La migliore rivista per l’e-commerce, giusto? Cushman e Wakefield suggeriscono


Rivista per l’e-commerce. Come scegliere quello giusto? Immagine di Shutterstock

L’immagazzinamento e la consegna sono compiti chiave per qualsiasi azienda di e-commerce e la creazione di un tale magazzino non richiede molto impegno da parte dell’imprenditore, purché questo servizio sia affidato a professionisti esperti – consiglia Michał Brzeziński, Associate E-Commerce, Industry and Logistica Cushman & Wakefield.

  • I magazzini di e-commerce dedicati stanno diventando un anello chiave nella catena di approvvigionamento e la domanda sempre crescente ne sta accelerando l’espansione.
  • La tempestività e la qualità degli ordini elaborati influiscono sulla soddisfazione dell’utente finale, sull’NPS e sul numero di resi, il cui costo spesso riduce il margine generato.
  • L’efficienza dei processi logistici interni e lo stoccaggio stesso influiscono sulla quantità di spazio necessaria per elaborare gli ordini.

La pianificazione dell’inventario inizia con una semplice domanda: “quanto spazio di archiviazione ho bisogno?” Un buon punto di partenza è calcolare quante SKU, pallet e scatole intendi immagazzinare, quindi moltiplicare il risultato per l’ingombro del pallet o della scatola media.

Non preoccuparti se questo importo supera significativamente lo spazio di archiviazione totale. Ricorda che lo spazio di archiviazione deve essere calcolato in metri cubi, poiché è probabile che tu utilizzi sistemi di archiviazione e scaffali per ottenere il massimo da esso.

In pratica risulta che molti magazzini calcolano solo lo spazio di stoccaggio richiesto, senza tenere conto di altre funzioni di magazzino. Lo spazio dovrebbe essere riservato a processi operativi aggiuntivi, quali:

  • Ritiro (incluso scarico, controllo qualità ed etichettatura)
  • Espansione (c’è un’alta probabilità che sarà necessario spazio aggiuntivo subito dopo l’inizio delle operazioni)
  • Stoccaggio a breve termine (spazio per eventuali ordini che non sono “partiti” lo stesso giorno)
  • Consegna (inclusi controllo qualità, etichettatura e accatastamento di pallet più grandi oltre all’imballaggio e al trasporto)
  • Area aggiuntiva per resi e forniture “morte”.

Attrezzatura da magazzino

Potrebbero essere necessarie o meno apparecchiature di stoccaggio professionali, a seconda del tipo, delle dimensioni e del modello commerciale dei prodotti. La maggior parte dei magazzini e dei centri di consegna di e-commerce hanno generalmente gli stessi obiettivi di base: massimizzare lo spazio, aumentare l’efficienza e ottimizzare il flusso delle merci.

Quanto sopra porta alla divisione dei dispositivi di archiviazione in quattro tipologie principali in base alle loro funzioni funzionali:

  • Stoccaggio: scaffalature alte e basse, cosiddette torri di raccolta e contenitori e scatole più piccoli.
  • Mezzi di trasporto: un’ampia categoria che comprende mezzi di trasporto, attrezzature per il carico di unità e attrezzature per lo stoccaggio e la raccolta.
  • Attrezzatura per l’imballaggio e la consegna: include tutto ciò di cui hai bisogno per ritirare, imballare ed etichettare il tuo ordine per prepararlo alla spedizione.
  • Apparecchiature per codici a barre / software di gestione dell’inventario. Nel moderno magazzino di oggi, questi dispositivi meritano la loro categoria. L’hardware per codici a barre include naturalmente lettori di codici a barre, stampanti, etichette e il software separato che ne deriva.

Cushman & Wakefield fornisce consulenza sulla vendita efficiente dell'inventario

Automazione di processi ripetitivi

L’automazione è un modo affidabile per migliorare le prestazioni. Grazie ad esso, l’e-commerce ha notevolmente migliorato il processo di visualizzazione e acquisto della merce. Perché non automatizzare il lavoro di un magazzino e-commerce?

