Un genitore sa meglio cosa è bene per suo figlio

Perché sostieni lo sviluppo dell’homeschooling?

Janusz Korwin-Mikke: Questa forma di insegnamento, tra quelle disponibili, lascia ai genitori la massima libertà di decidere come, cosa e quando i propri figli imparano. I bambini sono diversi. Si stanno evolvendo a ritmi diversi. Hanno tendenze e interessi individuali. E dovremmo rispondere a questa diversità di bambini con un’offerta educativa diversificata. Secondo questa mentalità, anche i genitori sono diversi. Hanno diverse opportunità per sostenere lo sviluppo dei loro figli. Questo è un altro argomento a favore della diversità dell’offerta educativa. E i genitori, in quanto persona più responsabile, dovrebbero prendere decisioni sull’educazione dei propri figli. Diamo valore alla biodiversità. Per la specie umana, la diversità è anche la cosa migliore per il nostro sviluppo. Queste sono le leggi della natura.

L’istruzione classica dovrebbe essere abolita?

No. Nessun politico o funzionario. Se i genitori scelgono questa educazione per i loro figli, rimarrà. Se scelgono altre forme, scomparirà da solo. Le istituzioni che hanno ricevuto una buona valutazione con questo approccio sopravviveranno e quelle in cui nessuno vuole educare i propri figli scompariranno.

Non tutti i genitori sono responsabili…

Come non tutti i funzionari. Il genitore medio conosce i bisogni del proprio figlio meglio dell’autorità media. Il genitore medio si preoccupa più del benessere del proprio figlio rispetto all’autorità media. Pertanto, anche se commette errori, trarrà le giuste conclusioni più velocemente. E sta cercando di migliorare la situazione del bambino. I genitori possono fare molto per i loro figli. E se non vogliono assumersi la responsabilità dell’educazione dei propri figli, dovrebbero poter trasferire tale responsabilità ad altre istituzioni. Quindi i loro figli possono frequentare una scuola pubblica classica.

L’istruzione domestica è per tutti o per i selezionati?

Non è per tutti. Ma la barriera non è la situazione economica o lo status sociale. Il criterio decisivo è il livello di partecipazione del bambino al processo educativo. Un esempio potrebbe essere il prof. Paweł e Marzena Zakrzewski. Sono i pionieri della moderna homeschooling in Polonia. Hanno 12 figli loro. La maggior parte crede che sia impossibile crescere un numero così grande di bambini. Eppure lo fanno da anni. I loro figli sono sempre stati in homeschooling. Non hanno frequentato le scuole classiche. Di più. Insieme ai bambini, abbiamo sostenuto gli emendamenti alla legge sull’istruzione che andrebbero a beneficio dell’istruzione socialmente domestica. Lo fanno con enorme impegno da oltre un decennio. Migliaia delle loro iniziative alla fine hanno dato i loro frutti. Originariamente nel 2009, sono riusciti a modificare la legge sull’istruzione. Nel 2021, ancora una volta hanno portato a modifiche legislative a vantaggio dell’istruzione domiciliare. Hanno fatto un lavoro straordinario in questo senso. Questi ultimi emendamenti sono stati votati quasi all’unanimità. Hanno raggiunto un accordo tra le parti in questo settore. Qualcosa di straordinario che richiede un impegno tremendo e una forte fede in quello che fai. Generalmente chiamiamo questi cambiamenti la “Legge Zakrzewski”.

Cosa significa che sono stati dei pionieri nell’homeschooling?

Nella storia di questa famiglia, non tutto si è rivelato roseo. Sono stati davvero dei pionieri dell’istruzione domiciliare in Polonia. Hanno creato una rete di scuole e club di homeschooling. La loro offerta formativa è stata una novità nel mercato polacco. Hanno fornito supporto ai genitori nell’istruzione domiciliare. Hanno usato i più recenti metodi di insegnamento. Li hanno supportati con le moderne tecnologie destinate a quei tempi. Le loro strutture si sono distinte per la loro innovatività. Hanno dedicato molti anni della loro vita e tutti i loro beni al loro sviluppo. Erano una specie di simbolo dell’istruzione a domicilio in Polonia. E qualcuno ha deciso di distruggere questo simbolo. Centinaia di piloti. Più di cento prove. Cambiamenti nella legge, sfavorevoli per l’istruzione a domicilio. E molte manipolazioni con loro. È così che la burocrazia ha trattato le persone che hanno sacrificato la loro proprietà privata e gran parte della loro vita per il bene comune.

Hanno perso la loro proprietà. Tuttavia, non hanno perso il loro valore in questi tempi difficili. Si sono ritirati. Gli anni seguenti furono dedicati a oggettivare la situazione nei tribunali.

E quando finalmente ci riuscirono, tornarono alle attività sociali. Stanno ancora una volta lottando per una legge sull’istruzione a vantaggio dell’istruzione domiciliare. Contemporanei un po’ così incrollabili.

Maggiori informazioni sull’istruzione domiciliare in Polonia sono disponibili all’indirizzo:

Edukacja Domowa

Leave a Comment