Gli alunni e gli insegnanti delle scuole Podlasie hanno migliorato le proprie competenze digitali

La decisione di fornire finanziamenti per l’attuazione di questo progetto è stata presa dal governo del voivodato due anni fa. Il suo scopo era aumentare l’uso delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione nelle scuole, nell’insegnamento delle materie e quindi anche nella vita quotidiana.

Risultati soddisfacenti

– Abbiamo organizzato corsi di formazione, a cui hanno partecipato quasi 300 insegnanti delle scuole coinvolte nel progetto. È molto bello seguire i bambini, che grazie alle capacità veicolate dagli insegnanti formati, possono gonfiare in vita i robot didattici acquistati nell’ambito del progetto – ha affermato Sebastian Łukaszewicz, vice maresciallo del voivodato.

Come ha sottolineato, il progetto – a causa dei vincoli della pandemia – si è evoluto.

– Al momento della creazione del progetto, operiamo in una realtà diversa da quella in cui dovevamo realizzarlo. Lungo la strada, abbiamo adattato i suoi presupposti alla situazione prevalente e, grazie a questo, siamo stati in grado di attuarli quasi completamente – ha sottolineato.

Supporto completo per le scuole

Di conseguenza, nell’ambito di questa iniziativa sono state erogate oltre 700 ore di corsi di formazione per insegnanti. Ogni scuola ha ricevuto un laboratorio informatico portatile dotato di moderni robot didattici, laptop e display interattivi. Gli studenti, a loro volta, hanno fatto più uso della robotica e della programmazione.

– Abbiamo preparato i locali in modo completo per l’uso delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione nella scuola. Il nostro obiettivo era quello di rendere gli studenti più interessati all’apprendimento delle materie chiave della programmazione – ha spiegato Agnieszka Aleksiejczuk, Direttore del Dipartimento della Società dell’Informazione dell’Ufficio del Maresciallo, che ha implementato il progetto.

Per il 21° secolo

20 Il governo locale di Podlasie ha beneficiato del progetto. Queste erano le seguenti città: Bielsk Podlaski, Grajewo, Hajnówka, Kolno e i comuni Ciechanowiec, Czarna Białostocka, Dąbrowa Białostocka, Dobrzyniewo Duże, Grodzisk, Jasionówka, Sokwabne, Łapy, Peręki, Natwo, Moka Sid.

– Questo progetto si adattava molto bene alle nostre esigenze, perché abbiamo lavorato da remoto durante la pandemia e l’idea era di tenere lo studente davanti al monitor – ha affermato Bożena Markiewicz, direttrice della Hajnówka Primary School No. 4. – Utilizziamo l’attrezzatura acquistata per molti anni per lavorare in modo efficace con gli studenti.

Come ha aggiunto, è stato anche un grande aiuto per gli insegnanti che devono stare al passo con i tempi e soddisfare i bisogni dei giovani.

[14.06.2022]    Progetto

Il campo dell’immaginazione

Artur, uno studente del complesso scolastico e asilo di Nowy Aleksandrów, ha apprezzato di più la costruzione del robot. E mentre non nascondeva che alcune attività erano difficili per lei, si è anche divertita e soddisfatta. Filippo ha parlato della stessa istituzione con lo stesso tono.

“ È stato fantastico poter dare al robot la forma che volevamo. C’era poca fantasia – disse.

Un investimento nel futuro

La gioia di partecipare al progetto Scuola Primaria. Il sindaco di questa città, Jarosław Borowski, non ha nascosto i valori grigi a Bielsk Podlaskie.

– Fin dalla tenera età, i bambini devono essere introdotti alle tecnologie che li avvantaggeranno in futuro, ha affermato.

Il valore del progetto è stato di 3,5 milioni di PLN e il finanziamento del programma regionale ha coperto oltre 3,2 milioni di PLN.

Alla riunione di martedì hanno partecipato anche ad es. Dr. Tadeusz Andrzej Mosiek, Ispettore Senior del Białystok Board of Education, Dr. Inż. Joanna Krętowska, Direttrice del Dipartimento di Qualità dell’Educazione presso l’Università di Tecnologia di Białystok (PB), prof. Ireneusz Mrozek, vicepreside per lo sviluppo e la cooperazione, dipartimento BUT IT, Lidia Kłoczko, direttrice del centro di formazione per insegnanti di Suwałk, Dorota Dąbrowska, direttrice del centro di formazione per insegnanti di Łomża, Karolina Perkowska, capo dipartimento, Fondo sociale europeo per l’ufficio del maresciallo


Anna Augustynowicz

Editore: Barbara Likowska-Matys
foto: Mateusz Duchnowski

Leave a Comment