Vendite al dettaglio in aumento rispetto allo scorso anno

  • Autore: ed. RW
  • Data: 5 maggio 2022, 16:02

Secondo un rapporto al dettaglio della società di consulenza Cushman & Wakefield, il livello delle vendite al dettaglio in Polonia è aumentato. Le vendite al dettaglio a prezzo fisso sono aumentate dell’8,1% a febbraio 2022 e del 9,6% a marzo. rispetto a febbraio e marzo 2021.


Livello di vendita al dettaglio superiore a quello dell’anno scorso / fornitore di foto PTWP

Nel primo trimestre del 2022 sono stati commissionati solo 30mila metri quadrati di moderni spazi commerciali. Il basso bilancio è dovuto sia all’elevatissima offerta terminata nell’ultimo trimestre del 2021, sia al ritardo nella costruzione dei singoli impianti.

Il numero di metri quadrati menzionato. comprende tre locali e un’estensione di un centro commerciale a Kołobrzeg, Warka, Sierpc e Tychy. La moderna superficie commerciale della Polonia ha superato i 15,5 milioni di metri quadrati.

Cerchi uno spazio commerciale in affitto? Vedi le offerte su PropertyStock.pl

350mila metri quadrati di superficie commerciale in costruzione

A fine primo trimestre 2022, 350 mila. mq in costruzione e nel giorno di apertura 2022-2023. Il nuovo spazio Retail sarà dislocato in 25 spazi, di cui 12 saranno ampliati e 3 ricostruiti. Le strutture più grandi attualmente in costruzione sono il centro commerciale Atut Ruczaj a Cracovia, che sarà ampliato di 25.000 metri quadrati. metri quadrati, la Galeria Bawóchanka a Bełchatów, la seconda fase del complesso commerciale Karuzela a Kołobrzeg e il centro commerciale DOR Plaza a Częstochowa.

– Più del 55% dello spazio commerciale in costruzione sarà consegnato ai mercati delle città più piccole con meno di 100.000 abitanti. per i residenti. Continueremo inoltre il processo di ricostituzione delle offerte esistenti con centri commerciali giornalieri più piccoli e piccoli centri commerciali. Oltre il 65% dei locali in costruzione sono parchi commerciali; stimiamo che 30 strutture di questo tipo saranno costruite o ampliate nei prossimi anni, commenta Ewa Derlatka-Chilewicz, vicedirettore di Cushman & Wakefield.

Il mercato polacco attira nuovi marchi

Nel primo trimestre del 2022 hanno debuttato sul mercato polacco due nuovi brand: Philipp Plein – che ha aperto il suo monomarca a Varsavia al pl. Trzech Krzyży – e Snipes, una catena di calzature e streetwear tedesca. A fine 2021 il suddetto marchio ha rilevato Distance SA e la sua rete di vendita di 31 negozi.

Quest’anno sono previsti altri debutti, ad es. marchi Butlers, DM o Less.store.

Le vendite al dettaglio sono aumentate dell’8,1%

A febbraio e marzo 2022 le vendite al dettaglio a prezzo fisso sono aumentate rispettivamente dell’8,1% e del 9,6% rispetto a febbraio e marzo 2021. Vale la pena evidenziare l’elevata crescita del commercio al dettaglio a marzo a causa della base elevata: a marzo 2021, una crescita di oltre il 15%. Nello stesso mese di quest’anno, le vendite al dettaglio sono cresciute maggiormente rispetto a marzo 2021 nei settori tessile, abbigliamento e calzature (42%), prodotti farmaceutici, cosmetici e apparecchi ortopedici (16%) e negozi di carburante. (15,5%) oltre a giornali, libri e negozi specializzati (7,3%).

La popolarità dell’e-commerce non è in calo

Le vendite su Internet sono aumentate in modo significativo durante la pandemia: durante l’embargo, la quota di queste vendite è salita all’11% ed è tornata a una media di circa l’8% durante la deregolamentazione. Da novembre dello scorso anno, le vendite online sono nettamente aumentate a una media di circa il 10%, che è proseguita nel primo trimestre del 2022.

Rispetto al Regno Unito, il mercato di vendita su Internet più avanzato d’Europa, la Polonia raggiungerà i valori ivi registrati nel 2013. Tuttavia, va notato che la distanza da catturare varia a seconda della categoria di prodotto. Il mercato della moda è il più maturo, con una quota media di oltre il 25% delle vendite online degli ultimi 12 mesi, che è di soli 2,5 punti percentuali. inferiore al mercato britannico. La più grande differenza tra il mercato polacco e quello britannico, quasi 10 pp., è registrata nella categoria dei prodotti alimentari. Il valore di cibo, bevande e tabacco acquistati online non supera l’uno per cento – afferma Beata Kokeli, partner, direttore dell’agenzia polacca di vendita al dettaglio, Cushman & Wakefield.

Numero di visitatori nei centri commerciali superiore rispetto a prima della pandemia

Alla fine dell’ultimo trimestre del 2022 il livello medio era di 372 mila. visitatori in uno spazio commerciale. Questa cifra è del 4 per cento. diminuzione rispetto al 2019. Va sottolineato, tuttavia, che il calo del numero di visitatori lo scorso anno è stato più profondo e si è attestato in media al 32%.

Il numero di visitatori dei centri commerciali nel periodo gennaio-febbraio di quest’anno. tuttavia, non è stato soddisfacente, a marzo 2022 si è osservata una forte ripresa e ritorno dei clienti. Un numero particolarmente elevato di visitatori è stato osservato nei centri commerciali di grandi dimensioni (40-60mila metri quadrati) e molto grandi (60mila metri quadrati), che a marzo 2022 avevano il 2% e il 3% di clienti in più rispetto al 2019 precedente. pandemia.

Come sono cambiate le entrate cumulative nel 2021?

I dati di fatturato dei centri commerciali mostrano che a febbraio 2022 il livello delle vendite è stato superiore del 2% rispetto all’anno precedente; allo stesso tempo il 4% in meno rispetto al corrispondente mese del 2019. Il livello medio delle vendite a marzo 2022 è stato di quasi 670 PLN per metro quadrato. superficie GLA. Considerando il miglioramento dell’indice di responsabilità, è prevedibile un miglioramento del risultato di vendita nei prossimi mesi. A più lungo termine, tuttavia, il generale deterioramento della situazione economica e l’aumento dell’inflazione, che ridurranno la ricchezza del portafoglio dei consumatori polacchi, potrebbero incidere negativamente sul livello di fatturato realizzato dagli inquilini.

Leave a Comment