Appalti pubblici: un vello d’oro sottovalutato per le PMI. I fondi europei aiuteranno a raggiungerli

Anno dopo anno, decine di migliaia di offerte sono in contratti del valore di miliardi di zloty. Secondo l’Agenzia per gli appalti pubblici, nel 2020 sono stati creati oltre 135.000 posti di lavoro in Polonia. il valore degli appalti pubblici è di 183,5 miliardi di PLN. Fino all’82 percento. le offerte presentate provenivano da appaltatori del settore PMI.

Il potenziale degli appalti pubblici esteri viene sempre meno sfruttato. Ed è enorme. Gli appalti pubblici rappresentano il 15%. PIL mondiale. Questo è il mercato più grande possibile, ha affermato Michał Polański, capo del dipartimento di supporto all’imprenditorialità al Congresso economico europeo di Katowice.

Tuttavia, ha riconosciuto che la disponibilità delle singole categorie varia. In poche parole, non tutte le offerte sono disponibili per soggetti stranieri in diversi paesi. – Anche all’interno dell’UE, solo il 20%. Gli appalti sono di natura transfrontaliera, ha affermato.

Gli imprenditori possono anche partecipare alle procedure di appalto pubblico indette da organizzazioni internazionali come la Banca mondiale, l’Organizzazione del Trattato del Nord Atlantico, le Nazioni Unite o la Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo.

Si stima che il mercato estero valga circa 50 miliardi di dollari l’anno. La partecipazione delle società polacche è bassa. Le società polacche rappresentavano meno dello 0,1%. ordini. Nel 2020, gli appaltatori polacchi hanno ricevuto 109 ordini dai mercati degli Stati membri dell’Unione Europea, non molto rispetto all’entità della partecipazione alle gare nazionali.

Alcuni imprenditori – soprattutto i più piccoli – hanno ancora paura a fare offerte – sia nazionali che più esteri – hanno paura della burocrazia, che è molto più una sfida per le aziende più piccole – le grandi aziende hanno dipartimenti amministrativi molto più grandi.

Comandi non così terribili

Questi timori risalgono al passato, ma dall’inizio dello scorso anno c’è stata una legge riformata sugli appalti pubblici che è molto più favorevole ai piccoli offerenti. Tra l’altro è stato introdotto l’obbligo di pagare anticipi e rate (per le piccole imprese, spesso le risorse finanziarie insufficienti costituivano un ostacolo alla partecipazione agli appalti – quando il contratto doveva essere finanziato e il pagamento veniva effettuato dopo la sua conclusione), nessuna penale per azioni per le quali l’appaltatore non è responsabile.

Di conseguenza, la partecipazione alle gare è più facile e priva di rischi, ma sembra ancora rappresentare una barriera amministrativa per molti imprenditori. Nella maggior parte dei casi, è solo una paura sconosciuta. Puoi liberartene. La formazione finanziata da fondi europei fornisce agli imprenditori informazioni su come presentare domanda per gli appalti pubblici.

Durante la formazione, gli imprenditori imparano come presentare un’offerta, quali documenti sono richiesti, come vengono preparate le lettere e i materiali per le domande, come i documenti vengono esaminati dalla commissione di ricorso. I partecipanti alle lezioni avranno anche l’opportunità di esercitarsi nella compilazione delle domande e nell’utilizzo di strumenti online.

PARP ha selezionato i formatori

Nel concorso, l’Agenzia polacca per lo sviluppo delle imprese ha selezionato unità che hanno creato offerte speciali per corsi e consulenti in questo campo. Attualmente sono in corso tre programmi: appalti pubblici aperti a tutti, appalti pubblici nazionali e appalti pubblici internazionali. Tutti sono finanziati dall’UE dal programma di sviluppo dell’educazione alla conoscenza (DG KED).

– La formazione e consulenza fornita nei progetti riguarda la domanda di appalti pubblici sia in Polonia che sul mercato internazionale. Incoraggiamo tutti gli imprenditori a partecipare a corsi finanziati da fondi europei, che aumenteranno sicuramente le loro possibilità di vincere nuovi contratti, afferma Monika Łyk, vicedirettore del dipartimento progetti del PARP.

Offerta per tutti

Il programma Public Procurement for All si rivolge principalmente alle aziende che non hanno ancora partecipato alle gare. I corsi erogati in questo contesto sono quindi un’ottima occasione per conoscere le regole e le procedure applicabili in questo mercato. Le aziende possono presentare domanda entro il 30.9.2023 e 5 operatori in tutta la Polonia offriranno i loro corsi.

