Voli cancellati da e per l’aeroporto di Katowice. Più di una dozzina di rotte sono sospese – Katowice24

Le compagnie aeree sospenderanno alcuni collegamenti da e per l’aeroporto di Pyrzowice. La pandemia di coronavirus e il basso numero di passeggeri significano che i passeggeri non volano in alcune direzioni.

Nei prossimi mesi, due delle principali compagnie aeree non opereranno alcune rotte da e per l’aeroporto di Katowice. I vettori hanno deciso di sospendere per un po’ alcune rotte. L’ondata in corso della pandemia di coronavirus sta ancora una volta riducendo il numero di voli da e per l’aeroporto di Katowice. Questo per limitare le perdite che deriverebbero dall’effettuare chiamate a tassi di utilizzo molto bassi. Sia Wizz Air che Ryanair hanno in programma di dismettere i voli che potrebbero non essere popolari all’inizio del 2022. In generale, il traffico aereo nel periodo gennaio-febbraio è il più basso su base annua, ma l’orario invernale introdotto ad ottobre includeva anche questi collegamenti. Tuttavia, le compagnie aeree hanno deciso di cambiarlo durante il suo mandato. I tagli maggiori riguardano le rotte verso il Regno Unito. Di seguito è riportato un elenco completo delle chiamate abbandonate da gennaio, comprese le relative date.

Wizz Air

Milano-Bergamo (i voli saranno disponibili fino al 1.1.2022, poi stop fino al 29.3.2022),
Malta (i voli sono disponibili fino al 3.1.2022, poi una pausa fino al 7.3.2022),
Leopoli (i voli saranno disponibili fino al 3.1.2022, poi una pausa fino al 7.3.2022),
Liverpool (voli disponibili fino al 6.1.2022, poi in pausa fino al 28.3.2022)
Bristol (i voli saranno disponibili fino al 7.1.2022, poi una pausa fino al 11.3.2022),
Kyiv-Zhuliany (i voli saranno disponibili fino al 9.1.2022, poi una pausa fino al 11.3.2022),
Zaporizhia (i voli sono disponibili fino al 14.1.2022, poi una pausa fino al 7.3.2022).

Ryanair

Bologna (i voli saranno disponibili fino al 7.1.2022, poi una pausa fino al 4.2.2022),
Odessa (i voli saranno disponibili fino al 8.1.2022, poi una pausa fino al 1.2.2022),
Manchester (i voli sono disponibili fino all’8.1.2022, poi una pausa fino al 1.2.2022),
Birmingham (i voli sono disponibili fino all’8.1.2022, poi una pausa fino al 1.2.2022),
Edimburgo (voli disponibili fino al 9.1.2022, poi pause fino al 2.2.2022).

Attualmente, da una settimana, sono in vigore le nuove regole di ingresso in Polonia per i passeggeri fuori dall’area Schengen. I passeggeri che eseguono un test diagnostico del coronavirus in aeroporto non più di 3 ore dopo aver attraversato il confine polacco sono esentati dalla quarantena. L’obbligo di quarantena si considera adempiuto quando il laboratorio che effettua il test inserisce nel sistema ICT un risultato negativo del test. Inoltre, i passeggeri che risultano negativi al test diagnostico SARS-CoV-2 (antigene o PCR) in polacco o inglese entro 24 ore dalla ricezione di questo risultato saranno esentati dal test di quarantena. I bambini di età inferiore ai 5 anni non sono in quarantena. Le persone che non mostrano un risultato negativo del test a un funzionario della guardia di frontiera saranno soggette a quarantena obbligatoria per 14 giorni dal giorno successivo all’attraversamento del confine polacco.

Regole diverse si applicano ai passeggeri in arrivo dai paesi Schengen, nonché da Irlanda, Croazia, Cipro, Bulgaria, Romania e Turchia. Coloro che inviano un risultato negativo al test del coronavirus nel paese di origine entro 48 ore dal ricevimento del risultato saranno esonerati dalla quarantena. I passeggeri in quarantena possono sostenere il test entro 48 ore dall’attraversamento del confine, il cui esito negativo li libererà dalla quarantena. I passeggeri saranno rilasciati dalla quarantena se sono stati vaccinati completamente, il che significa che sono trascorsi almeno 14 giorni dal processo di vaccinazione, ovvero entrambe le dosi del vaccino contro il coronavirus (per una dose doppia) o una dose (dopo una dose). vaccino monodose) confermato da certificato di vaccinazione. I pazienti in convalescenza, ovvero quelli che sono stati contagiati dal coronavirus negli ultimi 6 mesi, sono stati esentati dalla quarantena obbligatoria. L’esenzione dalla quarantena è concessa ai bambini di età inferiore ai 12 anni che viaggiano per il trattamento di persone che sono state completamente vaccinate o sono diventate negative al coronavirus.

Leave a Comment