Uno spazio di studio e di progettazione biofila. Un progetto insolito della SWPS University e del brand HOOF

L’architettura influisce sul benessere generale degli utenti dello spazio. Ha anche un ruolo da svolgere nel miglioramento della salute, dell’apprendimento e della qualità del lavoro. Per progettare correttamente gli interni per le esigenze sempre più diverse delle persone del 21° secolo, gli architetti devono affrontare una vera sfida. La SWPS University ha soddisfatto le aspettative degli studenti e, date le loro esigenze, insieme agli esperti HOOF, siamo riusciti a creare uno spazio unico per lo studio e il relax nel campus di Poznań.

Il ritmo e la qualità della vita sono cambiati radicalmente negli ultimi dieci anni. La cosiddetta cultura dei nanosecondi che prevale oggi ha reso tutto immediatamente disponibile. Questo approccio interessa tutte le aree della vita umana moderna. Inoltre, la pandemia di COVID-19 ha rivelato un cambiamento nei bisogni e nelle opportunità non solo in termini di occupazione, ma anche in termini scientifici. Ecco perché gli architetti affrontano nuove sfide, sia nella progettazione di uno spazio bello e confortevole sia – o forse ancora più importante – che soddisfi le aspettative delle nuove generazioni. Questi, a loro volta, differiscono significativamente dai dati finora.

L’istruzione in un contesto più ampio

In molte aziende, la progettazione degli interni degli uffici in base alle aspettative e alle esigenze dei dipendenti è standard. Lo scopo dello spazio è promuovere l’efficienza e la concentrazione, è progettato in modo che il lavoro non porti solo impatto ma anche il benessere dei dipendenti. L’approccio alla progettazione degli spazi per uffici sta cambiando, così come il modello di lavoro. Lo stesso vale per l’insegnamento. Elementi apparentemente banali, come garantire la massima disponibilità di luce naturale, la vista del verde e degli elementi naturali all’interno o il comfort acustico, possono migliorare la qualità dell’apprendimento, influenzarne l’efficacia e aumentare la creatività. Sfortunatamente, le reali esigenze degli utenti in questo settore vengono ancora ignorate nel sistema educativo.

In un mondo in continuo cambiamento, innovazione e ritmo rapido, anche le sfide dell’istruzione stanno diventando multidimensionali. Pertanto, vi è un bisogno crescente di guardare in modo ampio ai cambiamenti in atto, per comprenderne le interdipendenze e le implicazioni. Uno studio incluso nel rapporto “The Future of Education. 2046 Scenarios” (sviluppato per il Natalia Hatalska Infuture Institute) mostra che è improbabile che le università cambino molto. Le persone dovrebbero trascorrere i loro anni migliori. Allora perché non renderlo lo spazio più amichevole possibile • Inoltre, strutture di formazione ben progettate rendono il processo di apprendimento più efficiente del 20-25%.

In questo momento, anche il modello di persone che lavorano nello spazio è cambiato radicalmente: siamo molto più veloci di prima e non abbiamo bisogno di un lavoro con comode sedie da ufficio. I giovani vedono lo spazio (compreso lo spazio pubblico) a un livello completamente diverso rispetto alle generazioni precedenti. Hanno chiare aspettative su come dovrebbe essere progettato per usarlo in modo ottimale. Allo stesso tempo, non definiscono esattamente cosa è incluso in esso, ma sentono in modo più intuitivo ciò di cui hanno bisogno. – La generazione più giovane è una generazione di individualisti fortemente orientati verso i propri bisogni, quindi avvicinandosi allo spazio si concentrano su tutto ciò che è comodo, sicuro e facilmente accessibile. Hanno bisogno di spazio mobile, molto facile da riorganizzare, solo l’ergonomia è importante. Le giovani generazioni comunicano molto rapidamente tra loro. Se hanno un lavoro da svolgere a livello di ufficio, non hanno bisogno di un lavoro definito, ovvero la propria scrivania. Possono lavorare letteralmente ovunque: accendono il computer e sono già al lavoro. Bisogno di riposo? Si siedono per un momento, se possibile. Pertanto, in uno spazio ben progettato, questo aspetto deve essere tenuto in considerazione – spiega Katarzyna Salamonik-Zakrzewska, progettista e ideatrice del progetto SWPS University.

Rotonda multifunzionale

Alla luce delle tendenze e della ricerca prevalenti, le autorità del campus dell’Università SWPS di Poznań hanno deciso di riorganizzare la Rotonda, uno spazio aperto che è stato finora utilizzato da studenti, studenti e personale universitario come sala d’attesa. riunioni, lavoro e riposo. “Abbiamo deciso di affrontare questa sfida in modo innovativo, attingendo anche alle competenze e alla creatività degli studenti della School of Form”, spiega Aleksandra Gutkowska-Maciejuk, Direttore Esecutivo della SWPS University di Poznań. – La cosa più importante nel progetto fin dall’inizio è stata la premessa che la nuova Rotonda evoca emozioni positive e riflette i valori a cui aderiamo ogni giorno. Volevamo che non fosse correlato a un tipico ufficio o zona studentesca, ma un luogo in cui si combinano diverse funzioni. Un luogo in cui vuoi tornare con gioia e riscoprire – aggiunge.

