Cos’è l’homeschooling? Nuovo concetto di interior design

House-Coaching è un nuovo concetto di interior design che è una combinazione di interior design e … life coaching. Aleksandra Tefelska, esperta di interior design presso Decoroom e House-Coach, parla di più dell’idea.

L’uomo cerca sempre di raggiungere un senso di appagamento ed equilibrio nella vita. Per sviluppare appieno il tuo potenziale e le tue capacità, è importante che le condizioni della tua casa siano sicure. La casa dovrebbe anche evocare vibrazioni positive e ispirare l’azione. Questo è il principio alla base dell’idea di House-Coaching.

Cos’è House CoachingTM?

House – Coaching è una combinazione di life coaching e interior design. L’elevata dose di empatia dell’allenatore e un tocco di danese Hygge significano che il design non solo cambia l’aspetto degli interni, ma l’energia dell’intera casa e quindi la qualità della vita dei residenti. House-Coach aiuta le persone a trovare ciò di cui hanno veramente bisogno a un livello più profondo ponendo le domande giuste e utilizzando strumenti di coaching. Perché a volte sentono nostalgia di casa anche se hanno un arredamento simile alla copertina di una rivista?

Ognuno di noi ha probabilmente provato la sensazione che in teoria tutto sia a posto, ma manca qualcosa – l’interno non dice nulla. House-Coaching consiste nel decorare la tua casa in un modo che evochi emozioni positive, evochi bei ricordi e ispiri l’azione. Conoscendo i bisogni e i valori dei membri della famiglia, viene creato un progetto per tenerne conto tutti in modo che si sentano bene e possano diventare una versione migliore di se stessi.

È una nuova tendenza nel design degli interni?

Le tendenze possono essere temporanee e House-Coaching è una soluzione completa. Non si tratta solo di creare interni funzionali e belli, ma anche di sartoria per i residenti e il loro DNA. È un design empatico e deliberato progettato per trasformare le emozioni positive dei residenti in una disposizione spaziale. House-Coach è in grado di vedere e leggere quali sensazioni provano i clienti quando parlano della propria casa: incertezza nella scelta dei colori, dei mobili, degli accessori, paura del fallimento dell’interior design, difficoltà nel conciliare i bisogni di tutti coloro che vivono in un determinato luogo. In una pandemia, quando le case in cui di solito tornavamo solo la sera hanno iniziato a svolgere ruoli multipli, a volte difficili da organizzare allo stesso tempo 24 ore su 24, molte persone si sono rese conto che non potevano essere lì bene, e il punto. è che l’ambiente circostante dovrebbe dare un senso di comfort.

Da dove è nata questa idea e quando?

Il concetto stesso è nato abbastanza di recente. Il suo predecessore è Kirsten Steno, un architetto danese che, dopo 25 anni di design d’interni tradizionale, ha completato un corso di life coaching con Martha Beck nel 2012 e ha deciso di combinare il design con il life coaching. Nello stesso anno fondò l’House-Coaching Institute, sviluppò strumenti e trasferì le sue conoscenze ed esperienze all’anno successivo di adepti.

Su quali valori si basa questa idea?

Kirsten Steno ha creato la piramide del valore, che si ispira alla piramide di Maslow e riflette la gerarchia dei bisogni, dai più elementari ai bisogni di ordine superiore. In House-Coaching, la piramide mostra le funzioni della casa. In fondo c’è la protezione per il corpo, poi un senso di sicurezza, poi gli oggetti amati che danno l’impressione di appartenenza, poi i valori personali e in alto lo sviluppo personale e la tranquillità. La nostra casa è un riflesso di noi stessi e siamo felici e contenti quando i nostri bisogni vengono soddisfatti, a tutti i livelli della piramide.

Qual è la differenza tra il coaching interno e il tipico design degli interni?

Penso che la differenza tra House Coaching e design sia che devi essere pronto per questo processo. Possiamo decorare all’infinito il nostro appartamento, acquistare mobili più sofisticati, ma senza conoscerci non possiamo essere migliori nelle nostre quattro mura. House – Coaching e interior design si completano perfettamente: il primo precede l’interior design. L’attenzione è principalmente sull’utente, non sul concetto stesso. Con gli strumenti tipici del life coaching, le domande poste da House-Coach negli incontri di empatia permettono al cliente di conoscere meglio se stesso.

L’importante è che trovi non solo le basi, come il colore e le preferenze di stile, ma anche gli schemi di pensiero che finora gli hanno impedito di possedere un appartamento che gli dia un senso di gioia e appagamento. Quando un cliente lavora limitando le sue convinzioni, è in grado di liberare la sua creatività e trasmettere molte più informazioni al designer. In questo modo, puoi trasformare la visione in un interno ideale per i residenti. Questo creerà una casa che è un rifugio sicuro e un luogo in cui tutti i membri della famiglia si sentiranno a proprio agio e ricaricheranno le batterie.

E la tua esperienza? Ricordi la storia speciale?

Ogni storia di House-Coaching è unica, ma ricordo soprattutto il caso di una cliente di mezza età che viveva ancora a casa con i suoi genitori non sapendo cosa fare della sua vita. Non sapeva nemmeno quale fosse il suo colore preferito, non aveva la forza per fare nulla, sentiva di non potersi muovere da un posto all’altro per così tanti anni. Lavorando con House-Coach, ha imparato cosa la tratteneva e cosa voleva cambiare nella sua stanza, ma anche nella sua vita. È andato avanti a un ritmo veloce, ha preso l’iniziativa nella scelta degli elementi interni e ora ha lo spazio per ispirarlo a continuare e svilupparsi in tutti i settori.

Di solito affrontiamo il fatto che “qualcosa ci infastidisce” a casa per molto tempo prima di decidere di fare qualcosa al riguardo. Le scoperte nella vita possono portare a una decisione di cambiamento: vivere con il tuo compagno di vita, separazione, spostare i bambini fuori dalla casa di famiglia, trasferirsi in un’altra città/paese.

Eventi come questo ci rendono chiaramente consapevoli che qualcosa deve cambiare, ma se non sappiamo cosa – House-Coaching è utile. Tuttavia, va ricordato che questa non è una forma di psicoterapia. Se il problema risulta essere più profondo, è necessaria una visita da uno specialista. Anche l’House Coaching non si limita alle case private. Se un’azienda sviluppa la sua missione, può risultare che la sua sede centrale non rispecchia i suoi valori fondamentali, non è in linea con essi. È qui che House-Coach può aiutare.

Ti è piaciuto l’articolo? Ghiaccio!

Leave a Comment