Cosa significa la fine della cooperazione tra Olsztyn e Kaliningrad?

I delegati di Olsztyn hanno deciso di porre fine alla loro collaborazione con Kaliningrad. Il motivo è chiaro: l’aggressione della Russia contro l’Ucraina, che le autorità cittadine condannano. Tuttavia, la rottura con la cooperazione di lunga data non è altro che un gesto di solidarietà con l’Ucraina. Ciò ha conseguenze anche per i residenti di entrambe le città.

La cooperazione tra Olsztyn e Kaliningrad è stata molto buona per anni. Le due città hanno stabilito relazioni tra loro negli anni ’70, ma la cooperazione formale è iniziata nel 1993.

– La cooperazione finora deve essere apprezzata, quindi è ancora più triste vedere che l’offensiva militare senza precedenti della Russia contro un’Ucraina libera e indipendente non può essere proseguita, e questa è l’unica ragione della sua cessazione. è l’atteggiamento della parte russa – ha affermato ieri il presidente Piotr Grzymowicz in una sessione straordinaria del consiglio comunale.

Ma cosa significa per la città interrompere la sua partnership con Kaliningrad?

Servizio sanitario

– La cooperazione con le città partner, tra cui Kaliningrad, è proseguita per molti, molti anni – afferma il commissario e dottore Ewa Zakrzewska in un’intervista a “Gazeta Olsztyńska” – Siamo andati a Kaliningrad per scambiare esperienze e conferenze, poi ovviamente i medici locali sono venuti a trovarci. Anche l’Olsztyn Children’s Hospital ha accolto i pazienti più giovani a Kaliningrad, ma ora che i contratti sono stati rescissi, dobbiamo porre fine a questa pratica.

E aggiunge: se il consiglio comunale deciderà di rescindere l’accordo di partnership con Kaliningrad, tutte le organizzazioni e associazioni che hanno finora lavorato con i nostri vicini settentrionali sono obbligate a risolverlo. Non consideriamo tale cooperazione, ma non intacca in alcun modo le relazioni individuali, le amicizie o le conoscenze. Non stiamo attaccando persone, ma un despota e un tiranno nella forma di Putin. Spero che se torneranno tempi più calmi, torneremo a questa cooperazione.

addestramento

– Ogni cooperazione interrotta ha delle conseguenze – sottolinea la vicepresidente Ewa Kaliszuk – In termini di istruzione, non abbiamo avuto alcuna cooperazione e progetto di rilievo. Ieri abbiamo anche verificato le informazioni sui progetti da realizzare insieme alle autorità di Kaliningrad. Sfortunatamente, gli ultimi due anni della pandemia hanno avuto un impatto negativo sulla cooperazione educativa. Dopo aver esaminato i documenti, è diventato chiaro che al momento la risoluzione dell’accordo non avrà quasi conseguenze negative – riassume Ewa Kaliszuk.

Area euro baltica senza regione di Kaliningrad

L’Euroregione baltica è una forma internazionale di cooperazione regionale che riunisce partner provenienti da Polonia, Lituania, Danimarca, Svezia e (finora) dalla Federazione Russa. Il voivodato di Warmińsko-Mazurskie è un membro attivo dell’organizzazione dal 1999.

Su iniziativa del Voivodato di Varmia-Masuria e della regione svedese di Blekinge, l’adesione alla regione di Kaliningrad nell’area dell’euro baltica è stata sospesa.

– L’aggressione della Russia contro l’Ucraina è un’attività che contraddice tutti i valori che guidano l’eurozona baltica – sottolinea il maresciallo Gustaw Marek Brzezin – È impossibile lavorare per migliorare le condizioni di vita degli abitanti di questa macroregione, per promuovere legami e contatti tra le comunità locali, per superare i pregiudizi storici o per sostenere la cooperazione tra le autorità regionali come membro dello sciopero di guerra. La nostra decisione (presidenza dell’Euroregione rossa) è stata unanime – aggiunge Maresciallo di Brzeziny.

Il Voivodato di Warmińsko-Mazurskie attualmente detiene la vicepresidenza della regione del Mar Baltico, mentre il 10 marzo assumerà la presidenza annuale dell’organizzazione dalla regione di Blekinge.

Il maresciallo Gustaw Marek Brzezin presiederà l’Euroregione per un anno.

Università di Warmia e Masuria a Olsztyn

L’Università di Warmia e Masuria a Olsztyn sta terminando gli accordi con le università in Russia e Bielorussia. Questa decisione è stata presa dalle autorità dell’Università di Olsztyn venerdì 4 marzo. Ciò è direttamente collegato agli attacchi armati contro l’Ucraina da parte di questi paesi.

Sia le autorità dell’UWM che gli studenti sono attivamente coinvolti nell’aiutare l’Ucraina dilaniata dalla guerra. La decisione odierna è sia un segno di solidarietà con il popolo ucraino sia un segno di condanna delle azioni delle autorità russe e bielorusse.

Attualmente, 41 cittadini ucraini stanno studiando all’Università di Warmia e Masuria a Olsztyn. Secondo le informazioni che abbiamo ricevuto, sei studenti sono tornati in Ucraina dopo lo scoppio della guerra.

Carlo Grossz

Leave a Comment