10 tendenze nel mercato dell’e-commerce nel 2022

1. Multicanale

Il mercato continua ad evolversi verso il miglioramento delle vendite e quindi la combinazione di esperienze e canali di vendita diversi nel processo di acquisto del cliente. Le moderne soluzioni nel campo dell’automazione, dell’intelligenza artificiale o dei pagamenti digitali supportano in modo significativo questo sviluppo. Gli ostacoli qui includono la preoccupazione dei consumatori: ad esempio, solo il 14% degli acquirenti online accetta che la propria cronologia degli acquisti sia visibile ai rivenditori nel negozio.

2. Il mercato

Oltre il 60% dell’e-commerce globale viene venduto su piattaforme di mercato. I prossimi anni porteranno con sé lo sviluppo dei servizi esistenti, sia globali che locali. Prevediamo la comparsa in Polonia di piattaforme completamente nuove e l’espansione di piattaforme globali in nuovi mercati (ad es. espansione della piattaforma Shopee in Europa). È probabile che seguiremo la quota crescente di questo settore nell’e-commerce, nonché il crescente indice GMV (valore totale dei prodotti venduti in questo canale). Esistono anche mercati che si concentrano su settori specifici o sulla creazione di un marchio particolare, come le operazioni di Decathlon e Intersport in Polonia.

3. Trading dal vivo

Si tratta di un fenomeno completamente nuovo nel commercio online che ha avuto luogo in tutto il mondo durante la pandemia di COVID-19 e le conseguenti chiusure. Il commercio dal vivo è una vendita online diretta che di solito si tiene sui canali dei social media e consente di acquistare prodotti durante una trasmissione online. Questa forma è sempre più utilizzata principalmente da piccoli rivenditori, boutique, principalmente abbigliamento, ma anche da marchi come Walmart o IKEA. I primi sondaggi mostrano che un polacco su quattro ha recentemente effettuato un acquisto pubblicando sui social media.

4. Ecommerce nella versione eco

Con il rapido sviluppo dell’e-commerce, viene prestata sempre più attenzione alla sostenibilità ampiamente compresa del settore attraverso attività ambientali ed ecologiche. Affronteremo sempre più funzioni per ottimizzare l’imballaggio o il trasporto e lo stoccaggio dei pacchi e-commerce. Un altro aspetto di questo fenomeno è l’e-commerce nel campo dei prodotti e servizi nei settori della seconda vita a zero rifiuti, riciclaggio o prodotti di seconda mano (es. la crescente popolarità della vendita online di abbigliamento usato).

5. C2C (consumatore a consumatore)

Il futuro dell’e-commerce è anche lo sviluppo della vendita online nel canale C2C, che non significa altro che eventi fatti dai singoli utenti (venditore e acquirente). Questa tendenza è evidente, ad esempio, nello sviluppo di prodotti, come la piattaforma OLX o il nuovo servizio Allegro Lokalnie, che consente di vendere i prodotti a singoli utenti che non sono venditori o società commerciali. Questo tipo di funzionalità è dovuto, tra le altre cose, al sito Web OLX o all’applicazione Vinted, popolare in Polonia.

6. M-store

Nel prossimo futuro, le vendite online saranno ancora più basate sui dispositivi mobili. Vediamo già che le vendite online di dispositivi mobili rappresentano ben oltre il 60% di tutte le vendite online. L’anno 2022 e l’ulteriore sviluppo di questo canale aumenteranno il canale, forse anche più del 70%. Di conseguenza, continueremo a monitorare l’evoluzione delle soluzioni utilizzate nelle applicazioni mobili e la loro offerta.

7. Nuove tecnologie

Il “mondo remoto” che è diventato una nuova realtà pandemica ha anche accelerato lo sviluppo di tecnologie basate sull’intelligenza artificiale o sull’apprendimento automatico, consentendo ad esempio una migliore automazione dei processi commerciali. Ci aspettiamo molte nuove soluzioni per personalizzare l’automazione del marketing, l’analisi delle caratteristiche specifiche del cliente, l’offerta e la promozione o le operazioni multicanale. Allo stesso tempo, non possiamo dimenticare il crescente utilizzo della realtà virtuale, che ci permette di offrire ai clienti nuove e affascinanti esperienze di acquisto. È uno dei modi per avere successo nell’e-commerce.

8. Servizi logistici

L’intero mercato dei servizi logistici è davvero fiorito intorno all’e-commerce. È stato lo sviluppo dinamico dell’e-commerce a dare impulso all’incredibile sviluppo dei distributori automatici di pacchi o dei relativi servizi di distribuzione. Oggi la sicurezza dell’approvvigionamento e la velocità sono importanti. La stessa InPost ha consegnato nell’ultimo trimestre dello scorso anno fino al 71% di pacchetti in più rispetto al 2020. Per questo motivo, seguiremo soluzioni sempre più moderne in questo settore, nonché l’emergere di nuove reti e servizi o partnership tra leader di mercato (es. Allegro da Posta).

9. Pagamenti digitali

Di recente, c’è stata una vera rivoluzione nel modo in cui paghiamo prodotti e servizi in questo settore. Qui sono attese sia l’introduzione di nuove soluzioni che l’introduzione di nuovi operatori di pagamento digitale, nonché l’ulteriore ampliamento della gamma dei singoli servizi. Un esempio è il popolare (recentemente!) BLIK, che nel 2021 ha preso il comando dei pagamenti online più popolari. Più è veloce, conveniente e sicuro, meglio è.

10. Negozio di alimentari elettronico e q-store

La pandemia di COVID-19 ci ha rinchiusi a lungo in case con un accesso molto limitato ai negozi, compresi i generi alimentari, e alle loro offerte. Una delle tendenze che sicuramente si evidenzierà nel prossimo futuro è lo sviluppo dei servizi di e-commerce e q-commerce, ovvero “quick trade”, che ti permetteranno di ricevere i prodotti ordinati entro 15 minuti dall’ordine, ad esempio. momento dell’ordine. Un esempio dell’enorme aumento della domanda per questo tipo di servizi è, ad esempio, la rapida espansione di Lisek, che ha rapidamente reso popolare i suoi servizi e ampliato le sue operazioni.

Leave a Comment