“Fratellanza delle persone in pericolo”. Azione, avventura, umorismo ed educazione si fondono.

Sembra che un ecologista di fama mondiale abbia trovato una ricetta per questo Filippo CousteauNipote di Jacques Cousteau e Austin Aslan, Creatore dei libri “TURBO Racers”. Il loro lavoro congiunto, serie “Fratellanza delle persone in pericolo”combina l’azione frenetica con l’educazione della natura. E tutto è annaffiato con una grande dose di umorismo intelligente.

La seconda parte, chiamata “Punto di fusione”dove ritornano le eroine conosciute dalla prima parte. Sono animali iperintelligenti: l’orango, il pangolino, l’orso polare e il narvalo, che mirano a prendersi cura dello stato del nostro pianeta e aiutare i rappresentanti delle specie in via di estinzione.

Avventure come un film d’azione

Dotati di strumenti spia di cui James Bond non si vergognerebbe, Wan, Nuk, Arief e Murdock possono aggirare i sistemi IT più severi del mondo e sono abili nelle arti marziali. Non hanno paura di affrontare gli avversari, inclusi umani e animali. Quest’ultimo, per ragioni sconosciute, inizia anche a essere caratterizzato da un’elevata intelligence e alcuni di loro hanno piani che possono tranquillamente essere definiti terroristi.

Giungle tropicali, acque artiche, grotte, pendii vulcanici attivi e una fabbrica di abbigliamento che non soddisfa gli standard di produzione: la Fratellanza del Pericolo è ovunque dove la natura ha bisogno di aiuto.

Le descrizioni delle loro attività operative sono scene d’azione già pronte! Ogni secondo conta, il pericolo si nasconde dietro ogni angolo e ogni errore può costarti molto.

– Mar! Wan gridò e guardò con orrore mentre l’albatro rotolava giù dalla sua planata direttamente nel mare di fuoco sottostante. Allungò rapidamente la zampa verso il grilletto a ventosa, che era ancora appeso sotto il carrello, ma non poteva raggiungerlo. Non aveva tempo, Mar stava cadendo. Senza pensarci troppo, lo seguì. E salì nell’abisso.

Tuttavia, mirò perfettamente perché colpì con tutte le sue forze il corpo inerte del grande uccello e lo afferrò, poi lo fece girare, si arrampicò sul dorso e spiegò le ali.

Austin Aslan, Philippe Cousteau “Fratellanza del pericolo. Punto di fusione”

Libri che interessano ai bambini

Il mondo in cui operano gli eroi dei romanzi è un mondo di nuove tecnologie che affascina molti bambini. Ma i creatori della serie sono fantastici anche nella realtà non virtuale di oggi. I giovani lettori troveranno nel contenuto moltissimi riferimenti alla cultura pop contemporanea. E molto umorismo, che trasuda in particolare Murdock Narvala, un amante dei buoni film e dei giochi per computer che coglie sempre l’occasione per fare riferimento ai testi del suo film o della sua canzone preferita. Questo fa leggere il tutto con leggerezza e con un sorriso. Gli animali si mangiano a vicenda (con compassione, ovviamente!) Ottieni la natura umana.

Quando finalmente arrivarono al campo di atterraggio, Nukilik si fermò bruscamente. Murdock giaceva sulla riva con grandi rocce levigate come… be’… come una balena sbarcata. La sua coda era a una decina di metri dall’acqua, il suo raggio era intrappolato tra due massi più piccoli in modo che la testa del narvalo si inclinasse di uno strano angolo e non poteva vedere chi si stava avvicinando.

“Spero davvero che questi siano i passi di un orso polare, un pangolino e un orango”, disse con voce dolorosa. “Non qualcuno del National Geographic.”

– Che cosa sta succedendo? chiese Wangari. “Non stai cercando di trasformarti in un animale terrestre?”

Austin Aslan, Philippe Cousteau “Fratellanza del pericolo. Punto di fusione”

Una storia di amicizia e collaborazione

Vale la pena notare che ognuno di loro è diverso, hanno abilità e limiti diversi a causa della loro natura. Narval è difficile da navigare sulla terraferma. Gli oranghi sono a disagio con il gelato di mezzanotte. Un orso polare che entra in una grotta riscaldata dalla lava vulcanica va contro la sua natura. Quindi gli animali si prendono cura del benessere dei loro amici, sostenendosi e completandosi a vicenda. Si trattano con rispetto e creano comprensione tra le specie. Senza la cooperazione, la loro missione fallirebbe.

L’orango tese la mano e raschiò con cura una manciata di lanugine bianca. Non riusciva a controllare la risatina nervosa. All’inizio, la neve non era così fredda, solo pesante e bagnata. Arief se lo strinse in mano. Poi all’improvviso sentì i brividi. Lanciò quel denso pezzo di neve contro Wangari, e quando la palla di neve urtò contro la schiena squamosa del suo amico, scoppiò di nuovo a ridere.

Austin Aslan, Philippe Cousteau “Fratellanza del pericolo. Punto di fusione”

Educazione ambientale al suo meglio

Ma “Fratellanza delle persone in pericolo” è anche un romanzo che attira l’attenzione su problemi importanti nel mondo moderno. Dopotutto, l’intera attività ruota attorno alla protezione della fauna selvatica. Nel testo sono state introdotte di nascosto molte informazioni e interessi sulle specie animali in via di estinzione e sulle attività umane distruttive. Alla fine del libro, i bambini troveranno anche i fatti più importanti sugli animali del romanzo. Va sottolineato che chi è a rischio vede che la realtà non è in bianco e nero, ma che le persone che fanno il male spesso hanno buone intenzioni. E che dovremmo cercare soluzioni che proteggano sia gli interessi umani che i bisogni della fauna selvatica. “Fratellanza delle persone in pericolo” dice molto sullo stato del mondo moderno e provoca riflessione.

Anche quando le persone cercavano di agire in modo responsabile – e doveva ammettere che a volte lo faceva – i loro sforzi erano spesso troppo modesti o fallivano a causa di altre persone. Arief capì perché i locali usassero la terra in un modo e non in un altro, principalmente perché i rappresentanti dell’Homo sapiens semplicemente non volevano condividerla con gli altri. La gente del posto aveva famiglie di cui nutrirsi e spesso la loro unica opzione era fare del proprio meglio per sopravvivere, anche se si rendevano conto di quanto grave sarebbe stato l’impatto ambientale delle loro azioni in futuro.

Austin Aslan, Philippe Cousteau “La confraternita del pericolo. Punto di fusione”

Nella seconda parte, impariamo di più su un’organizzazione che cerca di sventare i piani dei protagonisti. Tuttavia, le identità dei suoi membri rimangono sconosciute ai protagonisti. Vedremo il match decisivo nella prossima parte? Una cosa è certa. I giovani lettori li aspettano con impazienza.

Leggi un estratto dal libro:

Fratellanza delle persone in pericolo

Issuu è una piattaforma di pubblicazione digitale che semplifica la pubblicazione di riviste, cataloghi, giornali, libri e altro ancora online. Condividi facilmente le tue pubblicazioni e mostrale a milioni di lettori mensili su Issuu.

Libro “Fratellanza delle persone in pericolo” è ora in vendita.

Articolo sponsorizzato.

Leave a Comment