Nikola Tesla: un genio, un visionario o un viaggiatore del tempo?

Da Venere alla Jugoslavia

La “Interplanetary Sessions Newsletter” dell’FBI del 1957 contiene un paragrafo in cui si afferma che l’ingegnere e scienziato di livello mondiale Nikola Tesla è venuto sulla Terra … da un altro pianeta.

I colleghi di Tesla erano in stretto contatto con gli alieni, che li visitarono più volte e affermarono che lo scienziato proveniva da Venere, da dove lui e i suoi genitori furono trasferiti in Jugoslavia nel 1856.

Gli ufologi si chiedono se le invenzioni di Tesla fossero tecniche comuni usate dalle creature che abitavano Venere. Qual era il loro scopo nel metterci a disposizione i loro risultati? Le creature spaziali vivono tra noi?

Tesla – un uomo con molti talenti

Quando nacque il piccolo Nikola, il mondo lo accolse con un temporale e sua madre definì il bambino un “figlio della luce”. Suo padre era un pop e sua madre, sebbene non avesse un’istruzione, era molto intelligente. Tesla ha più volte sottolineato di aver ereditato da lui i suoi talenti.

Suo padre voleva che suo figlio seguisse le sue orme, ma quando il ragazzo si ammalò gravemente di colera, promise di mandarlo alla migliore scuola tecnica non appena si fosse ripreso. Nikola ha studiato in Austria e nella Repubblica Ceca, ha lavorato in Ungheria e Francia e ha trascorso la maggior parte della sua vita negli Stati Uniti.

Lo scienziato ha vissuto in diversi hotel a Manhattan. Insieme, è stato rimosso perché non ha pagato regolarmente il suo soggiorno. Inoltre, gli ospiti dell’hotel si sono lamentati del fatto che i piccioni da lui nutriti hanno contaminato e distrutto l’edificio. Al culmine della sua carriera, ha trascorso la notte al Wardorlf Astoria, l’hotel più grande del mondo.

Il brillante scienziato era ossessionato dalle perle, dal numero tre, dagli oggetti rotondi e dai capelli che si toccavano. Soffriva di disturbo ossessivo-compulsivo e aveva una paura morbosa dei batteri. Prima di un pasto al ristorante, puliva le posate con 18 tovaglioli.

Non si sposò mai, anche se apprezzava molto le donne e si comportava bene con loro. Non era estroverso e la sua ristretta cerchia di amici e colleghi lo descrive come un uomo gentile, umile, onesto e generoso.

Non dormiva mai più di due ore al giorno. Durante i suoi studi a Graz, era dedito al gioco di scacchi, biliardo e carte da gioco, a volte per 48 ore senza interruzione. Poteva lavorare 84 ore senza riposo.

Aveva una memoria fotografica e ricordava interi libri. Parlava otto lingue. Ha creato la sua invenzione e il suo progetto nella sua testa, non ha fatto schizzi su carta ma li ha scritti.

Il musicista David Bowie ha recitato in “Prestige” di Christopher Nolan di Tesla.

L’ingegnoso inventore è stato anche protagonista del film “Nikola” diretto dal talentuoso attore polacco Tomasz Kot Anand Tucker. Purtroppo, a causa della pandemia, la produzione è stata posticipata a un futuro indefinito.

Tesla – l’inventore di questo mondo

Tesla è senza dubbio uno dei più grandi scienziati di tutti i tempi, brevettando quasi 300 invenzioni. Ha studiato ingegneria e fisica e ha tenuto lezioni agli studenti, sebbene non abbia ricevuto ufficialmente una laurea da nessuna università. Fu chiamato il “signore dei fulmini”. Creatore del trasformatore risonante, sognava di trasmettere elettricità su lunghe distanze ed è stato uno dei pionieri della radiologia. Grazie a lui, abbiamo corrente alternata nelle prese domestiche.

Ha creato diverse dozzine di dispositivi di trasmissione e ricezione per il suo laboratorio. Ha affermato di aver raccolto segnali da un altro pianeta su uno di essi. Ha costruito un pilota che controllava il movimento di un aereo che cammina, galleggia e vola. Il primo era dotato di sensori e così nacque il primo robot mobile al mondo.

Tesla ha anche lavorato su una macchina del tempo, un progetto di armi per rilevare e distruggere gli aerei nemici, un sottomarino elettrico e un aereo gravitazionale.

Credeva che tutti dovessero avere un accesso universale e gratuito all’energia e che la sua trasmissione wireless fosse possibile. Ha ammesso di essere riuscito una volta a inviare elettricità in tutto il mondo.

Uno scienziato serbo è stato in grado di “misurare” oggetti con una precisione millimetrica. Stava lavorando su una fotocamera in grado di registrare pensieri e un sistema in grado di inviare messaggi da remoto (ora Internet) e parlare mentre vede un’altra persona (lo smartphone di oggi).

Si dice che il governo degli Stati Uniti abbia bloccato alcuni dei suoi progetti e documenti etichettati come “questioni amministrative” sono misteriosamente scomparsi dopo la sua morte nel 1943.

Leave a Comment