Lo sviluppo dell’e-commerce ha causato un boom delle scorte

  • Autore: ed. RW
  • Data: 14/06/2022, 11:15

Lo sviluppo dinamico dell’e-commerce durante una pandemia e le previsioni aggiuntive per la sua crescita convincono gli sviluppatori di inventario che le strategie che hanno scelto sono la giusta direzione. Solo tra gennaio e marzo di quest’anno, la nuova offerta ha raggiunto il suo risultato trimestrale più alto di 1,3 milioni di piedi quadrati, mentre l’interesse degli inquilini è cambiato a 1,4 milioni di piedi quadrati.


Lo sviluppo dell’e-commerce ha causato un boom dell’inventario / immagine Rimuovere schizzi

Varsavia è il più grande mercato di magazzini in Polonia

Il settore industriale e logistico, attualmente il più veloce nel mercato immobiliare polacco, occupava a fine marzo oltre 25,3 milioni di metri quadrati, con un aumento del 17% rispetto allo stesso periodo del 2021. La crescita del nuovo spazio di magazzino si è riflessa in ciascuna delle 9 aree di concentrazione, i cosiddetti “big five”, ovvero Varsavia (aree I e II), Alta Slesia, Polonia Centrale, Bassa Slesia, Grande Polonia e Tri -Regione della città di Stettino, Cracovia e mercati emergenti.

I più grandi magazzini in Polonia sono senza eccezioni: Varsavia, che fornisce 5,5 milioni di metri quadrati (22% dello stock totale), così come la regione dell’Alta Slesia (18%) e la Polonia centrale (15%).

Un nuovo format per il settore dell’e-grocery

La continua crescita dinamica del settore delle scorte polacche è confermata dal risultato record di nuove consegne trimestrali. Tra gennaio e marzo sono stati consegnati agli inquilini 1,3 milioni di metri quadrati di spazio. I progetti completati hanno dominato la Grande Polonia, dove il mercato è cresciuto di 280.000 metri quadrati (21% del totale delle nuove consegne), la Bassa Slesia di 236.000 metri quadrati e l’Alta Slesia di 216.000 metri quadrati. Durante i primi tre mesi di quest’anno è stato rilasciato un permesso di soggiorno ad es. Hillwood BTS a Bydgoszcz (104.000 metri quadrati), P3 Poznań II con una superficie di 82.000 metri quadrati, Hillwood BTS Stryków II (73.000 metri quadrati). ) e Segro Logistics Park Poznań, BTS a Gołusk (50.000 metri quadrati).

Osservando la struttura della nuova sede, si nota lo sviluppo dinamico delle forme urbane e delle strutture logistiche dell’ultimo miglio, molto ricercate dagli inquilini di e-commerce e q-commerce. Sul mercato polacco è apparsa anche una nuova forma di “commercio oscuro” sotto forma di mini-centri di distribuzione, in particolare nel campo dell’e-grocery. Inoltre, si registrano notevoli cambiamenti anche nel livello tecnico degli impianti da realizzare. Sempre più spesso, gli sviluppatori stanno implementando progetti con una maggiore capacità portante del pavimento, altezze più elevate e un maggiore isolamento termico delle pareti.

– spiega Michał Kozdrój, capo dell’ufficio logistico di Knight Frank.

L’interesse degli inquilini non è in calo

Con l’espansione dei mercati industriale e logistico, l’interesse degli inquilini non diminuirà. Nel primo trimestre sono stati firmati contratti per un valore di 1,4 milioni di euro. metri quadrati di spazio. Le più apprezzate sono state le tre aree di concentrazione sviluppate, guidate dalla regione dell’Alta Slesia (21% della domanda), seguita da Varsavia (zone I e II con il 16%) e la terza con la Polonia centrale (14% del totale dei contratti).

Come gli inquilini, gli sviluppatori rimangono altrettanto attivi. A fine marzo 2022 erano in costruzione 4,7 milioni di metri quadrati di locali, solo il 2% in meno rispetto all’ultimo trimestre del 2021. Questi dati confermano che, nonostante le restrizioni alla disponibilità di materiale, alla manodopera e all’aumento dei prezzi, i nuovi investimenti non stanno rallentando. Attualmente, la maggior parte dei nuovi investimenti viene effettuata nei mercati emergenti, dove si stanno sviluppando più di 860.000 metri quadrati di nuovi spazi. Sul podio è salita anche la regione della Polonia centrale (788.000 metri quadrati) e dell’Alta Slesia (743.000 metri quadrati).

– aggiunge Renata Zielińska, consulente del dipartimento di ricerche di mercato di Knight Frank.

Meno posti vacanti

Alla fine di marzo 2022, il tasso di sfitto è sceso al minimo storico di circa il 4,1%, nonostante la nuova offerta record e la domanda record. La maggiore quantità di spazio di stoccaggio immediatamente disponibile è stata fornita dalla regione dell’Alta Slesia con un tasso di sfitto di circa il 7%. La disponibilità di spazio, invece, è molto limitata nei mercati emergenti di Stettino, Łódź, Cracovia e Tri-City.

Un’offerta che non corrisponde alla domanda, unita a un basso tasso di sfitto, crea una pressione alla domanda di rendita, i cui primi segni sono già visibili. Il primo trimestre del 2022 ha visto un aumento delle richieste di noleggio nel principale mercato polacco dei magazzini. Inoltre, questa tendenza dovrebbe continuare nel prossimo trimestre. Il mercato più caro resta quello di Varsavia, dove entro i confini della città viene richiesto l’affitto da 4,00 a 5,60 euro/mq/mese, mentre nella zona II – da 3,00 a 4,50 euro/mq/mese. Nelle maggiori aree di concentrazione fuori Varsavia, gli affitti erano 3,00-4,30 EUR/m²/mese, mentre nei mercati emergenti 3,00-3,80 EUR/mese/mese.

Leave a Comment