Gli effetti positivi dell’introduzione di KPO sono sentiti da ognuno di noi – Wprost

Piano Nazionale di Ricostruzione e valorizzazione dell’integrità (KPO) è un problema che sta elettrizzando l’opinione pubblica, poiché coinvolge ingenti somme di denaro dell’UE dedicate ad affrontare la crisi che la pandemia ha portato con sé. Dopo molto tempo, le trattative si sono concluse. Cosa significa questo per i polacchi?

Grzegorz Puda: I miliardi di euro che andranno alla Polonia nei prossimi anni sono soprattutto un’opportunità per lo sviluppo economico dei comuni, oltre il 40%. i soldi a noi stanziati vengono spesi nelle regioni. Ciò significa che ognuno di noi è consapevole degli effetti positivi dell’introduzione di KPO. Gli investimenti e le riforme contenute in questo documento si applicano a quasi tutti i settori della vita socio-economica. Il sostegno copre, ad esempio, la digitalizzazione, l’istruzione di bambini e giovani, il mercato del lavoro o la protezione dell’ambiente e l’assistenza sanitaria.

Sei riuscito a raggiungere un accordo con la Commissione Europea su tutte le questioni sollevate?

I negoziati con Bruxelles si sono conclusi con grande successo per il governo polacco, la squadra negoziale. I negoziati per conto del MFiPR sono stati guidati dal ministro Waldemar Buda. Le accuse dell’opposizione di violazione dello stato di diritto nel nostro Paese sono assurde e puramente politiche. È un’espressione di frustrazione che siamo riusciti a elaborare un piano così completo per rafforzare e sviluppare l’economia polacca dopo la pandemia di COVID-19 ea negoziare fino a 158,5 miliardi di PLN per la sua attuazione. L’opposizione blocca i soldi per la Polonia. Questa è l’idea di guadagnare potere.

Sono convinto che l’attuazione delle riforme e degli investimenti previsti al KPO ci consentirà di affrontare le sfide demografiche o il cambiamento climatico anche meglio di quanto abbiamo fatto finora. Ci consente inoltre di creare e utilizzare attivamente nuove tecnologie e soluzioni digitali. È un investimento in un futuro stabile e sicuro per milioni di donne polacche e polacche. Per la loro salute, educazione e sicurezza.

Quali riforme e investimenti sta pianificando la Polonia nell’ambito del KPO e quando riceveremo i fondi dell’UE?

I primi soldi dovrebbero andare sui conti dei beneficiari polacchi già nel terzo trimestre del 2022. Le riforme e gli investimenti previsti dal Piano Nazionale di Ricostruzione sono volti a riportare l’economia allo stato pre-COVID-19. Dobbiamo anche affrontare le sfide che sono sorte di fronte all’attacco della Russia all’Ucraina. Nell’ambito del KPO finanziamo progetti volti alla trasformazione digitale o alla diversificazione delle fonti energetiche. Stiamo realizzando progetti per trasformare le piccole e medie imprese in un’economia circolare con l’obiettivo di aumentare la produttività e creare posti di lavoro di qualità.

Qual è il ruolo del Ministero dei Fondi e della Politica regionale in questo? Può fornire dettagli – il ruolo del Ministero in questo senso?

Il Ministero delle finanze e della politica regionale monitora ininterrottamente l’attuazione del KPO dall’agosto 2021. D’altra parte, l’attuazione delle singole riforme e degli investimenti è di competenza dei singoli ministeri, che annunciano l’avvio dei concorsi sui propri siti web. Approvano inoltre l’attuazione delle riforme e degli investimenti per le domande di pagamento inviate da MFiPR alla Commissione Europea per conto della Polonia. Coordiniamo anche l’implementazione delle singole componenti che compongono il KPO polacco. Si tratta di misure puramente tecniche.

Qual è la distribuzione dei fondi di KPO? Quali aree sono supportate?

Il KPO si compone di cinque grandi aree tematiche, vale a dire sostenibilità economica e competitività, energia verde e riduzione dell’intensità energetica, trasformazione digitale, efficienza, accessibilità e qualità del sistema sanitario e mobilità verde e intelligente. Verrà inoltre avviata una componente istituzionale.

Cominciamo con la salute: cosa si può finanziare con i fondi ricevuti dalle istituzioni mediche polacche?

Abbiamo in programma di migliorare le operazioni di diverse centinaia di ospedali in tutta la Polonia. A tale scopo, grazie ai fondi di KPO, realizziamo ad es. investire nello sviluppo e nell’ammodernamento dell’infrastruttura dei centri di cura altamente specializzati e di altre unità sanitarie. Vogliamo anche accelerare il processo di trasformazione digitale nel settore sanitario.

L’ecologia è molto importante durante l’aggravarsi della crisi climatica. Quali sono questi fondi che possono essere cambiati in Polonia?

Spendiamo la maggior parte dei soldi in progetti che soddisfano gli obiettivi climatici, fino al 42,7%. il valore dell’intero Piano nazionale di ricostruzione. Grazie a questo investiamo, ad esempio, nella realizzazione di parchi eolici offshore e onshore, progetti che “verdiscano” aree urbane o progetti di trasporto a basse emissioni. Ci concentreremo anche sull’aumento dell’uso ecologico delle materie prime secondarie e sulle misure di risparmio energetico supportando le aziende nei settori ad alta intensità energetica.

Si parla anche molto di bambini che beneficiano di KPO. Come concretamente?

Alla KPO finanziamo nuovi asili nido e club per bambini. Allo stesso tempo, intendiamo creare un unico sistema integrato per la creazione e il supporto di strutture per l’infanzia per bambini di età inferiore ai 3 anni. In questo modo miglioreremo la posizione dei genitori nel mercato del lavoro. Allo stesso tempo, stiamo anche investendo nell’espansione della rete Internet con una capacità di almeno 100 Mb / s. Ne copre un altro, almeno diverse centinaia di migliaia. famiglie in tutto il paese, principalmente nei piccoli centri urbani e nelle aree rurali. Gli alunni delle scuole possono usarlo. Nuovi laptop e altri dispositivi digitali saranno consegnati anche alle istituzioni educative.

A quale degli investimenti sei particolarmente legato o cosa ritieni più importante per le esigenze dei polacchi?

Ammetto onestamente che ci sono molti progetti di questo tipo. Estremamente importanti e necessari sono quelli che supportano l’educazione digitale dei più giovani o creano nuovi posti di lavoro e contribuiscono alla diversificazione delle fonti energetiche. Tuttavia, meno importanti sono i progetti che promuovono lo sviluppo e la modernizzazione del sistema sanitario polacco e facilitano l’istruzione degli studenti di medicina.

Di recente, la “Rzeczpospolita” ha scritto che il KPO ha annunciato l’introduzione di una nuova tassa di immatricolazione e di una nuova tassa di soggiorno per auto a partire da giugno 2026. I proprietari di questi veicoli pagano di più?

Il governo guidato dal primo ministro Mateusz Morawieck non intende aumentare la tassa di registrazione per le auto a benzina. Tuttavia, stiamo promuovendo l’uso di veicoli elettrici. Inoltre, non escludiamo la possibilità di usufruire di ulteriori incentivi per l’acquisto di tali auto in futuro. Tuttavia, non possiamo non notare che, sebbene il numero di auto elettriche sulle strade polacche sia in costante aumento, la maggior parte sono ancora veicoli con motori a combustione interna.

Leave a Comment