La solvibilità potrebbe essere una sfida per molte aziende nel 2022. L’e-commerce è in crescita: l’economia

Il capo del KRD ha sottolineato che l’economia polacca continuerà a crescere nel 2022, anche se tutte le indicazioni indicano che la crescita sarà più lenta verso la fine dell’anno. Secondo lui, l’e-commerce continua a crescere, i servizi digitali e il lavoro ibrido si stanno evolvendo, ma porta con sé anche l’intensità degli attacchi degli hacker.

L’esperto ha riconosciuto che la nostra economia si è finora dimostrata resistente a una pandemia.

– Tutte le indicazioni sono che questo continuerà ad essere il caso nel 2022, anche se la nuova variante del coronavirus e la bassa percentuale di persone vaccinate possono cambiare queste previsioni, ha sottolineato. Ha sottolineato che la minaccia epidemiologica non è l’unico pericolo. Inoltre, i problemi includono la disponibilità di componenti e semilavorati, costi di trasporto più elevati e un’inflazione a lungo invisibile.

– La maggior parte delle aziende si è adeguata alle nuove condizioni, il che non significa che non ci siano perdenti – ha sottolineato.

Cresce l’entità dell’insolvenza

Come ha osservato Łącki, il 2021 ha portato con sé un importo eccezionale di insolvenza aziendale.

– Nonostante il numero di fallimenti aziendali sia molto basso, alla fine di novembre ne sono stati dichiarati 385 o circa il 40%. meno che nei due anni precedenti, ma il numero di ristrutturazioni sta battendo record, ha detto. Entro la fine di novembre ne avevano lanciati 1.823, rispetto agli 800 dell’intero 2021 e ai 465 dell’anno precedente, ha affermato, una tendenza che dovrebbe continuare.

– Mantenere la liquidità finanziaria – questa è senza dubbio una delle principali preoccupazioni degli imprenditori nel prossimo anno – stima Łącki. Ha ricordato che molte aziende finanziano le loro operazioni con prestiti. E questi – con l’inflazione in aumento e tassi di interesse ancora bassi – erano eccezionalmente economici, quindi le persone erano felici di usarli. L’aumento dei tassi di interesse ha portato a un aumento delle rate e – come ha detto Łącki – tutte le indicazioni sono che continueranno a crescere. Chi non ha un surplus di cassa può avere problemi a rimborsare oggetti più grandi – ha sottolineato.

– Passività verso istituzioni finanziarie e creditori subordinati, ovvero fondi di cartolarizzazione e società di recupero crediti, che riacquistano debiti, ad es. 62-65 per cento delle banche oggi. il debito è registrato nel registro dei debiti statali – ha sottolineato Łącki.

Recupero dei prestiti

Gli analisti del KRD hanno sottolineato che il 2021 ha portato una significativa ripresa di prestiti e anticipazioni; è aumentato anche il valore dei contratti di locazione. Le istituzioni finanziarie che hanno ridotto i prestiti nel 2020 a causa dello shock pandemico hanno aperto più ampiamente il rubinetto. Ha avuto anche una seconda metà: il ciclo del debito è aumentato e il numero di ordini dalle società di riscossione è aumentato.

– Alcuni istituti finanziari non vendono crediti a fondi di cartolarizzazione, ma scelgono di recuperare un accordo nella speranza che questo ottenga indietro i loro soldi. Lo stesso atteggiamento prevale tra gli imprenditori. E questo volume di ordini continuerà a crescere il prossimo anno – prevede Jakub Kostecki, CEO di Kaczmarski Inkasso, società di recupero crediti che collabora con il National Debt Register del Gruppo Kaczmarski.

Secondo gli analisti di KRD, le interruzioni dell’offerta e l’aumento dei prezzi sono attualmente uno dei maggiori problemi in molti settori. Il settore delle costruzioni è stato dato come esempio: mentre altri settori hanno subito perdite durante la crisi del coronavirus, i lavoratori edili “non hanno lasciato i cantieri”. Solo un forte aumento dei prezzi dei materiali ha cominciato a indebolire lentamente il settore edile. Se qualcuno non ha fatto stime dei costi per la “discesa”, ora ha problemi di liquidità – hanno sottolineato i rappresentanti del KRD.

Carenza di materiale

Un altro segmento dell’economia che sta registrando perdite dovute non solo all’aumento dei prezzi ma anche a carenze materiali è – come hanno sottolineato gli esperti – l’industria automobilistica. La mancanza di componenti chiave e acciaio si è rivelata un peso eccessivo per lui. Molti produttori hanno dovuto ridurre la loro produzione. Le vendite sono diminuite anche nel settore del commercio e dei servizi automobilistici. Molti grossisti hanno scarsità di scorte di parti e componenti per la riparazione dell’auto. Il risultato sono problemi finanziari per le aziende e indebitamento crescente.

– Vince chi sa pagare in tempo. Altri saranno tagliati fuori dalla fonte e, di conseguenza, perderanno clienti chiave, afferma Dariusz Szkaradek, CEO di NFG, una società di factoring che lavora con KRD. Ha aggiunto che uno studio del NFG mostra che il 62 per cento. i microimprenditori hanno un cuscino finanziario. Il capo del fondo statale prevede che questa percentuale scenderà ulteriormente.

Secondo gli analisti di KRD, i consumi interni continueranno a essere uno dei motori della crescita economica nel 2022, anche se in misura leggermente inferiore rispetto agli ultimi 12 mesi – dall’altro, ulteriori rialzi dei tassi di interesse e la relativa crescita del credito. ridurre il reddito disponibile per i consumatori; dall’altro, vi sono ancora pressioni per aumentare i salari a causa del calo della disoccupazione.

Digitalizzazione progressiva

Secondo gli esperti, uno dei beneficiari di questa situazione è l’e-commerce. Secondo le loro previsioni, l’impulso per il suo ulteriore sviluppo sarà lo sviluppo di soluzioni basate sull’open banking, che consentiranno ad es. per accedere alla cronologia delle transazioni degli account dei consumatori se danno il loro consenso. Uno studio di Easy Check, a cui fa riferimento il KRD, mostra che il 55 per cento. i polacchi adulti indicano la loro disponibilità a condividere la storia del loro conto bancario in cambio di vantaggi speciali: un’offerta migliore o un servizio aggiuntivo.

Gli analisti hanno sottolineato che lo sviluppo della criminalità informatica è il risultato della crescente digitalizzazione dei servizi e di un cambiamento nel modo in cui i consumatori utilizzano Internet più spesso di prima. Bartłomiej Drozd, un esperto del sito ChronPESEL.pl in collaborazione con KRD, ha sottolineato che oggi si possono vedere sempre più messaggi con avvisi sui truffatori. banche e altri istituti finanziari.

– Inoltre non è un caso che il governo abbia in programma di istituire un’agenzia centrale per la criminalità informatica – ha ricordato.

Secondo l’esperto, il prossimo anno dovrebbe vedere un ulteriore aumento delle attività dei truffatori da un lato e un inasprimento dei sistemi di sicurezza aziendali dall’altro.
– Ma il problema è altrove. Sebbene le applicazioni bancarie siano relativamente sicure, il loro punto più debole sono gli utenti, ha sottolineato Drozd. Ha ricordato che uno degli elementi chiave nella lotta contro le frodi è assicurarsi che le tue informazioni non siano condivise a meno che non sia davvero necessario.

Leggi anche:

PolskieRadio24.pl/ PAP / mib

Leave a Comment