Un e-book con un rapporto del negozio online 2022. Andamento delle vendite online

Negozio online

Come vendere in modo efficace su Internet? Vale la pena investire nelle vendite online? Un sacco di consigli di esperti da agenzie rispettabili che supportano le aziende nella promozione online. Ecco l’ultimo e-book per marketer e aziende dai redattori di Interaktywnie.com.

Scarica eBook Rapporto sull’e-commerce 2022

Negozio online

68847_download-report.png

Presentazione del rapporto e-commerce 2022

Tomasz Bonek (foto: Gruppo RASP)

Se la tua attività non sta ancora vendendo online, potresti voler iniziare presto

La mania per l’e-commerce è in pieno svolgimento. Si stima che già nel 2023, forse nel 2024, i polacchi spenderanno online 150 miliardi di PLN all’anno.
Per la ricerca sulle vendite condotta da Gemius nel corso degli anni, gli intervistati citano principalmente un prezzo interessante e bassi costi di spedizione. Sono segnalati dal 45 e dal 42 per cento degli intervistati. Ma in Polonia, ormai da diversi anni, si registra un calo delle cosiddette “esperienze di acquisto positive”, che – cruciali quanto la scelta dell’e-commerce – sono citate da ben il 33% degli intervistati. Più del 20% di loro menziona campagne, tempi di consegna brevi e disponibilità di diversi metodi di consegna e pagamento.

Gli uffici e le aziende che hanno scelto di presentarsi in questo e-book lo vedono bene: Business Factory Polska, Exorigo-Upos, Kerris Group, NuOrder, Streetcom Poland, TBMS, Unity Group.

Assicurati di leggere i loro consigli e offerte.

Tomasz Bonek, caporedattore e presidente del consiglio di Interaktywnie.com

E-commerce: perché è redditizio?

Più di sette trilioni di dollari: questo è il valore che il mercato globale dell’e-commerce può raggiungere nel 2025. Tra i prodotti più apprezzati acquistati online, troverai sempre vestiti e calzature per i quali spendiamo in media più di 200 zloty al mese in Polonia. Le vendite online di prodotti stanno sostituendo sempre più il commercio tradizionale. Il detentore del record in questo senso è la Cina, dove più della metà delle vendite al dettaglio avviene online.

Il mercato globale dell’e-commerce ha già raggiunto i 4.213 trilioni di dollari nel 2020. Questo è fino al 25,7% in più rispetto al 2019, afferma eMarketer. Per il 2021 sono attesi risultati ancora migliori, ma siamo ancora in attesa di dati ufficiali. Si prevede che il mercato raggiungerà $ 4.921 trilioni durante questo periodo.
Il mercato cinese è il più forte in termini di e-commerce. Secondo eMarketer, le sue vendite rappresentavano il 52,1% delle vendite globali di e-commerce già nel 2021. In secondo luogo, gli Stati Uniti rappresentavano il 19% e il Regno Unito il terzo, il 4,8%. I paesi leader includono anche Giappone, Corea del Sud, Germania, Francia, India, Canada e Brasile.

Secondo il sito web ecommercedb, la Polonia è al 18° posto nel mondo in termini di dimensioni del mercato dell’e-commerce. prima di Svezia e Messico. Nel 2020 valeva 13 miliardi di dollari, mentre ecommercenews prevede che le vendite dell’e-commerce saranno di 22 miliardi di euro nel 2020. Si tratta di quasi il doppio rispetto al 2019. Queste cifre sembrano essere fortemente sottovalutate. Secondo i dati polacchi, nel 2021 abbiamo speso più di 120 miliardi di PLN per lo shopping online.


I vantaggi dell’e-commerce sono ad es.

– minori costi aziendali, compresa l’esposizione delle merci e la manutenzione dei locali
– la capacità di espandere rapidamente la gamma e fornire espansione
– la capacità di scalare il business
– vendita più agevole dei prodotti all’estero
– risparmiare tempo se il viaggio è stato necessario per il cliente in passato
– migliore pubblicità dei prodotti sul motore di ricerca di Google e aumento del potenziale di vendita

L’e-commerce e il profilo di un consumatore online polacco

Secondo il rapporto “Ecommerce in Poland” di Gemius, ben il 77% degli utenti Internet polacchi ha effettuato almeno un acquisto online nel 2021. Il risultato è 4 punti percentuali in più rispetto all’anno precedente. A dicembre 2021, secondo uno studio di Mediapanel, il numero di utenti Internet in Polonia era di 29,7 milioni, il che significa che meno di 23 milioni di persone hanno beneficiato del mercato dell’e-commerce nel nostro Paese.
Il rapporto Gemius mostra gli interessi delle donne nel mercato dell’e-commerce. Secondo i dati forniti, il 53% delle persone che utilizzano questo mercato sono donne. Il mercato dell’e-commerce è dominato da persone di età compresa tra 35 e 49 anni. Costituiscono il 34 per cento delle persone. È interessante notare che il secondo gruppo più numeroso è costituito dagli utenti di Internet di età superiore ai 50 anni, che rappresentano il 28%. Gli acquirenti online sono per lo più ben istruiti (41% altamente istruiti) e residenti in grandi città con una popolazione di oltre mezzo milione.