L’automazione non deve comportare modifiche drastiche ai processi esistenti. In effetti, la migliore automazione si concentra su investimenti relativamente piccoli in aree chiave.

Progettazione del processo

Una volta determinata la disposizione finale della superficie, il sistema di marcatura e le attrezzature, pensa ai percorsi di raccolta effettivi in ​​tutto il magazzino.

Con un buon software di gestione dell’inventario, puoi scegliere percorsi di elaborazione ottimizzati. Tuttavia, ci sono alcune regole importanti da tenere a mente:

  • Esistono diversi metodi di raccolta (raccolta wave, raccolta batch o raccolta zona).
  • L’ordine di ritiro dovrebbe essere lineare e gli addetti al magazzino dovrebbero completare il processo di ritiro vicino all’area di spedizione finale.
  • Gli ordini devono essere elaborati in modo che i singoli prodotti di un’area siano completati prima di passare all’area successiva.
  • I prodotti spesso acquistati insieme dovrebbero essere tenuti vicini.
  • Se i tuoi magazzinieri devono spesso fare marcia indietro o incrociare percorsi di processo, dovresti riconsiderare l’ottimizzazione del tuo inventario.

Formazione in magazzino

L’istruzione non riguarda solo il trasferimento di conoscenze. Si tratta principalmente di insegnare ai dipendenti le competenze chiave per lavorare in modo efficace. I costi di formazione si ripagano nel tempo grazie a maggiore velocità, efficienza, meno errori e un ambiente di lavoro più sicuro.

Software per la gestione dell’inventario

Ci sono molte offerte in questa categoria in diverse fasce di prezzo e con diverse caratteristiche. Ecco alcuni parametri di base di un prezioso software:

  • ricevimento merci in entrata e controllo delle scorte (end2end),
  • gestione dei processi di carico/imballaggio/spedizione (con flussi di lavoro e schedulazione mirati e ottimizzati),
  • Report/KPI definiti dall’utente
  • avvisi chiave,
  • facile integrazione tramite API,
  • scalabilità.

KPI e misurazione dei parametri chiave

Una cosa è allestire un magazzino, un’altra è sapere che è costruito in modo ottimale. Questo può essere verificato con le metriche KPI che aiutano a identificare i colli di bottiglia, pianificare le operazioni di inventario e misurare la soddisfazione generale del cliente.

Ci sono almeno 20 KPI che possono essere tracciati in modo da poter gestire il tuo inventario in modo ottimale e una buona soluzione di gestione dell’inventario dovrebbe essere in grado di raccogliere tutti i tuoi dati in un unico posto. Distinguiamo i parametri principali:

  • Fatturato dell’inventario: Il fatturato dell’inventario (o una certa quantità di inventario).
  • Tempo di consegna dell’ordine: il tempo totale necessario per completare l’ordine, inclusi ritiro, imballaggio e consegna.
  • Percentuale di restituzione: la frequenza di restituzione della merce. Il servizio clienti dovrebbe anche considerare i motivi del reso, poiché ti dice dove sono i problemi: ritiro, ritiro, controllo qualità, ecc.
  • Trasporto per pacco: costo totale della SKU o del trasferimento dell’ordine, inclusi manodopera, attrezzature per la movimentazione, ecc. Questo parametro mostra l’importanza di una planimetria del magazzino efficiente con una linea di raccolta buona e corretta

È raro che l’installazione di un magazzino di e-commerce e i processi stessi siano perfetti fin dall’inizio e, anche se si avvia perfettamente, le cose possono cambiare nel tempo. Nuovi prodotti, nuove tecnologie, software e nuovi modelli di business significano che ciò che è in funzione da diversi mesi o anni potrebbe non essere ottimale oggi. La gestione continua del cambiamento e l’ottimizzazione dei processi aumenteranno sicuramente l’efficienza dei processi di e-commerce in magazzino.

Leave a Comment