Katowice. Presto il quinto festival internazionale OPEN THE DOOR è dedicato all’esclusione

19.-26. Giugno Al Teatr Śląsk si tiene il 5° Festival Internazionale OPEN THE DOOR, interamente dedicato all’esclusione diffusa. Domenica 19 giugno, alle 18:00, ci esibiremo “5: 00.UA”, creato nell’ambito di un programma di residenza per artiste ucraine condotto presso il Teatro della Slesia sotto gli auspici del Forum dei leader del voivodato della Slesia. La performance sarà seguita da una mostra “Kharkiv Guards”.

foto: tappeto. Teatro

“Guardians of Kharkiv” è un progetto artistico ed educativo composto dai ritratti di Oleg Lazarenko, un film di Tetyana Babin e un incontro con Tetyana Babina, Valentina Korzh, Natalia Zhuk e Sofia Kaskun. I ritratti mostrano i creatori di una cultura di Kharkov che rimangono coraggiosamente nella città assediata, sostengono mentalmente i suoi abitanti e combattono. Oleg Lazarenko, noto artista ucraino e pittore di fama mondiale, non lasciò Kharkov durante la guerra. Il suo studio divenne un centro congressi per volontari e combattenti delle forze di difesa ucraine, che divennero vere guardie di Kharkiv. L’artista ha realizzato ritratti di queste persone per il loro libero amore per la loro città natale e per le persone culturali che ogni giorno ispirano lui e altri a difendere i posti di blocco e fornire evacuazione e assistenza umanitaria. La prima rappresentazione del progetto si è tenuta a Kharkov il 26 maggio 2022, poi è stata presentata al Museo Nazionale della Memoria Letteraria Ivan Franko – Casa Frank a Lviv. Attualmente, il progetto raggiungerà spettatori in diverse città polacche. A Katowice, la performance è collegata alla performance “5:00. UA”, implementato nell’ambito di un programma di residenza per artiste ucraine implementato dal Forum dei direttori teatrali del Voivodato di Slesia.

La mostra sarà allestita dal 19 al 26 giugno 2022 presso il CLUBIAL PAINTING BOARD.

foto: Klaudyna Schubert / mat. Teatro

L’anno 2022 è un momento speciale per il nostro teatro: è un anno giubilare. Abbiamo celebrato il 150° anniversario del teatro, il 110° anniversario del palcoscenico polacco, il 25° anniversario del Consiglio dei Patroni nel nostro teatro, il 5° anniversario della Fondazione Teatro Slesia “Wyspiański” e il 5° anniversario dell’International OPEN THE DOOR Festival. Tuttavia, è un momento difficile, un tempo di ripresa dalla pandemia, un tempo di ricordo per le sue vittime, un tempo di guerra. Il nostro festival non ha paura dei temi difficili perché tutti dobbiamo affrontarli. Da molti anni affrontiamo il tema dell’esclusione, vediamo quanti volti e quante cause abbia. Durante il prossimo festival OTD, vogliamo attirare la vostra attenzione in modo speciale sulla questione dei rifugiati, l’ansia che segue molte persone oggi, spesso i nostri vicini. Quindi presentiamo progetti di artisti provenienti da Ucraina e Bielorussia. Proponiamo anche uno spettacolo sulla questione dei rifugiati al Teatro Kosovo, che ha appena vinto il Gran Premio della Giuria al Festival Kontrapunkt di Stettino.

Durante l’anno dell’anniversario di questo festival, saremo accompagnati da rinomati artisti e gruppi musicali: siamo molto entusiasti di incontrare, tra gli altri, il Teatro Oskaras Korsunovas / Teatro cittadino di Vilnius. Nell’ambito del festival, la band eseguirà “Othellon”, diretta da uno dei registi più interessanti e rispettati d’Europa, Oskar Korsunova. La messa in scena lituana del dramma di Shakespeare enfatizza il tema del razzismo, dell’esclusione e dell’alterità e si adatta quindi perfettamente all’idea del festival OTD. Il programma include Teatr 21, che è attualmente presente in ogni versione del festival OTD – una squadra unica il cui nucleo è costituito da persone con sindrome di Down, anche se questa volta Teatr 21 si esibisce in un progetto insolito a Katowice – con un’esibizione da solista. la famosa nuotatrice Karolina Hamer di Tychy. .

Grazie al progetto “In traduzione” dir. Wojtek Ziemilski, insieme scopriamo come si può creare una poesia unica… nella lingua dei segni. Dopotutto, da cinque anni presentiamo performance e progetti che rompono gli stereotipi e le barriere alla comunicazione. Come sempre, durante il festival presenteremo varie forme di teatro. Ti invitiamo all’originalissimo e commovente teatro di marionette “Robot”, interpretato tra gli altri da Unia Teatr Niemożliwy e dall’artista cileno David Zuazola. Lo spettacolo ha appena vinto il Grand Prix dello Scena w Budowie Stage and Costume Festival.

Come puoi vedere, il programma del festival di quest’anno sarà completamente internazionale: i nostri ospiti includono band e artisti provenienti da Lituania, Cile, Ucraina, Bielorussia, Kosovo, Spagna, Repubblica Ceca e, naturalmente, eccellenti band polacche. Come di consueto, il nostro festival esce dal teatro – nell’ambito di esso, abbiamo in programma anche eventi all’aperto – spettacoli e progetti all’aperto. Nella piazza antistante il teatro, presentiamo lo spettacolo spagnolo “Migrare” della Compañía Maduixa, ispirato al tema della migrazione, che ha vinto il “Premio Moritz FiraTàrrega” per la migliore anteprima al festival internazionale FiraTàrrega 2021. note band polacche che si esibiscono all’aperto – a Biuro Podróży Poznań Durante la 5a edizione del Festival Internazionale OPEN THE DOOR, riapriamo la porta – la porta del teatro che conduce a un’altra persona o separa un’altra persona, la porta dell’immaginazione, empatia e cognizione. Ci vediamo!

Leave a Comment