L’innovatività del progetto attuato dall’università si basava su un approccio agile alla progettazione, ad es. coinvolgendo fin dall’inizio i suoi principali utenti – studenti e personale del campus di Poznań. Con i jamboard digitali, tutti sono stati in grado di esprimere i propri sentimenti, bisogni e aspettative per un nuovo spazio e trarre ispirazione: immagini da luoghi simili in tutto il mondo. Il materiale così preparato è stato consegnato agli studenti del Dipartimento di Design della Facoltà di Design della SWPS University.

I compiti progettuali svolti durante gli studi e basati sul lavoro con lo spazio reale e i suoi fruitori sono una sfida interessante per i nostri studenti della Facoltà di Design e un modo per affrontare la situazione reale affrontata dal progettista nella loro vita lavorativa quotidiana. Gli studenti del secondo anno della specializzazione in Design finlandese che hanno preso parte al progetto hanno avuto una grande opportunità di proporre soluzioni progettuali dedicate alle strutture del campus universitario, ovvero ai luoghi che loro stessi utilizzano quotidianamente. Questo incarico ha permesso loro di familiarizzare con l’intero processo di progettazione e di affrontare un problema di progettazione così completo all’inizio del percorso di formazione. In gruppi, gli studenti hanno creato diverse soluzioni di design interessanti e discrete per lo spazio Rotunda. Dal punto di vista del docente, siamo rimasti molto soddisfatti delle soluzioni progettuali, che non solo erano funzionali e intelligenti, ma hanno anche permesso agli studenti di sviluppare il proprio stile e creare una soluzione ovvia senza tempo, cioè quelle che non sono un’altra variazione di quelle comunemente usate e regalo. soluzioni estetiche e funzionali alla moda, solo loro sono il risultato di un lavoro di progettazione creativo, perspicace e attento basato sull’analisi e che mostra l’immaginazione degli autori – spiega il Master. foglio Jolanta Starzak Design Coordinatore presso la Scuola di Design.

Dopo diversi mesi di lavoro, le ipotesi e le ispirazioni emerse in questo processo sono state trasmesse a Hoof. Il concetto di gestione finale per questo spazio è stato creato da tre professionisti: Katarzyna Salamonik-Zakrzewska, Aleksandra Szutarska e Monika Majchrzycka.

Nell’incarico progettuale che abbiamo ricevuto, era importante tradurre le idee e le aspettative di studenti e personale universitario in realtà di budget, leadership e scadenze. Siamo un’azienda con la maggior parte dei prodotti della gamma utilizzati oggi dai moderni impiegati. Grazie a ciò, siamo stati in grado di organizzare lo spazio in modo che le funzioni si adattino all’estetica e ai valori dell’università – afferma Aleksandra Szutarska.

Il punto di partenza del processo di progettazione è stato quello di far risaltare la scultura e invitare l’atmosfera che circonda l’edificio del Cytadela Park all’interno dell’università. Le sculture di Magdalena Abakanowicz fanno parte del paesaggio del parco, che è diventato un elemento permanente nella consapevolezza dei residenti e dei turisti di Poznań che visitano la città. La presenza della scultura nella Rotonda sottolinea l’amore per l’arte del fondatore della SWPS University. Il design utilizza soluzioni tipiche degli edifici del parco per dare a studenti e dipendenti un senso del verde che circonda l’edificio, e i colori sobri hanno anche lo scopo di lenire, lenire, rilassare e favorire la concentrazione.

Nella progettazione è stato utilizzato il concetto di design biofilo riferito allo spazio del parco. Nello spazio sono stati collocati mobili assortiti, tra cui il Social Swing progettato dal designer polacco Maciej Karpiak. Il suo swing è un esempio di come i mobili possano trasformare lo spazio in cui si trovano e acquisire nuovi significati – non solo qualitativamente, ma anche aiutando a creare connessioni tra le cellule nervose, che ha un effetto positivo sul potenziale intellettuale. Gli elementi di arredo Rotunda sono anche mobili che hanno più di una funzione:

● Panche – sistema U_Floe imbottito; quando organizzati in sistemi sociali, favoriscono l’integrazione, il libero scambio di idee e pensieri.

● Altalena: il dondolio leggero calma le emozioni, migliora la concentrazione e rafforza i processi creativi.

● Le ante – tende acustiche – assolvono alla funzione fonoassorbente e danno vicinanza alle aree su cui vogliamo concentrare l’opera.

● Sedia a dondolo – un mobile comodo consigliato per le mamme che allattano e per chi ha bisogno di un momento di recupero.

● Cabine acustiche: la soluzione perfetta per coloro che vogliono parlare in silenzio e in prossimità o semplicemente concentrarsi su un compito importante.

Per migliorare l’impressione del paesaggio, gli elementi imbottiti presentano sfumature di menta, verde navy e verde, colori rilassanti dalla tavolozza dei colori naturali. L’ispirazione principale è stata la tendenza biofila. – Nello spazio non siamo stati in grado di sfruttare la vegetazione viva che pesava molto gli studenti. Troppa poca luce naturale era un ostacolo all’attuazione. Ecco perché ci siamo concentrati sulla creazione di un paesaggio biofilo, non sulla biofilia nel vero senso della parola. Abbiamo usato forme e colori che si riferiscono a quelli che si trovano in natura, dice Katarzyna Salamonik-Zakrzewska.

È questo un approccio alla progettazione di strutture di formazione in futuro? La Rotunda nel campus della SWPS University di Poznań risponde alle tendenze attuali ed è un esempio della loro implementazione creativa.

Ti è piaciuto l’articolo? Ghiaccio!

Leave a Comment