Hotel Kopernik a Olsztyn. I nuovi interni di Tremend


Hotel Capodistria Olsztyn ha dei colori nuovi, pieni di luce e d’atmosfera negli interni. Studio di architettura Tremend Sp. z oo ristrutturato 36 camere e corridoi. Ciò ha comportato spazi di riferimento Paesaggio della Varmia – laghi nebbiosi, spiagge selvagge e foreste. Discutiamo del lavoro di progettazione, delle ispirazioni e della creazione di un’atmosfera con l’architetto Magdalena Federowicz-Boule.

Uno degli hotel più visitati dai turisti in Warmia è il Copernicus, situato nel centro di Olsztyn Azienda alberghiera polacca. Presto potrà accogliere gli ospiti nei nuovi interni progettati dallo studio Grande. Tuttavia, è necessario rivitalizzare la pianta Forbis Design Build. La ristrutturazione delle 36 stanze e dei corridoi è stata eseguita secondo il concetto di “progetto e costruzione”, che si basa sull’adattamento dei progetti alle mutevoli condizioni tecniche. Il processo sarà completato a breve e l’hotel verrà rinominato Best Western Plus.

gli accenti di zaffiro si riferiscono alla superficie del lago Ukiel

foto: Polski Holding Hotelowy © Tremend

Dobrawa Bies: Olsztyn Copernicus avrà presto un nuovo volto grazie a Tremend Studio. Parlami del progetto. Cosa ti ha chiesto l’investitore?

Magdalena Federowicz-Boule: Come studio di design, eravamo al comando ristrutturazione degli interni di tutte le 36 camere e corridoi dell’hotel. Ristrutturare l’hotel è un compito difficile per l’architetto. Tuttavia, ci sembra che nel contesto degli attuali problemi ambientali, sia una questione di gratitudine. Come architetti, lottiamo per mantenere ciò che possiamo, mentre cerchiamo di dare all’hotel un “nuovo look” in linea con le tendenze attuali. L’hotel è in fase di ristrutturazione opera artistica entro il budget indicato dall’investitore. È importante sia dal punto di vista economico che ecologico – “meno è di più“.

DobrawaR: La pianificazione è anche raccontare una storia. Di cosa tratta l’interno del Kopernik Hotel?

Magdalena Federowicz-Boule: Affrontiamo ogni progetto individualmente e proviamo a raccontare la storia di un luogo particolare. Creiamo una sorta di “storia”. Questo è il caso dell’Hotel Kopernik la storia della zona, lo scenario nebbioso e romantico della Warmia, laghi, alberi e la natura che ci circonda. Abbiamo cercato di identificarci con questo utilizzando i materiali toni della terraautore strutture e texture naturali, uso del legno. Elementi in zaffiro Riferendosi alla superficie del lago Ukiel, diventano accenti che uniscono l’interno in un insieme armonioso. Questi temi cromatici si ritrovano nei tessuti dipinti, nei motivi originali e nella grafica utilizzata nelle stanze.

Camera d'albergo progettata da Tremend

materiali naturali e colori tenui creano un’atmosfera che promuove pace e relax

foto: Polski Holding Hotelowy © Tremend

DobrawaUno degli elementi più importanti degli interni sono i materiali naturali e i colori tenui. Che tipo di atmosfera volevi creare tra gli ospiti dell’hotel?

Magdalena Federowicz-Boule: I sentimenti e l’umore dei clienti sono uno dei fattori chiave a cui pensiamo quando iniziamo un concetto di hotel. Proviamo a fare il visitatore si sentiva bene al chiuso progettiamo. Le camere ce l’hanno un’atmosfera di silenzio, relax e riposo. Abbiamo cercato di renderlo disponibile materiali naturali e colori opachi. Va anche sottolineato che è nella progettazione degli interni degli hotel la luce gioca un ruolo importante: spesso permette di cambiare completamente l’atmosfera di un particolare interno e di influenzare i sentimenti del cliente. Scegliendo con cura l’illuminazione e i materiali giusti abbiamo oscurato i corridoi, che crea un senso di vicinanza e sicurezza. Va inoltre ricordato che le camere d’albergo non sono solo per il relax. I clienti potrebbero anche voler lavorare in loro. In questo caso, l’illuminazione gioca un ruolo enorme e puoi creare uno spazio multiuso.

Nuovi corridoi dell'Hotel Kopernik

gli architetti hanno oscurato i corridoi e creato un senso di intimità

foto: Polski Holding Hotelowy © Tremend

Dobrawa: Regole diverse si applicano alla progettazione degli interni pubblici rispetto, ad esempio, alla progettazione degli interni delle abitazioni. Presenta sfide maggiori?

Magdalena Federowicz-Boule: La progettazione delle camere d’albergo e degli spazi pubblici è regolata da regole diverse rispetto all’interior design di case e appartamenti. È importante capire quando si avvia il processo di pianificazione chi è il cliente del luogo: ospite d’affari, turista o forse entrambi? È lavoro umano con altre persone. Quando progettiamo hotel, miriamo a creare un effetto “Wow”. Costruiamo emozioni nel cliente inaspettatamente, e allo stesso tempo teniamo alla funzionalità degli interni. È molto importante scegliere materiali resistenti all’abrasione, alla distruzione e alla non infiammabilità. Va ricordato che si tratta di un luogo pubblico. È importante gli interni erano sufficientemente universali, in modo che ogni ospite li apprezzi e voleva tornare in questo albergo. Allo stesso tempo, l’hotel dovrebbe essere così unico che scattando una foto all’interno e pubblicandola su Instagram, gli ospiti incoraggeranno gli altri a venire.

Dobrawa: Grazie per la discussione.

intervistato da: Dobrawa Bies

Leave a Comment