Le attività di e-commerce stanno emergendo come funghi dopo la pioggia

Attualmente ci sono più di 250.000 aziende in Polonia. Negli ultimi cinque anni, quasi 200.000 imprenditori hanno aggiunto il codice PKD per l’e-commerce alle loro attività principali, di cui 19,6 mila. lo ha fatto quest’anno e fino a 120 mila. nel 2021 – secondo una nuova analisi del registro dei tribunali nazionali.

  • Da inizio 2022 19,6 mila. gli imprenditori hanno deciso di ampliare il proprio campo di applicazione con l’e-commerce aggiungendo un codice PKD adatto al loro core business.
  • Tra le 120.000 aziende che lo scorso anno hanno ampliato il proprio core business all’e-commerce, la percentuale più alta sono le società all’ingrosso e al dettaglio.
  • I risultati della pubblica amministrazione, ancora restia ad operare attraverso i canali online, non possono essere soddisfatti.

A inizio 2022 già 19,6 mila. gli imprenditori hanno deciso di espandere la loro portata all’e-commerce aggiungendo il codice PKD appropriato al loro core business, i risultati di un’analisi del National Court Register condotta da Dun & Bradstreet Business Intelligence all’inizio di giugno. ufficio. Tra il 2018 e il 2011, 178.000 persone hanno deciso di apportare questo cambiamento. aziende, di cui quasi 120mila nel 2021.

Attualmente ci sono circa 53.000 aziende in Polonia le cui vendite online sono state registrate come core business sin dall’inizio. Il numero totale di imprenditori polacchi che fanno trading su Internet è di oltre 250 mila.

– I dati mostrano quante aziende sono consapevoli delle aspettative dei consumatori e di come sta prendendo forma il mercato. Gli imprenditori che seguono da vicino le tendenze e le utilizzano per costruire la propria competitività vinceranno fin dall’inizio con coloro che sono riluttanti alla trasformazione digitale. Secondo Gemius, il 77% fa già acquisti online. Oltre agli utenti Internet in Polonia, ci sono sempre più giovani sul mercato, la cosiddetta Generazione Z, che sono stati connessi a Internet fin dall’infanzia, afferma Rafał Gadomski, CEO di Advox Studio. – La revoca completa delle restrizioni pandemiche porterà probabilmente alcuni consumatori a tornare al commercio di pietre, ma nonostante un leggero calo della quota delle vendite online, le vendite online continueranno a crescere. A prezzi correnti, era del 33,4% nell’aprile 2022. superiore ad aprile 2021 – aggiunge.

Leggi: Allegro vende sempre di più, ma gli investimenti riducono i profitti dell’azienda

Dinamica dell’e-commerce

Tra le 120mila, la maggior parte delle aziende che lo scorso anno hanno ampliato il proprio core business alla vendita online sono le imprese all’ingrosso e al dettaglio, seguite dalla pubblica amministrazione. Nella maggior parte dei casi, i negozi di alimentari hanno aggiunto un codice PKD che indica l’e-commerce al loro core business: 4mila. solo nel 2021.

La pandemia ha causato una rapida crescita del commercio di generi alimentari elettronici. Secondo un rapporto di Gemius, il 35% fa acquisti di generi alimentari online. Gli utenti di Internet e più della metà di loro hanno iniziato ad acquistare in questo modo negli ultimi due anni.

Secondo gli esperti, questo non sorprende. La trasformazione digitale del commercio all’ingrosso e al dettaglio è la più semplice e veloce da implementare. È anche sempre più necessario a causa della maggiore concorrenza. Ordinare prodotti FMCG online, cosa che i polacchi non hanno voluto fare nel 2019, viene sempre più proposto e scelto dai consumatori in linea con la tendenza del convenienza.

– I risultati della pubblica amministrazione, ancora restia ad operare attraverso i canali online, non possono essere contenti di questo. La pandemia ha dimostrato che molti problemi possono essere risolti con l’aiuto della tecnologia moderna e una scelta più ampia di questa forma potrebbe risolvere molti problemi – afferma Rafał Gadomski.

Ci sono sempre più vendite online in Polonia ogni anno. Il numero di aziende registrate in Polonia con la menzione più alta delle vendite online come settore principale è aumentato nel 2019, quando sono cresciute fino al 26,5%.

Gli esperti di Dun & Bradstreet stimano che il numero di entità di e-commerce quest’anno potrebbe superare le 55.000. La dinamica più grande è a Podlasie: solo nel 2021, il numero di aziende che vendono online è aumentato del 22%. rispetto all’anno precedente.

Il numero di aziende con l’e-commerce più lento è aumentato in Podkarpackie e Opolsk Voivodeships, mentre i negozi online registrati con Małopolskie Voivodeship sono nella migliore posizione finanziaria.

Leave a Comment