In questo periodo di formazione, gli attori sono: HRP Group, che attua il programma di formazione “Ricetta per lo sviluppo degli appalti pubblici per tutti” nel Voivodato di Mazowieckie e Lubelskie, Management Consulting and Training Center, che attua due programmi “New Public Procurement Law – una nuova opportunità per le PMI.” Voivodati di Małopolskie, Podkarpackie e Świętokrzyskie e “Appalti pubblici amichevoli per il Ministero dell’ambiente – 3a edizione”, dove sono serviti i vuoti di Podlaskie, Warmińsko-Mazurskie, Kujawsko-Pomorskie e Pomorskie, Wielkopolska Grupa Prawnicza, Radcy Prawnego, il programma “Academy of Public Procurement”, opera nel voivodato di Opole, Łódź e Slesia.

Vinci la competizione

“Domestic Public Procurement” è un progetto leggermente più avanzato volto a finanziare l’acquisizione di know-how nel campo degli appalti pubblici, consentendo di ottenere un vantaggio competitivo sul mercato. Gli interessati possono candidarsi entro la fine del 2022 e ci sono 2 attori tra cui scegliere.

La formazione è qui fornita dal Management Consulting and Training Center, che opera nel voivodato nell’ambito del programma “PZP – Open Door for PMI”. Śląskie, Opolskie e Łódzkie, mentre l’Istituto di sviluppo polacco sta attuando il programma “Appalti pubblici per le MSME dei voivodati in Małopolskie, Podkarpackie e Świętokrzyskie”.

Per acque larghe

E infine – per le aziende più audaci e con una discreta esperienza nel mercato domestico – il programma “International Public Procurement” mira ad acquisire competenze nella richiesta di appalti pubblici da organizzazioni pubbliche straniere o organizzazioni internazionali in modo che possano ottenere un vantaggio competitivo sul mercato . Le domande di partecipazione alla formazione possono essere presentate fino al 14.5.2023, l’operatore Wielkopolska Grupa Prawnicza fornisce servizi in tutta la Polonia.

Durante questi corsi di formazione, gli imprenditori hanno l’opportunità di conoscere le specificità dei singoli mercati esteri (soprattutto i mercati degli appalti pubblici), ma anche le procedure di gara utilizzate da organizzazioni internazionali come l’ONU o la NATO. Quest’ultimo in particolare può essere vantaggioso a causa del numero crescente di truppe alleate di stanza in Polonia, che ordineranno sempre più prodotti e servizi di cui hanno bisogno qui.

Ogni formazione comprende 6 ore di conoscenza pratica che consentono un’effettiva partecipazione a gare in mercati selezionati. I corsi sono tenuti da formatori eccellenti con una vasta conoscenza pratica. Nell’ambito del cofinanziamento, ogni azienda può beneficiare di una consulenza legale.

È ragionevole

Molte aziende che hanno completato la formazione hanno avuto successo nelle gare d’appalto. Un esempio è Przedsiębiorstwo Usługowo-Transportowe “MARKAN” Marek Kłysz – Pirski:

– La partecipazione al progetto ci ha fornito informazioni su come preparare una gara, come presentarla elettronicamente e quali aspetti dovrebbero essere presi in considerazione per aumentare le possibilità di vincere la gara. L’aiuto del consulente si è rivelato inestimabile, abbiamo vinto la gara due volte. Siamo riusciti a eliminare la concorrenza monopolistica dal mercato. Il servizio è fornito al più alto livello – riassume l’imprenditore.

Per le piccole e medie imprese, la partecipazione alle gare è un’opportunità per aggiudicarsi commesse produttive, ma anche per acquisire nuove esperienze e competenze che saranno utili in futuro. La partecipazione a gare estere può essere un modo per molte aziende di internazionalizzare la propria attività, il primo passo nello sviluppo di operazioni transfrontaliere: invece della propria ricerca di mercato, è possibile personalizzare la propria offerta in base alle specifiche dell’offerta.

C’è una domanda per le piccole imprese

Anche le piccole imprese sono spesso convinte di non avere chance contro colossi nazionali ed esteri nelle gare d’appalto. Questo di solito non è vero. E quando un ordine può davvero superare le capacità dell’azienda, si è tentati di formare un consorzio: anche le grandi aziende uniscono le forze con grandi ordini di infrastrutture. Perché quelli più piccoli dovrebbero fallire? Anche la posizione del partner nel consorzio permette di acquisire nuove competenze.

È interessante notare che le amministrazioni aggiudicatrici godono anche della partecipazione di piccole imprese alle gare: queste imprese tendono ad essere più innovative delle grandi, propongono soluzioni più moderne e, infine, la loro partecipazione alle procedure aumenta la concorrenza, che in ultima analisi incide sui prezzi. Quindi, dal momento che la partecipazione delle PMI agli appalti pubblici è nell’interesse di tutti, sia per i partecipanti che per le amministrazioni aggiudicatrici, perché non concedersi la possibilità di fare appalti? Sebbene i corsi organizzati da PARP non ti insegnino come vincere una gara, aumentano notevolmente le tue possibilità di vincita. Gli imprenditori devono occuparsi del resto da soli. Sappiamo che possono.

Leave a Comment