Come creare progetti di mercato premium che soddisfino tutti?

Architetto, sviluppatore e acquirente: tre prospettive.

Gli architetti apprezzano i progetti più ambiziosi che li fanno sentire responsabili di come gli spazi che creano influenzano le città e i loro residenti. Per i loro clienti diretti – i loro sviluppatori – sono importanti anche il contesto aziendale e il ritorno sull’investimento. I futuri utenti dello spazio, ovvero gli acquirenti, vogliono godersi i luoghi in cui vivono, lavorano e riposano. Raramente sono a conoscenza di quali trattamenti hanno influenzato questa situazione. Come si possono conciliare efficacemente questi tre interessi in modo che i progetti abitativi siano soddisfacenti per tutte le parti? Risponde a questa domanda Michał Ścieszka insieme a Studio Roark.

L’occhio dell’architetto

La professione di architetto si unisce al senso di responsabilità per il futuro della città. Comprendiamo che gli edifici che si basano sui nostri piani sono sostenibili e ci serviranno per le generazioni a venire. La città è un tessuto vivo, in costante rinnovamento – quindi vogliamo crearlo secondo il ritmo, influenzare sinceramente la vita delle persone che ci vivono, rendere la loro vita quotidiana più confortevole ed estetica. Non va dimenticato che il “destinatario” di un determinato progetto non è solo il suo effettivo fruitore e cliente finale, ma anche i cittadini, i turisti, le persone che vedono questo oggetto dalle loro finestre o passano nei loro spostamenti quotidiani. Il benessere delle persone che vivono in un determinato territorio dipende da una serie di fattori, molti dei quali sono di competenza di progettisti e progettisti. Il nostro lavoro dovrebbe basarsi principalmente su un’osservazione attenta, sull’ascolto e sulla ricerca dei bisogni delle persone. La comunità del design ha anche una responsabilità per l’ambiente.

Nel design, vogliamo lasciare un segno prezioso e allo stesso tempo ci sforziamo di essere uno studio che porta costantemente qualcosa di nuovo sul mercato. L’obiettivo di ogni buon architetto è creare progetti che siano immagine di cambiamento e segno di miglioramento continuo. Siamo ansiosi di affrontare nuove sfide: investimenti e soluzioni progettuali insolite, difficili e impegnative, perché crediamo che la creatività sia in gran parte dovuta ai vincoli che dobbiamo affrontare. – spiegare Michał Ścieszka, Studio dell’architetto Roark.

Oltre a questi ambiziosi obiettivi e idee progettuali, lavorare in un team armonioso e solidale è un fattore importante per la soddisfazione personale di ogni architetto. In una squadra di “giocatori di squadra”, il processo di progettazione è divertente e apre un’energia completamente diversa rispetto al lavoro da soli. Un’atmosfera sana e positiva si riflette sempre nella forma finale di un particolare progetto.

Dal punto di vista dello sviluppatore

Per gli investitori, gli obiettivi di business sono una priorità. Dopotutto, è importante che un determinato investimento si distingua in un mercato esigente e che gli appartamenti siano di interesse per il gruppo target del mercato premium. Aiuta a creare una storia – un’idea originale che si adatta proprio a questo l’unica proprietà. Come designer, il nostro compito è raccontare questa storia – prima insieme all’investitore, nella fase di progettazione del concept immobiliare e poi ai futuri residenti – attraverso l’implementazione e come crea un insieme coeso con l’idea di design originale, spiega Michał Ścieszka.

La situazione desiderata è quando l’investitore e lo studio di architettura hanno una sensibilità simile all’estetica o alle esigenze dei futuri residenti di una particolare proprietà. Tuttavia, oltre al lato “più romantico” del processo di progettazione, la dimensione difficile della collaborazione è molto importante dal punto di vista dello sviluppatore. Competenze come l’efficienza del processo di progettazione, la tempestività e la qualità del lavoro e dei materiali consegnati portano soddisfazione.

A questo punto, vale la pena ricordare quanto sia importante per l’investitore essere consapevole che la qualità della documentazione progettuale dipende dall’esperienza e dal coinvolgimento temporaneo del team di progettazione. Per questo motivo, i costi dei progetti di mercato di fascia alta sono superiori ai costi degli edifici di livello inferiore. – dice Michał Ścieszka.

