L’operatore globale di e-commerce prevede di espandersi in Polonia

Frisbo, la più grande piattaforma di archiviazione elettronica d’Europa, prevede di raccogliere altri 10 milioni di euro per espandere le sue operazioni, rendendo la consegna il giorno successivo standard in tutto il continente. Già all’inizio dell’anno, l’azienda ha raccolto 1,8 milioni di euro per espandere le proprie attività.

L’azienda, per la quale la Polonia è un mercato chiave, vuole diventare un partner strategico per le aziende polacche che vendono la rete all’estero. Oltre a gestire l’intero processo logistico, l’azienda fornisce anche supporto materiale.

Il trend di consegna del giorno successivo, ovvero la consegna entro un giorno dall’ordine, si rafforza anno dopo anno. Aumenterà anche l’importo che i consumatori online europei sono disposti a pagare in più per un negozio online per ricevere il loro ordine il giorno successivo: nel 2021 è stato di 6,2 €.

Frisbo, una rete di oltre 25 centri di consegna nel Regno Unito, Austria, Spagna, Italia, Germania, Repubblica Ceca, Polonia, Romania, Bulgaria, Moldavia, Ungheria, Slovacchia e persino Cile, vanta un tasso di crescita molto dinamico. Nel 2021 il fatturato dell’azienda è aumentato di quasi l’80% rispetto all’anno precedente. L’obiettivo per il 2022 è ancora più ambizioso: la start-up guidata da Bogdan Colcerius spera di raddoppiare il risultato. Allo stesso tempo, desidera ampliare le sue operazioni in modo intensivo per consentire all’attività di e-commerce di espandersi oltre i confini e rendere standard la consegna il giorno successivo in tutto il continente.

All’inizio dell’anno, Frisbo ha raccolto 1,8 milioni di euro da venture capitalist per accelerare la sua espansione in Occidente e aumentare il livello delle consegne.

La consegna veloce è un vantaggio

Frisbo ritiene che i tempi di consegna rapidi siano la chiave del successo nell’e-commerce. I dati provenienti da tutta Europa mostrano che l’importo che i consumatori europei sono disposti a pagare per ricevere l’ordine subito dopo l’acquisto aumenta di anno in anno. Questo sarà in media € 4,2-6,2 nel 2021, a seconda del valore del contratto – € 3,4-5,2 nel 2020.

Non sorprende che entro il 2027 il valore del mercato europeo delle consegne espresse aumenterà fino a 98 miliardi di dollari: in un mercato unico, spesso solo i tempi di consegna separano i negozi locali da quelli esteri. Per colmare questa lacuna, Frisbo offre già alle aziende CEE l’accesso a più di 25 centri logistici in 13 paesi. Frisbo fornisce non solo supporto logistico ma anche supporto significativo attraverso partnership dirette con società di e-commerce locali. incl. suggerisce l’aspetto delle vendite in un particolare mercato, come le consegne e i resi vengono gestiti in modo efficiente e quali sono le aspettative specifiche dei clienti.

Nell’ultimo anno, il numero di clienti che utilizzano la rete Frisbo è cresciuto del 70%. Una delle caratteristiche distintive è, ad esempio, Rolv Group sp. Z oo, azienda polacca che gestisce il negozio online ufficiale Xiaomi in Polonia (mi-home.pl), Romania (mi-home.ro) e Ungheria (mi-home.pl). casa.hu).
– Grazie alla stretta collaborazione con Frisbo, siamo in grado di utilizzare processi collaudati e fornire prodotti di questo marchio ai fan di Xiaomi nell’Europa centrale, di solito entro 24 ore dall’ordine. La nostra piattaforma Mi-Home è già disponibile in 6 paesi e crediamo che grazie alla fiducia reciproca e all’esperienza condivisa con Frisbo, saremo in grado di aprire nuovi mercati in un massimo di 30 giorni, garantendo il rapido sviluppo dell’intero progetto – afferma Tymoteusz Wiśniowski, COO ROLV Group sp. Z o. o

Frisbo è già integrato con tutte le principali piattaforme di e-commerce e marketplace come Shopify, Woocommerce o Magento, oltre a eMag Marketplace, Amazon e il già citato Allegro.

Il potenziale incrollabile del mercato

L’anno scorso, 7 cittadini dell’UE su 10 che hanno utilizzato Internet sono stati coinvolti in acquisti online, il più delle volte per un valore compreso tra € 100 e € 500. Secondo Eurostat, gli olandesi (94%), i danesi (92%), gli svedesi (89%) e gli irlandesi (88%) hanno maggiori probabilità di fare acquisti online. Sebbene il boom della pandemia dell’e-commerce si sia in qualche modo attenuato, il segmento delle vendite online continuerà a crescere nel prossimo futuro.

Sebbene la Polonia sia considerata il mercato di e-commerce più maturo dell’Europa centrale e orientale, ciò non significa che sia un mercato saturo: a dicembre 2021, gli acquisti online rappresentavano solo il 10,2%. tutte le transazioni commerciali. Le aziende polacche non stanno ancora sfruttando appieno le opportunità offerte dal commercio elettronico internazionale nel mercato unico. Secondo Eurostat, nel 2020 solo una società polacca su venti ha venduto ad altri paesi dell’UE. Allo stesso tempo, la quota del commercio estero globale potrebbe raggiungere il 17,3% quest’anno. tutte le transazioni online.

Leave a Comment