L’e-commerce si apre all’intelligenza artificiale

95% di tutte le interazioni con i clienti

Oggi, le macchine intelligenti non stanno solo iniziando a dominare l’e-commerce: un tale futuro sta diventando anche la visione e il desiderio degli stessi clienti finali. Si aspettano già casse automatiche al supermercato, risposte automatiche a semplici richieste telefoniche e online e pagamenti automatici per il parcheggio, e anno dopo anno si affidano sempre più a tali servizi: realtà, ologrammi aggiunti alla personalizzazione principale dei consigli sui prodotti. Servion Global Solutions sottolinea che entro il 2025, l’IA opererà nel 95% di tutte le interazioni con i clienti, comprese tali chiamate automatizzate professionalmente, che sarà quasi impossibile per un cliente identificare un bot.

Un nuovo livello di personalizzazione

Studio per la relazione Il livello successivo di personalizzazione della vendita al dettaglio confermano che i consumatori vogliono una cosa: ottenere offerte che soddisfino le loro esigenze. Si è scoperto che ben il 40% degli intervistati che hanno ricevuto offerte di acquisto personale ha speso per lo shopping più del previsto. L’intelligenza artificiale è il futuro, ma non è lontano – le migliori società di e-commerce stanno già utilizzando la personalizzazione per rendere lo shopping facile, veloce e intuitivo in tutti i punti di contatto. Il loro successo si basa sull’abilità di costruire capacità di personalizzazione, che, tuttavia, non richiede necessariamente di creare un’esperienza unica per ogni cliente in ogni fase, ma piuttosto, la tecnologia mira a personalizzare i punti di contatto critici in un modo che crei al meglio valore per il cliente e venditore. Introducendo uno strumento attualmente in fase di sviluppo, utilizzando l’intelligenza artificiale a supporto dell’e-commerce, vogliamo raggruppare abilmente i clienti, ricordando che non sono un grande gruppo che si comporta allo stesso modo.

D’altra parte, non possiamo trattare ogni cliente individualmente – afferma Adam Wasilewski, architetto dell’integrazione di Fast White Cat, Magento Agency, che sta implementando l’intelligenza artificiale nei suoi progetti – pertanto, dobbiamo trovare criteri appropriati per prendere di mira i gruppi rappresentativi, cercare le somiglianze tra i singoli clienti e distinguerli. Attualmente stiamo lavorando nel team Fast White Cat, cofinanziato dal Centro di ricerca e sviluppo, a un progetto speciale che avrà un impatto finale sulla trasformazione dei negozi online dei partner commerciali. Siamo in grado di fornire al consumatore finale un’interfaccia più amichevole, adattata al suo comportamento in negozio. A tal fine, familiarizziamo in anticipo con i comportamenti di questi utenti e creiamo gruppi adeguati su di essi, che assumono l’aspetto di un e-commerce più adatto al loro comportamento..

Un negozio, molte facce

Come risultato di tali azioni, lo stesso negozio su uno schermo desktop o smartphone differisce in modo significativo nel caso di due consumatori separati: il motore di ricerca potrebbe trovarsi in una posizione diversa, i filtri preferiti sono in grassetto e meno utilizzati – nascosti. Per l’acquirente, l’intelligenza artificiale è solo un vantaggio in questo caso: è in grado di navigare più velocemente nel negozio e non spreca l’attenzione su elementi a cui non sarebbe mai interessato. In questa fase il nostro progetto è in fase di ricerca, lo stiamo preparando per partner specifici e sulla base di questo creiamo gruppi di destinatari universali – più Jakub Nadolny – Va sottolineato qui che l’apprendimento automatico è una parte importante del raggruppamento dei consumatori. La classificazione dei clienti non è fatta da esseri umani, ma è controllata da un algoritmo. Il suo effetto è quello di dividere gli acquirenti in un determinato gruppo. Testiamo l’efficacia degli algoritmi di apprendimento automatico confrontando i tassi di conversione del negozio prima e dopo la personalizzazione.

Un gigante dell’e-commerce come Amazon utilizza già l’IA basata sull’intelligenza artificiale: si prevede che aumenteranno le vendite totali del 35%. Quindi abbiamo un obiettivo chiaro: fare amicizia con l’intelligenza artificiale e vendere in modo intelligente.

Vuoi stare al passo con la concorrenza?
Scrivi a: info@fastwhitecat.com

Leave a Comment