Previsioni per il mercato dell’e-commerce in Polonia e nel mondo

Secondo il sito Web eMarketer, nel 2021 le vendite nel mercato globale dell’e-commerce saranno di 4.921 trilioni di dollari, in aumento del 16,8% rispetto ai dati del 2020. Nel 2023 dovrebbe essere di 6.169 trilioni di dollari e nel 2025 il mercato salirà a 7.385 trilioni di dollari.

Secondo le ultime previsioni, le vendite online sono leggermente rallentate dal primo picco dell’epidemia di Covid-19.

• Nel 2021-2023 la dinamica di crescita rimarrà a doppia cifra e nel 2021 sarà del 16,8%.
• 12,7 per cento nel 2022
• e 11,2 per cento nel 2023.

Cresce anche la quota del mercato dell’e-commerce sul totale delle vendite mondiali.

• Nel 2020 era del 17,8% e nel 2021, secondo le previsioni, del 19,6%.
• Nei prossimi anni, la quota supererà il 20% ed entro il 2025 rappresenterà quasi un quarto delle vendite al dettaglio globali (24,5%).

La Cina giocherà un ruolo di primo piano nel ruolo dell’e-commerce nelle vendite online,

• dove è già del 50 per cento nel 2022.
• Nel 2025 sarà del 56,8%.

Gli esperti di eMarketer giustificano la previsione ottimistica nel mercato dell’e-commerce che la pandemia di coronavirus continuerà in tutto il mondo e che questo evento globale ha parzialmente modificato i modelli di consumo.
In Polonia, anche il mercato dell’e-commerce continua a crescere fortemente. Gli esperti di Digital Market Outlook prevedono che nel 2025 il valore del mercato dell’e-commerce polacco raggiungerà i 20,2 miliardi di dollari. D’altra parte, secondo fonti polacche, circa 150-170 miliardi di zloty.

Il COVID-19 sta cambiando l’immagine del mercato dell’e-commerce

Nel suo rapporto “E-Commerce in Poland”, Gemius ha anche sollevato la questione del possibile impatto dell’epidemia sul comportamento dei consumatori. Secondo il sondaggio, il 33% degli intervistati afferma di acquistare di più online e il 30% acquista di più online. Le risposte hanno anche indicato che gli utenti acquistano prodotti online da categorie che non hanno ancora acquistato online o menzionano prodotti i cui acquisti sono stati completamente spostati su Internet.

I motivi più comuni per cui i consumatori acquistano online sono:
– disponibilità continua delle merci indipendentemente dalla situazione pandemica
– velocità di acquisto
– prezzi più bassi
– maggiore sicurezza
– convenienza grazie al telelavoro

Scarica eBook Rapporto sull’e-commerce 2022

Negozio online

68847_download-report.png

Cosa compriamo più spesso nel negozio online?

Secondo il sito web ecommercenews, solo nel 2020, sul mercato polacco dell’e-commerce sono apparsi ben 11.000 nuovi e-shop. D’altra parte, il sito web di Statistiche afferma che ci sono 258.000 transazioni di questo tipo sul mercato polacco. La stessa fonte dice anche che nel 2021 sono stati creati ben 51.000 nuovi negozi online.

In cosa spendiamo di più?

• Gli ultimi dati Gemius sui costi dell’e-commerce sembrano confermare un trend che va avanti da anni. Ogni mese spendiamo di più in abbigliamento e accessori: sono quasi 200 PLN al mese.
• Nella stessa categoria rientrano anche le calzature, per le quali spendiamo ancora di più (201 PLN al mese).
• Si tratta di più della spesa per l’e-commerce, che è peggiorata rispetto al sondaggio precedente (188 PLN al mese).
• I principali gruppi di prodotti includono anche prodotti per bambini, cosmetici e profumi e prodotti farmaceutici.

Lo studio elenca anche i costi elevati per elettrodomestici/elettronica, dispositivi mobili ed elementi di interior design. Tuttavia, la spesa in queste categorie viene rivista ogni sei mesi.

Il barometro dell’e-commerce del Gruppo DPD risponde alla domanda sui prodotti più apprezzati per i dati europei. Secondo lui …
In Europa, acquistiamo principalmente online:

– abbigliamento – 48%
– libri – 43%
– calzature – 40%

Gruppi di prodotti con potenziale di crescita nell’e-commerce

Secondo il rapporto del Gruppo DPD, il maggiore potenziale di crescita nei prossimi anni risiede nel segmento dell’arredamento per la casa e in quello dell’abbigliamento, dove già il 20 per cento delle transazioni avviene online. Meritano attenzione anche i prodotti RTV, i cosmetici, i DVD, i giochi e i giocattoli.
Lo studio mostra anche le specificità dei singoli paesi. Rispetto all’Europa, il segmento dei ricambi auto si distingue in Polonia, il cibo nel Regno Unito e gli articoli sportivi in ​​Austria.

Secondo un rapporto del Gruppo DPD, la quota degli acquisti online sul totale delle vendite al dettaglio in Polonia è in media di 6 punti percentuali superiore alla media del mercato europeo.

Secondo uno studio del gruppo DPD, le categorie di prodotti più popolari in Polonia sono:
– abbigliamento – 48%
– calzature – 47%
– cosmetici – 45%

Per quanto riguarda l’abbigliamento, va notato che più giovane è la generazione, maggiore è la percentuale di persone che acquistano abbigliamento in questo modo. Per i cosiddetti Millennials è già del 59 per cento.

Leave a Comment