Karolina Szczepaniak-Batory di RS Component sulla pandemia e lo sviluppo aziendale – forbeswomen

FORBES WOMEN: Il tempo della pandemia è un momento di sfide senza precedenti per le aziende. Come ha fatto RS Components a sopravvivere a questo periodo difficile?

Karolina Szczepaniak-Batory: L’inizio della pandemia e il cosiddetto Il lockdown di marzo 2020 è stata una grande sfida per tante aziende e anche per noi. Tuttavia, ci siamo adattati rapidamente alla nuova situazione, poiché l’e-commerce ha sempre rappresentato una quota importante del fatturato della nostra azienda. Il terremoto iniziale è stato più dovuto ai timori dei clienti e all’imprevedibilità in futuro.

I dipendenti hanno spostato il loro ufficio al telelavoro?

– Siamo passati a questo lavoro molto rapidamente. Abbiamo fornito ai dipendenti le attrezzature necessarie. E abbiamo fatto tutto il possibile per farli sentire al sicuro in questa situazione insolita. Ovviamente non è andata senza piccoli problemi. Non tutti erano entusiasti di lavorare da casa. Ci sono state alcune distrazioni nella squadra. Inoltre, dal punto di vista del datore di lavoro, svolgere compiti solo online è stata una bella sfida. Soprattutto quando abbiamo un’attività molto dinamica in cui la rotazione delle merci avviene 24 ore su 24. Ma sono convinto che faremo del nostro meglio in questo compito. Attualmente abbiamo un modello di lavoro ibrido. È sicuro, ma offre anche l’opportunità di incontri faccia a faccia. E questo ha un valore inestimabile. Non ci limitiamo a quattro mura, ma i problemi possono essere indirizzati direttamente ad un’altra.

L’azienda può considerare positivo anche l’inizio della pandemia in termini di risultati di vendita?

– Ovviamente. Durante la pandemia, il fatturato dell’azienda è aumentato. Si è scoperto che il nostro modello di business ha avuto successo in un momento difficile. L’industria non si è fermata, è stata addirittura tutelata perché era una sorta di cuscinetto per l’economia. Si è anche scoperto che abbiamo una forte domanda di tutte le soluzioni online per il business, che è stata la base di RS per molto tempo. Quella era la nostra forza. Vale la pena ricordare che quando abbiamo iniziato una dozzina di anni fa, l’e-commerce in Polonia era piuttosto scettico. Le soluzioni di e-commerce e di e-commerce rappresentano attualmente il 70% delle nostre entrate.

La tua carriera in RS Components è semplicemente esemplare. Saranno passati presto 10 anni da quando sei entrato in questa azienda…. Come è nato?

– Una piccola coincidenza. Dopo aver studiato economia a Poznań, mi sono trasferita nel Regno Unito principalmente per studiare la lingua. Ho vissuto lì per 12 anni e ho lavorato per diverse aziende.. Ma non potevo immaginare di vivere a Londra in modo permanente. Dopo aver messo su famiglia, io e mio marito abbiamo deciso di tornare in Polonia. Eravamo convinti che il nostro Paese fosse cambiato abbastanza da offrire opportunità di sviluppo e implementazione professionale. Ho ricevuto un’offerta di lavoro da RS Components come specialista del servizio clienti. Sono stato il primo dipendente di questo dipartimento in azienda. Dopo pochi mesi sono diventato capogruppo, insieme ad un aumento del numero dei dipendenti. Dopo un po’, ho deciso che mi sarei cimentato nel reparto vendite e ho ricevuto una proposta per guidare il team di vendita. A causa dei cambiamenti nelle strutture dell’azienda, ho assunto entrambe le squadre abbastanza rapidamente. Nel 2017 ho iniziato come CEO e Board Member dell’Est Europa. È un ruolo che mi ricopro ancora oggi.

Come sta una donna in un campo più legato al mondo degli uomini?

