È diventato blu nei prati fioriti di Stettino. “È davvero fantastico”

Quest’anno le piante perenni dominano i prati fioriti di Stettino. Particolarmente visibile è la specie altamente meliferica – l’echinacea comune. “Abbiamo un bel pascolo qui per gli insetti impollinatori. Quando si tratta di piante e della base alimentare degli insetti, è davvero eccezionale “, afferma Karol Podyma sul prato vicino al lago Słoneczne.

Si ricorda che le aree dei primi prati fioriti sono state progettate due anni fa. A quel tempo, Zakład Usług Komunalnych designava l’area del lago Słoneczne (lungo Derdowskiego Street) e la corsia in ul. 26 aprile. In totale, sono circa 27 mila. metri quadrati di spazio cosparso di 26 specie vegetali autoctone. I prati sono stati fondati dai dipendenti dell’azienda “Łąki florne” di Radzików.

Quest’anno domina Żmijowiec

I prati fioriti non sono solo la casa degli insetti. Danno all’ambiente un’atmosfera idilliaca e creano un microclima migliore. Inoltre, il complesso apparato radicale delle piante lega l’acqua piovana al terreno e trattiene l’umidità più a lungo del prato.

Gli abitanti di Stettino sono particolarmente soddisfatti di questo prato, situato sulle rive del lago Słoneczne. Quest’anno puoi ammirare più di una dozzina di specie vegetali, per lo più perenni. Il suo paesaggio è dominato dal colore azzurro grazie alla preziosa Echinacea.

– Questa è una delle piante più preziose in questo posto. È bella e molto generosa. Ci sono molti insetti impollinatori intorno, dice Karol Podyma, proprietario di Flower Meadows. Come spiega, Żmijowiec è strettamente associato ad aree fortemente cambiate. È ogni due anni, quindi probabilmente ce ne sarà meno l’anno prossimo.

“Abbiamo un bel pascolo qui”

Sul lago Słoneczne si possono ammirare anche il lino pregiato, il lino perenne (da non confondere con il lino normale), una sparceta molto mielata o un cespuglio bianco nutrito dalle farfalle. Gli accenti rosa sono dati da un garofano punteggiato e da un fiore di margherita bianco e giallo. Per la gioia di molti, sono apparsi anche un papavero di un anno e un fiore spray.

In che modo Karol Podyma valuta le condizioni del prato? Va bene.

– Mi piace. Vorrei aggiungere il colore blu e giallo, ma questo è solo per il punto di vista visivo. Abbiamo un bel pascolo qui per gli impollinatori. Per quanto riguarda l’abbondanza di piante e la base nutritiva degli insetti, è davvero eccezionale “, riassume.

non disturbare

E cosa può fare la città per un prato fiorito che ci servirà il più a lungo possibile? Come dice Karol Podyma, non molto è abbastanza.

– Qui abbiamo il vantaggio di specie che si comportano bene nelle zone aride. L’unica cosa che si può fare qui oltre a falciare l’anno è usare i denti e scuotere il terreno. Ci sono parecchi semi qui che potrebbero non aver trovato un buon posto per germogliare.

Tale aratura può essere eseguita in autunno, ma è una misura aggiuntiva – sottolinea il proprietario di “Flower Meadows”.

Tuttavia, il promotore dei prati fioriti suggerisce che non sarà disturbato e che non si procederà alla normale falciatura fino ad agosto o settembre. – Con un prato così casuale, un prato così grande diventa un’enclave di insetti svernanti. È anche uno degli obiettivi principali dei prati fioriti. L’aumento della biodiversità sta diminuendo, sottolinea.

Sedum è stato rilasciato il 26 aprile

E cosa succede nel prato ul. 26 aprile? Si ricorderà che l’anno scorso i risultati sono stati deboli. Principalmente a causa delle condizioni molto dure – prima c’era il bidone della spazzatura e altre strane sostanze. Ora la vegetazione sta lentamente prendendo vita.

– Finora, il prato sembra abbastanza spontaneo. La vegetazione è simile, ma le condizioni sono molto più difficili. Fortunatamente, le prime specie sono già visibili. Ci sono piante di Sedum in aumento, che sono anche preziose per la raccolta del miele – afferma Karol Podyma.

Vale la pena aggiungere che i prati fioriti hanno un aspetto diverso ogni anno. Attualmente sono in mostra una dozzina di specie autoctone e altre vengono preparate per la “mostra”.

– Ci saranno probabilmente cicoria e carote selvatiche. Altre specie di insetti si nutrono e ne traggono vantaggio. Abbiamo anche una linea di sangue più piccola, un trifoglio rosso. Ce n’è molto ed è davvero bello – sottolinea il promotore dei prati fioriti.

Leave a Comment