Conversazioni con i più grandi. Michał Leszczyński, Group 5 Architects: Siamo interessati a progetti difficili

– Mi interessa la complessità. Se potessi, sarei felice di progettare uno spazio polivalente nel centro della città con treno, metropolitana, attività commerciali, uffici e strutture residenziali. Allo stesso tempo, vorrei costruire una casa unifamiliare in un paesaggio rurale, su una roccia, vicino all’acqua – afferma Michał Leszczyński, fondatore e presidente del consiglio di Grupa 5 Architekc.

Grupa 5 Architekci opera sul mercato da oltre 20 anni e ha scritto diverse dozzine di grandi progetti in tutta la Polonia. Cosa contraddistingue lo studio?

Michal Leszczyński: Lo studio nasce nel 1998, tra poco si compie un quarto di secolo. A causa delle dimensioni dell’ufficio che abbiamo raggiunto nel 2008, stiamo implementando molti progetti. Lo studio all’epoca impiegava già 50 architetti e da allora questa situazione del personale è rimasta in piccole fluttuazioni durante i periodi di crisi. Separato da cinque partner e 50 architetti, Grupa 5 Architekc, le dimensioni e l’organizzazione dell’ufficio, consentono di mantenere l’elevata qualità dei progetti. Siamo uno studio che riesce a coniugare la realizzazione di locali commerciali per clienti privati ​​con la qualità dell’architettura realizzata. Come evidenziato dalle pubblicazioni dei nostri progetti e premi, siamo lieti che il nostro lavoro sia riconosciuto e riconosciuto.

Un quarto di secolo di attività è lungo. Quali processi hanno avuto luogo nell’architettura polacca durante questo periodo?

Il momento del nostro lavoro arriva in un momento di cambiamento politico. Durante questo periodo, la nostra professione si è sviluppata intensamente. Abbiamo iniziato come progettisti di alloggi, per lo più progetti di cooperative o costruttori di alloggi per la prima volta, progetti di 100-300 appartamenti nel sobborgo di Varsavia di Białołęka o Piaseczno. Negli anni successivi gli ordini arrivarono a Miasteczko Wilanów, Mokotów e Powiśle.

Nel secondo decennio del 21° secolo, abbiamo incluso la progettazione di edifici per uffici. Quando si lavora su ordini di GTC, Echo Investment o Skanska, ti invitiamo a progettare un modello di dati, metodi moderni di organizzazione del lavoro, documentazione e standardizzazione dei sistemi di lavoro.

Allo stesso tempo, stiamo sviluppando intensamente la pianificazione per la ricostruzione, il restauro e l’ammodernamento di edifici storici. Ciò ha dato origine a un progetto per modernizzare l’edificio della stazione ferroviaria di Wrocław Główny, la sede del Dipartimento di Radio e Televisione dell’Università della Slesia a Katowice e il sanatorio Gurewicz a Otowck.

Negli ultimi anni, abbiamo lavorato intensamente alla progettazione di alloggi per studenti e alloggi in affitto, sia nella ricostruzione di nuovi locali che in edifici storici, comprese strutture più recenti e moderniste come la Basecamp Student House a Łódź in ul. Rivoluzione o ricostruzione di un edificio per uffici in ul. Solec 22 a Varsavia.

Il design in Veiksel è sempre più sofisticato e professionale?

Stiamo vedendo evolversi il mercato del design, nuove generazioni di giovani architetti si stanno avvicinando e fortunatamente il livello del design e della qualità degli edifici è in aumento. Ad un buon livello, sono sempre di più i concorsi che presentano progetti, anche se non tutti possono vantare numerose pubblicazioni e pluripremiate. Senza dubbio impariamo tutti gli uni dagli altri. Siamo felici di assumere persone con esperienza nello studio e nel lavoro nei paesi europei. Il numero di progetti polacchi nominati per premi globali, come i MIPIM Awards, il Mies van der Rohe Award o il Brick Award, cresce ogni anno.

L’esperienza di una pandemia ha cambiato in qualche modo la tua percezione dell’architettura?

L’esperienza di una pandemia ha cambiato il nostro sistema di lavoro. Inizialmente, il sistema di telelavoro in tempo ibrido ha mostrato come lavorare in modo efficace adattandosi a una realtà in evoluzione. L’esperienza del Covid-19 ci ha costretto a rendere più flessibile il laboratorio dell’architetto.

Quando si tratta dell’architettura che creiamo, la pandemia ha sollevato interrogativi sulla sicurezza e l’igiene delle persone che vivono durante l’epidemia. Attualmente, i lavori d’ufficio sono in fase di rivalutazione. Oggi abbiamo meno ordini per progetti di uffici, alcuni dei concetti di ufficio vengono riprogettati in appartamenti. Tuttavia, alcuni investitori, soprattutto quelli con fondi propri, sono già in progetti di uffici, quindi tra due anni saranno gli unici a entrare con la nuova offerta di uffici …

In che direzione stai andando come studio? È questo il percorso verso progetti sostenibili? Uffici, zone residenziali, uso misto: qual è la parte più difficile della progettazione?

Siamo interessati a progetti difficili e complessi. Credo che molti anni di esperienza ci porteranno naturalmente a compiti complessi, spesso ristrutturando e costruendo nuove strutture nello stesso sito. Che si tratti del complesso residenziale Bohema Praga nel quartiere di Praga a Varsavia o della ristrutturazione della panetteria Mamut estendendo l’appartamento per studenti a Breslavia, o infine dell’hotel e appartamento per studenti a Cracovia in ul. Grzegórzecka sono progetti complessi in termini di conservazione e funzionalità che richiedono una conoscenza approfondita, ma anche molte consultazioni intersettoriali.

La più grande sfida progettuale finora è…?

Lavori di ristrutturazione degli edifici, dove le centrali telefoniche esistenti e le sale server opereranno senza interruzioni durante il periodo di progettazione e realizzazione. Piani di ristrutturazione dei moli delle stazioni e degli attracchi in linea con l’attuale tracciato ferroviario. Recentemente, la progettazione di edifici alti è diventata una sfida. La costruzione del condominio Skanska’s Studio nella zona di Wola a Varsavia è appena iniziata.

Nel nostro studio per Tri-City Allcon è attualmente in costruzione un interessante progetto per un complesso residenziale e di uffici con una torre residenziale di 120 metri a Gdynia.

Il sogno che stai inseguendo?

Difficile da dire. Se chiedessi ai miei partner, probabilmente tutti direbbero qualcosa di diverso. Sono personalmente interessato alla complessità: se potessi, sarei felice di progettare una struttura polivalente nel centro della città con numerose strutture logistiche, come treno, metropolitana, affari, uffici e spazi abitativi. Allo stesso tempo, vorrei avere il tempo e l’opportunità di progettare una casa unifamiliare in campagna, in collina, vicino all’acqua, e che quando ho più tempo, potrei progettare tutti i dettagli, come il compianto architetto Carlo Scarpa l’ha fatto.

Cosa sorprenderà il pubblico nel contesto dell’architettura tra 10 anni?

La direzione del futuro è indubbiamente sostenibile, siamo già sorpresi oggi e l’architettura di strutture indipendenti dal punto di vista energetico, prive di CO2 e solo di energia rinnovabile realizzate con materiali a basso consumo energetico ci sorprenderà sicuramente in futuro. Non voglio pensare a cosa potrebbe sorprendermi tra 10 anni, non voglio sminuire l’effetto sorpresa…

Ti è piaciuto l’articolo? Ghiaccio!

Leave a Comment