Appleby Horse Fair: scuola chiusa e pub barricati con 30.000 passeggeri in arrivo in città

La polizia e la RSPCA sono in attesa mentre i passeggeri di tutta Europa si riuniscono ad Appleby-in-Westmorland per il più grande evento del loro calendario.

La storica Appleby Horse Fair è ancora il più grande raduno tradizionale di zingari, Rom e viaggiatori del continente sin dalla sua fondazione 250 anni fa.

Si prevede che un’incredibile 30.000 persone verranno nella piccola città della Cumbria di 3.000 abitanti per il fine settimana per vendere cavalli in onore della loro cultura.

Nonostante l’afflusso di visitatori, almeno 12 pub della zona hanno temporaneamente chiuso i negozi fino al termine della fiera, considerata “razzista”. Anche la scuola è stata chiusa.

Il partecipante posa per una foto il primo giorno dell’annuale Appleby Horse Fair (Foto: tramite AFP Getty Images)

Negli anni precedenti, le strade di Appleby erano piene di cavalli, carri e cavalieri nel mezzo di un’enorme presenza di polizia, quindi il divertimento non si estendeva a scene di natura brutta.

Giovedì, i partecipanti alla festa stavano già fissando splendidi paesaggi urbani, con giovani che facevano il bagno ai loro cavalli sul fiume Eden e una donna pesantemente tatuata in posa con orgoglio nel campeggio che ha aperto alle 16:00.

Secondo Appleby Horse Fair, alcuni altri sono aperti ma funzionano in modo diverso.

La decisione di chiudere birre e altre in orari di apertura diversi quando i passeggeri si radunano nell’area è stata condannata dai passeggeri come “razzista” sui social media, ma la gente del posto dice che riguarda il costo e il comportamento dei visitatori.

La folla si riunisce per guardare i cavalli lavare nel fiume Eden (Foto: PA)

L’utente di Facebook bollente ha raggiunto la fine e ha detto: “Questo è assolutamente disgustoso”, non possono permettersi di pagare i dipendenti, “pagare loro tutte le ricevute alla fine della giornata”.

“Penseresti che dopo un cowboy si prenderebbero tutti gli affari che potrebbero. Peccato per i proprietari del pub. È puro razzismo al suo meglio, completamente spregevole, queste persone dovrebbero vergognarsi di se stesse”.

Un altro ha scritto: “Se fosse a causa di musulmani o musulmani … la chiusura delle strutture … sarebbe rabbia”.

Un giovane passeggero cavalca un cavallo sul fiume Eden all’Appleby Horse Fair (Foto: PA)

Il terzo ha commentato: “Mantieni i pub chiusi e il fair play rispetto ai pub aperti, perché i pub aperti a TUTTI fanno un killer lol, è pura discriminazione! Diventare un razzista stigmatizzato!”

Un altro motivo della chiusura dei pub durante la fiera è che non possono permettersi di assumere personale sufficiente per soddisfare l’inevitabile domanda.

“Non decidiamo di chiudere, dobbiamo chiudere per via del costo. L’apertura non è redditizia “, ha affermato l’impiegato del pub.

Il campo mercato ha aperto giovedì alle 4:00 (Foto: tramite AFP Getty Images)

Il residente ha aggiunto: “Tutti i locali sopra citati sono chiusi durante la fiera, non tutti sono di certo razzisti. Forse i visitatori hanno bisogno di una buona visuale dell’interno.

“Non vogliamo che tu sia qui a causa del tuo stato di gruppo, è stato a causa dei tuoi modi e delle tue azioni irrispettose. Tutti coloro che sanno come comportarsi in modo socialmente accettabile sono i benvenuti”.

I cavalli sono al centro della fiera, ma l’organizzazione per il benessere degli animali RSPCA esorta i partecipanti al festival a non vendere o acquistare cuccioli e i servizi sociali sono pronti ad aiutare con i cavalli.

Il proprietario dello stand allestirà il suo stand il primo giorno di fiera (Foto: via AFP Getty Images)

Se vuoi altre storie scioccanti sul Daily Star, iscriviti a una delle nostre newsletter qui

L’anno scorso, l’ispettore capo della RSPCA Rob Melloy e il suo team hanno visto un numero allarmante di cuccioli venduti e acquistati in fiera, molti dei quali erano molto malati, e vuole avvertire le persone di non farlo quest’anno.

Ha detto: “Non posso sottolineare abbastanza con i visitatori di Appleby che comprare un cucciolo in una fiera non è sicuramente una buona idea.

“Abbiamo visto molti cuccioli venduti l’anno scorso e alcuni erano così malati che il veterinario ha dovuto farli addormentare.

“È così tragico, ma se le persone continuano a comprarli alle fiere, gli agricoltori li riportano indietro ogni anno”.

Leggi altri articoli correlati Leggi altri articoli correlati

Leave a Comment