– Penso di fare benissimo, anche se non sono un esperto di automazione industriale o elettronica. Ecco alcuni eccellenti ingegneri da cui traggo ispirazione. Tuttavia, la nostra azienda è simile per struttura o processi aziendali a molte altre. E non conta il genere, ma le conoscenze, le competenze e un approccio professionale ai compiti loro affidati. La ricetta del successo è sicuramente la creatività, la capacità di prevedere e costruire diversi scenari di soluzione e la tolleranza allo stress. Mi piace costruire un’azienda e quindi offrire opportunità di sviluppo ai nostri dipendenti. Sono felice di vedere che i dipendenti di RS Components hanno l’ambizione e il desiderio di implementarli. Ma mi sento ancora più soddisfatto quando i miei obiettivi vanno di pari passo con l’impegno, la volontà di imparare e il duro lavoro. Per quanto riguarda le donne e gli uomini nel mondo degli affari, credo nell’armonia e nell’equilibrio. Ci sono fondamentalmente altrettante donne e uomini in posizioni dirigenziali nella nostra azienda. Nei processi di reclutamento, non prestiamo attenzione al genere, ma a ciò che i candidati oi candidati possono aggiungere valore alla nostra organizzazione.

Qual è la forza delle donne?

– Le donne sono certamente dei buoni mediatori. Sono creativi e coraggiosi. A volte mancano semplicemente di fiducia nelle proprie capacità. Vedo tali atteggiamenti. Anch’io ho avuto vari limiti in passato. Probabilmente erano dovute a un modo di educare in cui le donne erano richieste soprattutto alla modestia e alla diligenza. E la modestia non aiuta a conquistare il mondo e ad avere successo. Solo anni dopo sono giunto alla conclusione che questa eccessiva modestia dovrebbe essere superata e lo scopo non è sapere tutto al meglio, ma credere in se stessi. Nel mio caso è stato importante anche il supporto di mio marito, che mi veniva sempre a prendere nei momenti di dubbio. È stato molto utile.

Quali sfide dovrà affrontare RS Components nei prossimi mesi e anni?

– Attualmente siamo in una posizione eccellente per quanto riguarda l’azienda. Il risultato dell’anno scorso ha chiaramente superato le nostre aspettative. Penso che l’offerta sia di oltre 600 mila. I prodotti per quasi tutti i settori – dall’automazione all’elettronica, agli strumenti e alle attrezzature per la salute e la sicurezza sul lavoro – possono soddisfare anche il cliente più esigente, e attualmente ne abbiamo oltre 20.000. Inoltre, abbiamo creato la nostra linea di prodotti RS PRO a marchio. Mirano a ottenere ulteriori risparmi per i nostri clienti quando acquistano i cosiddetti prodotti non critici: attualmente questo tipo di offerta è composto da oltre 60 mila. prodotti della gamma. Siamo anche i fondatori di DesignSpark, una comunità di ingegneri e designer con oltre 750.000 persone. persone. Lì, i partecipanti condividono le loro idee e quindi si aiutano a vicenda a utilizzare efficacemente i prodotti e gli strumenti acquistati da noi. Oppure possono utilizzare il software di progettazione gratuito che forniamo per il loro utilizzo. Quindi possiamo parlare di successo, ma ora abbiamo la sfida principale. Continueremo ad operare per garantire lo sviluppo e l’acquisizione di nuovi clienti. Ci concentriamo anche su altri mercati. Il nostro obiettivo è aumentare la nostra quota nel mercato della distribuzione polacco e in altri paesi dell’Europa centrale.

E le sfide personali?

– Questa è una domanda interessante … Affinché l’armonia tra famiglia e vita lavorativa non vada persa in questo entusiasmante percorso professionale e ci sia tempo per realizzare i sogni familiari comuni, e uno di questi sarebbe viaggiare per il mondo. Penso che ci riusciremo. In sintesi, posso dire che il nostro obiettivo è e sarà sempre quello di fornire ai clienti la migliore offerta e servizio.

Leave a Comment