con più riempitivi. Ricorda le fibre, poiché i gatti più anziani hanno una funzione intestinale più lenta, costipazione e vomito a causa della mancanza di fibre. Il cibo dovrebbe essere gustoso, il gatto ha un odore se qualcosa non gli piace – non mangia e preferirebbe vedersi affamato piuttosto che mangiare qualcosa che è vecchio o non gli piace. Per i gatti a pelo lungo (Maine Coon, Pers), assicurati di scollegare il cavo di alimentazione 2-3 volte a settimana. Diamo una pasta che riduce il gonfiore per impedire al gatto di vomitare i capelli o di togliere i peli dalle feci per evitare che l’intestino si ostruisca. Questo è molto importante.

Anche i gatti indoor devono essere sverminati almeno due volte l’anno. Al veterinario viene quindi chiesto di esaminare e controllare le condizioni del cavo orale. I denti sono un problema comune nei gatti più anziani: ascessi dentali, epiglomi, tartaro e denti in movimento causano un dolore terribile. L’animale non mangia. Alcuni potrebbero anche morire di fame per evitare il dolore. Il veterinario chiede un’ecografia, esaminando gli organi interni per l’aspetto di fegato, pancreas e milza. Eseguire un esame emocromocitometrico completo e biochimica. Nei gatti, è molto importante testare l’ormone T4 associato all’ipertiroidismo. Se il tuo gatto mangia molto, è nervoso, magro, raramente, può essere un segno di iperattività della tiroide. È molto comune nei gatti (ipotiroidismo nei cani). L’esame delle urine, l’odore della bocca, il pus o l’odore dell’acetone possono indicare un’insufficienza renale. È meglio consultare un veterinario per sintomi fastidiosi piuttosto che minimizzare il problema e portare a una grave malattia nell’animale.

Un improvviso cambiamento di appetito, cioè un gatto che ha mangiato molto, inizia a bere molto, mangia poco, lascia il cibo alle spalle, si arrabbia. I proprietari dicono che il gatto è stato smembrato, non è così. Il suo appetito distorto è dovuto all’insufficienza di molti organi (reni, pancreas, fegato). Mangiare cose non commestibili, come spazzatura nella sandbox, è un sintomo molto insolito. Questo è il primo segno che qualcosa non va. Può essere dovuto all’insufficienza pancreatica quando l’animale mangia tutto ciò che vede, ma anche all’anemia quando il corpo resiste alla perdita di energia. Eventuali dubbi dovrebbero essere portati da un veterinario e il problema risolto. Molto spesso i gatti più anziani dormono molto, dopo il risveglio sono semi-coscienti, il che può anche indicare che qualcosa non va. Quando un gatto non si prende cura di se stesso nella sandbox della porta accanto, non è il suo male. In questo modo mostra di collegare la sandbox al dolore. Questo non può essere sottovalutato, nessun animale è cattivo. Ad esempio, se un gatto sta facendo pipì da qualche parte e abbiamo eliminato le malattie del tratto urinario, la sua psiche dovrebbe essere curata. Sarà necessario avere una diagnosi completa e un esame del sangue.

Tutte le malattie degli animali anziani sono pericolose. La maggior parte di essi è correlata a malattie circolatorie, polmonari, cardiache e renali. Ricorda che i reni non si rigenerano e che una volta danneggiati non tornano più a funzionare. Se il gatto sta perdendo peso, beve molto, fa molta pipì, fa ricerche di base, controlla come funzionano i reni dell’animale. Anche il fegato grasso è una malattia molto comune nei gatti anziani. I gatti grassi che si muovono un po’ sono obesi e costano grasso. Il gatto smette di mangiare e può perdere peso entro 5 giorni. Tutto ciò che disturba in un animale, diverso da prima, dovrebbe farci andare dal veterinario.

Autore: Marlena Barasińska / mf /


Possiamo consigliare a tutti è un programma in cui esperti di diversi campi consigliano su come risolvere i problemi legati alle normative, al lavoro, alla casa e alla famiglia.

Quali sono i nostri diritti e doveri? Come prendersi cura della salute e della sicurezza dei propri cari? Come usare il denaro con saggezza e non imbrogliare? Come mantenere un’auto, un giardino e animali domestici?

Risposte semplici e facilmente accessibili a queste e altre domande su Radio Katowice in Polonia.

Puoi anche scriverci: damyrade@radio.katowice.pl.

Leave a Comment