Innovazione nel commercio: Q-Commerce è il figlio d’oro dell’e-commerce | commercio, q-commerce, e-commerce

L’ultima tendenza che segue queste “esigenze” è Q-Commerce, o Quick Commerce. Per impostazione predefinita, Q-Commerce dovrebbe soddisfare le esigenze dei clienti in non più di 30 minuti. Le stime attuali mostrano che l’industria del Q-Commerce è solo il figlio d’oro dell’e-commerce.

Q-Commerce vale attualmente circa $ 25 miliardi e potrebbe raggiungere $ 72 miliardi nei prossimi 15 anni. Apparentemente, il più grande acceleratore di questa crescita è stata ed è tuttora una pandemia. Da un lato ha forzato la trasformazione digitale di molte regioni e, dall’altro, ha cambiato definitivamente le abitudini di alcuni consumatori.

I consumatori che hanno visitato negozi e centri commerciali prima della pandemia spesso restano a casa oggi. Molti lavorano ancora da remoto. Inoltre, non tutti si fidano ancora degli spazi pubblici, il che significa che i consumatori sono ora disposti a pagare prezzi più alti per un ordine immediato. E poiché il cambiamento sociale è associato alla crescente urbanizzazione, all’aumento delle famiglie unipersonali, la domanda di tali servizi aumenterà solo nei prossimi anni.

Il Q-Commerce è un fenomeno globale. Secondo l’ultimo studio, in quasi un anno sono state create 30 nuove società di Q-Commerce nella sola Europa occidentale. A Berlino, in Germania, i Gorilla hanno raggiunto lo status di “unicorno” solo nove mesi dopo il loro lancio. In India, mentre le attuali società di fornitura ripensano le loro catene di approvvigionamento per soddisfare questo segmento di mercato, gli operatori specializzati stanno ora “passando” all’attività, promettendo consegne in 10-15 minuti.

L’ecosistema Q-Commerce è costituito da diversi elementi individuali. E così sono, tra le altre cose, le piattaforme di consegna esistenti, l’uso ripetuto di droni nei processi di consegna, un sistema di magazzini vicini e comuni,

E i giocatori che cercano di trarre il massimo da ciò che è alla moda e sempre più popolare tra i consumatori, fornendo allo stesso tempo comodità e sicurezza, hanno sicuramente sempre più soluzioni. Ma d’altra parte, questi stessi attori sono sottoposti a forti pressioni per acquisire clienti il ​​più rapidamente possibile operando con margini relativamente bassi, soprattutto nel commercio di generi alimentari. Anche trovare un fattore di differenziazione è fondamentale.

Dopotutto, i fornitori di Q-retailer funzionano allo stesso modo, hanno offerte e prezzi simili. Con tutto questo in mente, possiamo aspettarci una serie di tendenze comuni nel mercato del Q-Commerce nei prossimi mesi. Il primo è sicuramente la diversificazione delle azioni.

In una situazione in cui i generi alimentari costituiscono oggi la maggior parte dell’inventario della serie Q-Commerce, l’impostazione predefinita di meno di 60 minuti può essere estesa ad altre categorie come libri, prodotti farmaceutici, elettronica e piccoli articoli. Grazie alla giusta infrastruttura e logistica, questa è un’opzione praticabile per startup come Glovo, la start-up spagnola di Q-Commerce che è il principale produttore mondiale di elettronica e mobili.

Occorre prestare molta attenzione anche a una migliore gestione dell’inventario e della catena di approvvigionamento. A causa dei limiti delle consegne rapide, questo aspetto dell’attività è molto importante e svolge un ruolo significativo nell’intero processo. Lo stato delle rimanenze deve essere costantemente monitorato e aggiornato in tempo reale. Inoltre, c’è una buona valutazione delle consegne in corso e della freschezza dei prodotti. Ed ecco un grande campo per tutti i tipi di soluzioni nel campo dell’intelligenza artificiale.

I sistemi possono quindi beneficiare dell’esperienza e della storia delle operazioni dei clienti. Così puoi “conoscere” le preferenze dei singoli clienti, la frequenza dei loro ordini e personalizzare di conseguenza le tue azioni. Messaggi personali, annunci o offerte speciali possono aiutare i clienti a sentirsi meglio riguardo al marchio e quindi rimanere fedeli a un particolare fornitore.

Anche la crescente attività degli influencer e il loro impatto diretto sul comportamento del mercato dei consumatori sono importanti. E infine, le posizioni dei magazzini stessi: vengono lanciati in posizioni sempre più strategiche, vicino agli snodi delle comunicazioni.

Q-Commerce è, in una parola, una grande opportunità globale. La giusta combinazione di tecnologia, infrastruttura e “attenzione al cliente” può aiutare questo mercato emergente a evolversi rapidamente nel mondo di oggi. E vediamo se questo trend prosegue, come prevedono gli analisti, ma anche sistematicamente. (Anna SuralaISW)

Leave a Comment