I genitori hanno iniziato a educare i loro figli. L’istruzione domiciliare batte i record

In precedenza allevamento a sacco era così interessato all’anno La riforma di Anna Zalewska scuole superiori chiuse. Ora un altro record può essere battuto.

L’interesse è almeno il doppio di quello degli anni precedenti. L’anno scorso abbiamo avuto 100 bambini in homeschooling, quest’anno più di 200 – Elenca Anna Zakrzewska, Direttore della scuola primaria privata e della scuola superiore privata – Centrum Edukacyjne. Poiché è stato rimosso il requisito per una dichiarazione di consulenza psicologica e pedagogica, i telefoni hanno squillato. – Da agosto ne vado a prendere diverse dozzine al giorno – dice Zakrzewska.

Direttore delle Scuole Benedetto non pubbliche Krzysztof Kacuga conferma questa tendenza. – Qualche anno fa avevamo 400 studenti, quest’anno possiamo arrivare a 800. Sempre di più si iscrivono – dice. E ammette che molte persone ora, a poche settimane dall’inizio dell’anno scolastico, decidono di cambiare il modo in cui viene insegnato ai propri figli. – Quando parliamo con loro, dicono apertamente che hanno paura perché, ad esempio, il loro bambino ha poca resistenza, malattie croniche e non è adatto per la scuola di massa oggi. – spiega Kacuga.

A Varsavia, Ursynów, nel corso dell’anno è aumentato il numero di domande di permesso per la scuola a domicilio pandemia circa 20% – Ho trasferito tre bambini a un modello del genere – dice uno degli abitanti di Ursynów. – La scuola tradizionale non è pronta per la didattica a distanza. E così i genitori sono stati trasferiti da noi per insegnare ai bambini, quindi volevo che fosse fatto “on” – dice. E aggiunge che questa è una soluzione temporanea fino alla fine della pandemia.

In una delle scuole superiori di Varsavia, una studentessa ha deciso di sostenere un esame di maturità quest’anno. Molto spesso, tuttavia, questa forma di istruzione è decisa dai genitori dei bambini delle scuole primarie. Aleksandra Czechowska La Montesorri Christian School di Danzica afferma che i bambini delle classi 4-8 fanno domanda principalmente per l’istruzione a casa. L’anno scorso c’erano 280 studenti di questo tipo, quest’anno ce ne sono più di 380.

Come ammette Zakrzewska, molte persone vogliono registrare un bambino allevamento a sacco tre o quattro mesi fino a quando non sarà chiaro cosa fare dopo la pandemia. – In tali situazioni, lo sconsigliamo, poiché non può essere una decisione temporanea oa breve termine – spiega l’istruttore.

Sostiene che tale formazione non può essere un modo per aspettarsi una pandemia a casa. Gli studenti devono superare gli esami di collocamento. Questo prova anche per i genitori – se il bambino fallisce, torna a scuola.

Mariusz bambinoIl presidente dell’Associazione Educazione Familiare rileva che il cambiamento nello stile di insegnamento è dovuto al fatto che negli ultimi mesi alcuni genitori hanno dovuto essere maggiormente coinvolti nell’educazione dei propri figli. E sentiva per sé quanto fossero turbati dal bisogno di arrendersi a malapena all’ora. Soprattutto quando ci sono più bambini in famiglia, come un computer. I genitori hanno scoperto che il sistema li infastidiva invece di aiutarli. E che fanno meglio da soli.

È tecnicamente semplice: basta iscriversi a scuola scuola a domicilio. Il regista lo esamina. I genitori sottoscrivono l’impegno che il bambino sosterrà gli esami per verificare se ha imparato il curriculum di base e consegneranno anche gli attestati dei voti precedenti.

In molte scuole i genitori non devono pagare a questa forma di apprendimento. Né pagano per l’uso della piattaforma di formazione o dei materiali didattici stessi. Tutto è coperto da supporto.

Sosteniamo in situazioni problematiche, consigliamo, ma questi non sono incontri regolari. Non sono quindi necessarie ore extra per l’insegnante. Abbiamo bisogno di un evento di prova, ma sarà anche coperto con il supporto – dice Marta Poruszek, coordinatore dell’istruzione a domicilio in una scuola primaria privata con unità bilingue n. Fondazione della scuola Jan Gutenberg a Varsavia. In pratica, i genitori ricevono un curriculum di base e un elenco di requisiti all’inizio dell’anno scolastico. Sa cosa fare e dove ritenerlo responsabile.

La nostra scuola inizierà quest’anno l’homeschooling. Questo è uno degli effetti del grande interesse dei genitori – aggiunge Poruszek.

Tuttavia, alcuni esperti mettono in guardia contro questa forma di insegnamento. Małgorzata Orłowska, Direttore della Scuola Primaria Sociale. Emanuela Bułhak a Varsavia spiega che i genitori non sostituiscono la scuola o le relazioni con i coetanei.

I bambini hanno fame di altre persone, quindi non ha senso chiuderli ora dopo essere stati a casa per sei mesi. Ci sono più svantaggi che vantaggi. I genitori dovrebbero anche essere consapevoli del peso che stanno sopportando. Hanno abbastanza entusiasmo? Ho diversi bambini che frequentano l’homeschooling e, per quanto posso, consiglio ai miei genitori di non prendere decisioni del genere. – dice Orłowska.

Le statistiche di quest’anno non sono ancora disponibili. Lo saranno, come annuncia GENTILUOMINIa cavallo tra ottobre e novembre.

Ma gli esperti lo stimano ci saranno circa 5mila studenti in homeschooling e sono vicini 16mila Negli anni precedenti, il loro numero variava tra 10,4 mila. fino a 13mila I numeri più alti sono stati dopo la riforma e la demolizione definitiva delle scuole superiori, ovvero 2017/18 – 13.05mila.

Leave a Comment