Homeschooling…in camper!

Come viaggiare con i bambini in età scolare perché devono adempiere ai propri obblighi educativi? Il turismo è una scuola. Il viaggio è la scuola giusta dove ti prenderai cura dei tuoi figli ancora più facilmente dal 1° luglio. Non solo una disposizione sull’obbligo di ottenere un parere da un centro di consulenza psicologica e pedagogica.

Finora, per iniziare l’homeschooling – ovviamente dimostriamo che il viaggio in roulotte è la scuola giusta – era necessario ottenere una dichiarazione dalla consulenza psicologica e pedagogica. Solo allora potremo chiedere al preside di escludere il bambino dall’istruzione all’interno delle mura scolastiche.

Un emendamento alla legge che entrerà in vigore il 1° dicembre 2021 – l’Education Act (Journal of Laws 2017, articolo 59, come modificato), entrato in vigore il 1° luglio 2021, non solo elimina questo requisito. Elimina anche l’obbligo di inserire un alunno nell’istruzione domiciliare nella scuola o nella scuola materna in cui vive.

Lezione (in) viaggio

Ci occupiamo degli obblighi scolastici e di studio per i ragazzi dai 6 ai 18 anni. Tuttavia, non deve essere fatto in un asilo nido o in un edificio scolastico. L’istruzione domiciliare, garantita dal diritto costituzionale di crescere i figli secondo le nostre convinzioni, ci consente di richiedere l’istruzione extrascolastica per un bambino.

Chi può accettare la sfida di implementare un curriculum di base? Durante l’anno scolastico, non necessariamente prima del 1° settembre, i genitori, i tutori legali e altre persone designate dai genitori o tutori possono presentare domanda al responsabile dell’istituto di istruzione. Non è necessario avere un permesso scolastico per studiare tuo figlio al di fuori della scuola. Gli insegnanti possono essere persone che non hanno qualifiche speciali. Finché il completamento del programma in una classe particolare è stato il successo di un bambino nei test di valutazione annuali. A proposito, questo è l’unico giorno in cui un bambino deve presentarsi all’edificio scolastico. Abbiamo il diritto di chiedere il sostegno dell’istituto nel nostro ambizioso progetto di “scuola su ruote”, a partire dalla negoziazione del corpo docente per preparare i nostri “studenti” agli esami di valutazione annuali.

Ed ecco il vantaggio di un viaggio in roulotte!

Nell’esercitare il nostro diritto di educare individualmente i nostri figli, abbiamo il diritto di esigere che i nostri figli abbiano accesso illimitato ad attività educative aggiuntive a scuola. I tempi della pandemia hanno accelerato l’uso della realtà virtuale. Ci sono sempre più piattaforme di e-learning domestiche e ci sono anche versioni polacche di esse. I nostri figli hanno scelto una scuola per prepararsi a una professione? E questo non è un problema. Ad esempio, la piattaforma di formazione online Electude è già un prodotto di 30 anni che viene utilizzato nella formazione professionale in 7 continenti in 35 paesi. Fornisce formazione in tutti i settori dell’industria automobilistica. È disponibile 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Sempre e ovunque. Anche in Polonia per 9 mesi. Ha già più di 15.000 utenti individuali. Grazie a un modello avanzato e professionale di rendicontazione dei risultati di apprendimento, insegnanti e studenti lo hanno apprezzato.

Le lingue del mondo caravan

Tra gli appassionati di caravan c’è chi vorrebbe “vivere on the road”, anche lasciando la propria residenza permanente anche per molto tempo. Non solo gli appassionati di caravan in Australia stanno dimostrando che una scuola può essere una struttura mobile. Dal momento che l’homeschooling sostituisce con successo il corsetto dell’istruzione rigida nella sua forma tradizionale, perché non considerare di combinarlo con forme di ricreazione attiva? Storia o geografia? Poiché abbiamo l’opportunità di viaggiare all’estero con la famiglia, in questo modo offriamo ai più piccoli un’incredibile opportunità di imparare le lingue. I figli degli appassionati di caravan non possono lamentarsi della mancanza di contatto con i loro coetanei. La curiosità per il mondo (e per le persone) è la forza più seria che ci fa fare un viaggio!

Quando la scuola ha le ruote

I giovani vedono la scuola come un’istituzione di controllo eccessivo. La tradizionale proposta di formula educativa semplicemente non soddisfa le aspirazioni degli studenti. Almeno il rapporto del Centro per l’educazione dei cittadini mostra un’immagine del genere. Questo studio fornisce uno spaccato delle esperienze di studenti e insegnanti che si sono ritrovati nelle classi dopo oltre un anno di separazione. Ritorno alle pareti della scuola? Ben il 49% degli studenti delle scuole superiori ha ammesso direttamente che l’apprendimento a distanza ha dimostrato che i banchi di scuola non erano necessari per ottenere informazioni. Cosa gli è piaciuto? Comodità, mattinieri, non c’è bisogno di viaggiare, indipendenza, più tempo libero e libertà.

Troviamo molte ragioni per concludere che essere in viaggio non è un ostacolo nemmeno durante l’anno scolastico. È vero il contrario. È una meravigliosa opportunità per costruire una passione genuina per essere indipendenti, curiosi del mondo e aperti agli altri. Il turismo è libertà e addestramento a casa o in roulotte: la scelta per genitori responsabili e attenti alle sfide. Questo è un volt molto interessante, poiché dopo l’apprendimento a distanza, gli studenti sembrano essere più critici nei confronti della scuola come istituzione.

Rafał Dobrowolski

Immagine di carado.com

Leave a Comment