La CSR attira i clienti. La responsabilità sociale d’impresa si applica anche al mercato dell’e-commerce

computer, laptop, donna, foto: pexels, pixabay

Secondo il rapporto della Camera di commercio elettronico “Responsible e-Commerce”, il primo studio polacco sulla responsabilità sociale e l’etica dell’e-business, più della metà dei consumatori elettronici valuta se un determinato venditore sia un’azienda socialmente responsabile e operi secondo i principi dello sviluppo sostenibile. È più probabile che i consumatori elettronici acquistino da un negozio online che riduce al minimo il suo impatto negativo sulla natura. Ben il 71% dei polacchi che acquista online afferma di considerare se il pacco che riceve è confezionato in modo ecologico e il 49% pagherebbe un extra per una soluzione del genere. Gli intervistati concordano sul fatto che la CSR sia ora “obbligatoria” per le aziende se vogliono essere competitive sul mercato (punteggio 4,12 su una scala da 1-6). Vale quindi la pena che le aziende investano nel rispetto dell’ambiente.

I dati presentati provengono dal rapporto dell’e-Chamber “Responsible E-Commerce”, prodotto in un momento importante per l’e-commerce. Per quanto riguarda la responsabilità sociale d’impresa e l’etica dell’e-commerce, mostra chiaramente che l’e-commerce o il mercato è importante affinché i consumatori elettronici siano socialmente responsabili e sostenibili.

– Gli e-consumatori polacchi ritengono che l’approccio consapevole dell’e-commerce polacco all’e-business responsabile darà agli e-imprenditori un enorme vantaggio nell’arena internazionale nella creazione di e-commerce transfrontalieri ed esportazioni online – Patrycja Sass-Staniszewska, CEO della Camera di E-Economia.

Benefici per il pianeta e l’immagine

La partecipazione di un e-business alla responsabilità sociale d’impresa ha un effetto positivo sulla sua immagine, affermano tre consumatori online su quattro. Inoltre, quasi la metà degli acquirenti online (48%) ritiene che la propria immagine sia influenzata positivamente dal fatto che un determinato negozio online venda prodotti certificati e il 49% delle persone è più positivo sui marchi che li rendono disponibili e partecipano ai social media. rapporti.

Ben il 68% degli intervistati ha affermato che il mercato dell’e-commerce polacco è più responsabile e lo ha valutato più in alto rispetto al mercato non UE. Oltre alla convergenza delle consegne, ciò può includere la trasparenza e l’impegno sociale delle società di e-commerce.

I consumatori elettronici apprezzano informazioni accurate sulle politiche di restituzione (52%) e sul processo di reclamo (50%). La metà dei consumatori ritiene che i resi di beni acquistati online abbiano un impatto negativo sull’ambiente.

– Un’indagine separata tra venditori e consumatori ha rivelato differenze nella loro conoscenza della responsabilità sociale d’impresa. Le pratiche di CSR messe in atto dall’e-commerce spesso non vengono notate dai clienti che non hanno ancora familiarità con questi meccanismi. Il rapporto identifica accuratamente le aree in cui si verifica questo problema e su cui vale la pena lavorare – commenta Jacek Kinecki, CCO Przelewy24

Un sondaggio “E-commerce responsabile” mostra che le persone che acquistano online apprezzano le informazioni trasparenti sui prodotti. Si basa su informazioni dettagliate sull’origine dell’articolo, la sua composizione, il metodo di consegna e, soprattutto, se l’intero processo di produzione e confezionamento non influisca negativamente sull’ambiente naturale.

Un negozio online responsabile attira il cliente

Quando analizziamo passo dopo passo il percorso dell’e-consumer nella scelta di un e-commerce, scopriamo che soprattutto presta attenzione al prezzo e sceglie quello più basso. Senza eccezioni, il 55% degli acquirenti controlla il prezzo quando sceglie un negozio online. Seleziona quindi tra i negozi più economici quelli con prodotti di qualità superiore e marchi riconoscibili. La sua attenzione è anche attirata dal fatto che il venditore svolge la sua attività in modo ecologico e che i suoi prodotti sono certificati. Anche una politica di restituzione e una procedura di reclamo trasparenti sono un fattore aggiuntivo in questo senso, incoraggiando i consumatori elettronici.

Sulla base delle informazioni di cui sopra, possiamo trarre conclusioni preziose che sono utili nello sviluppo dell’e-commerce. È buona norma rendere visibili ai clienti sul sito e-commerce informazioni preziose come ingredienti, certificati e origine dei prodotti, condizioni di reso e restituzione, informazioni complete sulle consegne e informazioni sulle iniziative sociali in cui il marchio è coinvolto . Senza queste informazioni, i consumatori elettronici potrebbero non prendere una decisione di acquisto per un particolare negozio online.

Scarica una versione pdf del Rapporto Ecommerce 2021

Rapporto sull'e-commerce

68847_download-report.png

Leave a Comment