Chi conta nell’e-commerce polacco? Stanno combattendo contro tre giganti

Il momento clou degli ultimi giorni del commercio polacco è l’annuncio di Amazon che i polacchi possono usufruire del pacchetto Prime solo per 49 PLN all’anno. Questo ti dà accesso a un servizio di streaming, ma anche la spedizione gratuita su prodotti di marca o un servizio di gioco. Era elettrizzato e il giorno in cui i dati sono stati rilasciati, le azioni Allegro hanno perso quasi il 6%.

Ha dimostrato che la concorrenza del cliente polacco si sta intensificando e quello che attualmente è considerato un servizio premium in altri paesi europei, come la consegna il giorno dopo l’acquisto, è il nostro standard e il cliente si aspetta sempre di più.

C’è qualcosa da temere?

– L’offerta di Amazon Prime si è rivelata interessante per le persone che utilizzano i servizi di streaming. La significativa riduzione dei prezzi in quest’area da virtualmente 300 PLN all’anno a 49 PLN con accesso a opzioni aggiuntive (giochi, spedizione gratuita) è molto competitiva rispetto ad altri giocatori come Netflix o HBO GO, afferma Dagmara Plata-Alf Kozminski University. – Tuttavia, è interessante notare che anche in questo caso possiamo lamentarci della qualità dell’offerta di Amazon sul mercato polacco, perché i film con una colonna sonora polacca sono così importanti per molti consumatori nel nostro paese e una selezione limitata di serie e film produzioni.

I risultati non ufficiali di un sondaggio tra i consumatori che circola nel mercato mostrano che i polacchi vedono Prime come un’offerta in streaming e potrebbero non collegarlo a festival dello shopping o consegne gratuite. Tuttavia, il settore apprezza la crescita dell’offerta di Amazon. – Si vede, ad esempio, nella categoria alimentare, che nel lancio della versione polacca a marzo non esisteva in linea di principio, e ora è un segmento avanzato – afferma uno di loro. Ciò si riflette in molte aree, il che dimostra che Amazon sta combattendo seriamente per i polacchi. Tuttavia, non è solo qui. AliExpress ha annunciato il lancio di un magazzino in Polonia, da cui i pacchi verranno consegnati ai consumatori della regione. Sebbene le spedizioni dall’Asia siano diminuite del 20%. a luglio, la società afferma di acquisire nuovi utenti.

Leggi di più


Allegro, che rappresenta il 30 per cento. il mercato sembra essere calmo, anche se non è un segreto che l’azienda abbia diversi progetti. Secondo la società, il pacchetto Smart, che significa consegne gratuite di prodotti etichettati, ha consentito agli utenti di risparmiare 3 miliardi di PLN in tre anni di attività. Il mercato si aspetta che Allegro apra ulteriormente l’accesso dei fornitori al programma a seguito dei movimenti dei concorrenti, soprattutto perché l’azienda ha annunciato il lancio di una rete da 1.5.000 entro la fine dell’anno. macchine automatiche per la raccolta dei pacchi.

– I clienti Smart aspettano già più di 160 milioni di offerte e abbiamo appena superato un quarto di miliardo di offerte nell’intero Allegro. Attribuiamo grande importanza alla comodità dello shopping – afferma Marcin Gruszka, portavoce di Allegron. – Velocizziamo le consegne, i clienti adorano ritirare i pacchi nei fine settimana e tra poco avvieremo la nostra rete di distributori automatici. E non è tutto ciò che abbiamo realizzato per i nostri clienti quest’anno – aggiunge.

Secondo le nostre informazioni non ufficiali, la risposta di Smart è anche quella di prepararsi al mercato Erli, che sarà lanciato nella primavera del 2020. La caratteristica distintiva dell’offerta è il programma fedeltà: ogni PLN utilizzato per gli acquisti sulla piattaforma è nel programma PLN, che può essere utilizzato per un pernottamento presso i resort Holiday Park & ​​Resort di proprietà dei proprietari del sito. Alcuni mesi fa, la società ha annunciato di essere stato utilizzato da oltre 2,5 mila. fornitori e clienti possono scegliere tra 9,5 milioni di prodotti. Nelle vendite e nel traffico, doveva crescere di circa il 150%. di mese in mese. Com’è adesso? Non abbiamo ricevuto risposte alle domande sull’attuale scala dell’attività e la ricerca sui consumatori indica una scarsa conoscenza del sito web.

Lo stesso vale per Shope di Singapore, anch’esso lanciato di recente. L’azienda ha anche voluto fortemente sottolineare la sua presenza, ma finora non ha nemmeno risposto alla domanda su quanti venditori polacchi lo usano o quali piani ha per il mercato polacco.

La competizione non è finita

– Non importa quale offerta sia più adatta alle preferenze del consumatore polacco e più attraente. Vogliamo semplicemente trovare il prodotto al prezzo più basso, e spesso è il principale – non l’unico – motivatore per acquistare un negozio online – afferma Robert Stolarczyk, CEO di PromoTraffic. – Ma ogni cosa ha i suoi limiti. L’emergere di nuovi attori e l’aumento dell’offerta aumenteranno la concorrenza, costringendo e in qualche modo rendendo più difficile per i consumatori attirare l’attenzione, il tempo online e le decisioni di acquisto. L’intensificarsi della concorrenza nell’e-commerce ha portato soprattutto a un aumento delle soluzioni innovative, a un migliore servizio clienti e non solo a una guerra dei prezzi – aggiunge.

Leave a Comment