Come unire figure urbane apparentemente opposte e creare un luogo diverso da tutti gli altri? Ad esempio, è stata utilizzata una pianta simile a un ingresso: è stata utilizzata la sua pianta, ma le soluzioni sono state ridimensionate all’intero presupposto. L’Atrium Oliva è una combinazione del carattere urbano metropolitano al confine tra il palazzo e i suoi dintorni, nonché un luogo intimo e tranquillo dove fare una pausa all’interno del complesso. Progetto RoarkStudio sull’Atrium Oliwia a Danzica.

Esigenze dell’acquirente

I potenziali acquirenti di case scelgono consapevolmente investimenti in cui la cura del design non finisce in cubature e interni attraenti, ma viene prestata molta attenzione alla creazione di spazi sani e attraenti “tra gli edifici” che promuovono l’interazione sociale tra i residenti. A nostro avviso, il termine “sano” in questo caso copre la dimensione fisica, mentale, sociale e spirituale, ovvero il benessere. Aiuterà a creare spazi in cui “vuoi vivere e vivere” neuroarchitettura – una disciplina relativamente nuova basata sull’identificazione dei bisogni degli utenti degli edifici pianificati. Ha lo scopo di conoscere la persona che è al centro del lavoro dell’architetto. È impossibile progettare edifici, quartieri o città sani senza comprendere quali decisioni progettuali hanno un impatto positivo sul benessere dei residenti.

Il mercato immobiliare è stato fortemente influenzato dalla pandemia e dai relativi cambiamenti nel mercato del lavoro, nonché dall’enfasi sui bisogni abitativi. Tuttavia, devi essere consapevole del fatto che i bisogni delle persone cambiano costantemente, proprio come il mondo che ci circonda è in continua evoluzione. In caso di emergenza, si presenta più chiaramente. Come studio di progettazione, il nostro obiettivo è osservare questi cambiamenti, pianificare con attenzione e sfruttare la capacità di comprendere i bisogni delle persone a cui l’architettura è destinata. – ha spiegato Michał Ścieszka.

Per progettare uno spazio urbano che soddisfi le sfide di oggi e le aspettative dei residenti, è necessario utilizzare moderni strumenti informatici. Le industrie dell’architettura e delle costruzioni sono ancora in ritardo rispetto ad altri settori dell’economia nell’uso delle nuove tecnologie. Allo stesso tempo, sappiamo per esperienza che molti problemi possono essere risolti in fase di progettazione attraverso simulazioni e analisi innovative. Roark Studio, insieme alla società di architettura e tecnologia Designbotic, svolge attività di ricerca e sviluppo, quali:

  • uno studio sugli effetti della pubblicità su larga scala sulla ricezione urbana con uno strumento di eye-tracking,
  • esplorare il potenziale dell’elettroencefalografia (EEG) nel processo di progettazione; o
  • creazione di strumenti a supporto del processo di progettazione con algoritmi di intelligenza artificiale.

– È possibile conciliare tre diverse prospettive nel processo di progettazione: i progettisti, l’investitore e il cliente finale? Da una prospettiva a livello di studio, la chiave è concentrare il lavoro del team sull’identificazione e quindi sulla risposta alle esigenze dei residenti e dei clienti diretti. È importante che lo studio di design si prenda cura della qualità del posto di lavoro e crei un’atmosfera di creatività. Ci piace lavorare con persone che vogliono svilupparsi e vogliono lavorare come una squadra, il che non è evidente nella nostra professione, spesso piuttosto individuale – ha spiegato Michał Ścieszka.


Roark Studio – Studio di architettura fondato nel 2015 a Sopot e gestito da Jakub Bladowski. I clienti di Roark Studio sono i maggiori sviluppatori e investitori di Tricity. La progettazione di città sane, l’applicazione della tecnologia moderna e la rivitalizzazione degli edifici postindustriali: questi sono gli interessi principali del team di Roark Studio. L’azienda dispone anche di un team di interior design.
Fin dall’inizio, la missione dell’azienda è stata quella di creare progetti le cui vendite soddisfino tutte le parti: studi, sviluppatori e acquirenti. L’azienda impiega un team di 32 persone che combinano abilmente buone pratiche con una prospettiva innovativa e fresca.
L’attaccamento alla qualità in ogni fase del processo di progettazione ha dato i suoi frutti: i progetti di Roark Studio vengono premiati molte volte. Il team dello studio ha anche vinto 13 competizioni.

Fonte: KRN.pl | 14/02/2022

Questo articolo è stato interessante per te?

Sei interessato all’articolo? Provaci!

torna all’elenco degli articoli

Leave a Comment